Quali sono i migliori strumenti per web journalist?

[Total: 1 Average: 5]

[toc]

C’è un gran bisogno di giornalisti. La comunicazione però oggi non passa solo su carta stampata, radio e TV. Anzi, questa professione si è rinnovata grazie alle maglie di internet. Ecco perché affronto il tema dei tool per digital journalist.

Un lavoro duro, non temere. Qualcuno vuol far passare quello del giornalista online come un banale visitare siti, social network e blog ma la verità è semplice: diventa sempre più difficile essere veloci in questo campo. Devi incrociare news, verificare account, scrivere.

Insomma, il content marketing del giornalismo online non può passare inosservato. Chi lavora con la carta stampata e le notizie digitali deve prendere in considerazione questo tool per digital journalist che non puoi mai dimenticare. Ti lascio i nomi, segna nei preferiti del tuo fidato browser.

Da leggere: 7 tool per analizzare il tuo sito web

Resta sempre aggiornato sul web

Questa è la base per ogni digital journalist: devi avere il polso della situazione e capire subito qual è il trend topic del momento. Come valutare questi passaggi? Un tempo c’era solo la rassegna stampa.

Oggi questo meccanismo si trasforma in qualcosa di fluido, diverso. Sempre online e in evoluzione. Qualche consiglio extra? Ecco cosa devi usare per avere la situazione dell’informazione sotto controllo.

Twitter

Oggi è impossibile fare giornalismo senza Twitter. Sto esagerando? No, in realtà la comunicazione online oggi si muove soprattutto su questo social che ti dà subito quali sono gli argomenti del momento. Per ottenere il miglior risultato possibile puoi usare tre strumenti nativi.

Il primo è quello dedicato alle tendenze che puoi gestire dal punto di vista geografico, anche se i risultati in questo caso non sono il massimo. Per amplificare ciò che lascia la base ufficiale puoi sfruttare trends24.in che mostra gli argomenti più interessanti divisi per ordine temporale.

tool per web journalist
I migliori tool per digital journalist.

Il secondo, invece, riguarda la possibilità di creare delle Twitter List. Vale a dire selezioni di account che ti interessano particolarmente e che vuoi seguire con particolare attenzione. Più avanti ti dirò come ottimizzare le liste di Twitter, nel frattempo ti consiglio di creare una selezione adeguata.

Feedly

Se hai già una lista dei portali e blog da seguire puoi sfruttare il classico lettore di feed rss, e qui ti consiglio di usare Feedly. Con questo tool per web journalist (in realtà è perfetto per qualsiasi appassionato di lettura) puoi archiviare tutte le fonti e organizzare cartelle tematiche per avere gli aggiornamenti a portata di click o di tap su smartphone. C’è una versione a pagamento e una gratuita, comunque valida.

Trova informazioni datate

Essere sul pezzo è importante e dopo ti lascio qualche tool per digital journalist pensato proprio per avere la news nel cassetto digitale adeguato. Però il lavoro del giornalista online va oltre, spesso bisogna scavare e indagare per completare il pezzo. Come fare in questi casi? Ecco tre strumenti.

Google Search

Chiaro. Se hai bisogno di qualcosa puoi cercare su Google ma nel mare di dati e informazioni che hai a disposizione è difficile trovare ciò che serve. Ecco una serie di consigli specifici per gli amici che lavorano nel giornalismo online (e non solo). In primo luogo devi avere a disposizione la ricerca avanzata.

ricerca avanzata
La search secondo Google.

Il tool di Mountain View si trova qui google.com/advanced_search. Serve a cercare sono in determinati momenti storici, escludendo determinate fonti e parole chiave. Insomma, raffina. Puoi ottenere lo stesso risultato con gli operatori di ricerca, ma è più comodo lavorare da questa postazione.

Ancora una funzione che ogni giornalista deve usare quando si trova online: Google Public Data Explorer. Se cerchi dati ufficiali su disoccupazione, indicatori di sviluppo, salario minimo e altri parametri puoi dare uno sguardo a questa fonte inesauribile. E il giornalismo ha bisogno di chiarezza.

Reverse Image

Altro grande tool per digital journalist: reverse image search. Questa funzione di Google Immagini ti dà la possibilità di inserire una foto nel motore di ricerca e capire se è stata già utilizzata in altri contesti. Si tratta di una soluzione ideale per verificare eventuali fake news, un vero problema contemporaneo.

Twitter Search

Altro benefit che arriva da Twitter è la ricerca avanzata che ti dà la possibilità di esplorare qualsiasi tipo di contenuto pubblicato su questo social. Anche quelli messi online in passato o con determinate caratteristiche. Per cercare le tue fonti puoi usare senza problemi twitter.com/search-advanced.

Archive.org

Può essere utile capire cosa esponeva un sito web prima del cambio di veste e apparenza. Non basta cambiare grafica e dare a Google la nuova versione del sito. In qualche caso non è neanche sufficiente cancellare.

tool per digital journalist
Google ha un passato.

Archive.org non dimentica, offre una soluzione indispensabile per andare indietro nel tempo e vedere com’era un sito prima della data odierna. Ti assicuro, è divertente fare un salto nel passato.

Verifica citazioni online in tempo

Lo sai che il giornalismo lavora molto con la rapidità dell’informazione. Ecco perché potresti aver bisogno di uno strumenti capace di mantenere alta l’attenzione su un determinato argomento. Una sorta di rassegna stampa del web, ecco. Come si lavora in questi casi? Ecco tre strumenti per digital journalist.

Google Alert

Non sempre le citazioni sono pubblicate su siti che conosci. Per questo è utile usare un altro strumento per journalist online che arriva da Mountain View. Google Alert permette di inserire la parola chiave che ti interessa e di ricevere un report giornaliero (decidi tu l’intervallo di tempo) con le nuove pagine che hanno citato il termine che preferisci. Unico difetto: non molto preciso.

Mention

Svolge la stessa funzione di Google Alert, così dicono. In realtà non è così perché mention dà informazioni dettagliate sulle citazioni dei social network. Creando un rapporto interno per gestire grandi flussi di menzioni da assegnare ad altri esponenti del team e dividendo per sentiment. Insomma, se vuoi fare un’osservazione più attenta di un argomento questo è lo strumento giusto.

Hootsuite

Vuoi lavorare nel mondo del giornalismo online? Ho un’idea, inizia a usare questo social media marketing tool. È perfetto per aggiornare e gestire diversi canali, ma soprattutto consente di organizzare i flussi di Twitter. Stai seguendo un argomento e hai bisogno di estrapolare specifici tweet?

Le Twitter List su Hootsuite.

Lo puoi fare. Così come è possibile monitorare le famose Twitter List. Già, una volta che le hai create non è facile andare sulla home page per osservarle singolarmente. Con Hootsuite diventa più semplice. In alternativa, ricorda, hai Tweetdeck: più semplice e gratuito, ma limitato a Twitter.

Da leggere: come trovare lavoro nelle Digital PR

I tuoi tool per digital journalist

La lista potrebbe essere infinita. Ma chi si occupa di giornalismo online, oggi, non può perdere di vista questi strumenti per essere sempre presente con la notizia giusta. Ma soprattutto confezionata bene e senza sbavature. Tu come lavori con le notizie? Hai altri strumenti da consigliare?

Riccardo Esposito

Riccardo Esposito, blogger per MediaBuzz. Si occupa di scrittura online dal 2008: ha iniziato in agenzia e ora passa 14 ore al giorno davanti al monitor del suo iMac. Il suo blog personale: My Social Web

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedIn

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *