11 consigli per avere un profilo Instagram efficace

11 consigli per avere un profilo Instagram efficace

Trovare una buona sintesi dei consigli per Instagram è una vera rarità. Perché ci sono tante guide che spiegano come avere successo su questo social, come diventare influencer e aumentare il numero di follower. Ma non sempre i risultati sono quelli sperati. Anzi, spesso diventa sempre più improbabile raggiungere gli obiettivi. Perché Instagram non è un social network per tutti. Si basa su una sensibilità visual raffinata, il content marketing in questi casi diventa un’operazione diretta verso la narrazione e il digital storytelling. Non è semplice muoversi in questi campi, per questo è giusto concentrare la propria attenzione sui migliori consigli per Instagram. Che non ti spiegano come essere seguito o come diventare famoso. Tutto questo è una conseguenza e, per chi lavora in ambito aziendale con la prospettiva inbound marketing, racchiude un approccio superficiale. Andiamo in profondità, cerchiamo di capire come funziona un account Instagram efficace con i consigli degli esperti. Ho trovato quest’infografica con 11 punti da sviluppare, affrontiamoli insieme. Ottimizza il testo della bio Primo passo per migliorare il profilo Instagram: lavora sul testo della bio. Non hai a disposizione molto testo, però puoi far capire subito chi sei, cosa fai e qual è il vantaggio per chi ti segue. Qui puoi inserire hashtag, menzioni ed emoji ma non confondere l’utente. Devi essere preciso e diretto, e ritagliare un po’ di spazio per lasciar intravedere ciò che ispira il tuo lavoro. Punta a essere informativo ma non inamidato. Da leggere: Influencer marketing su Instagram: come scegliere con chi collaborare Traccia il link del tuo profilo Usa il profilo per suggerire il link che preferisci, alla home page...
Come programmare un post su Instagram

Come programmare un post su Instagram

Programmare post su Instagram può essere la combinazione ideale per ottenere vantaggi concreti nella gestione quotidiana del proprio account. Questo è vero soprattutto se usi il social network in questione per scopi professionali, magari per la tua realtà aziendale o nella tua attività di influencer marketing. La pubblicazione delle immagini e dei video su Instagram si è evoluta nel tempo. Prima era possibile fare l’upload solo da smartphone, poi sono arrivate una serie di piattaforme per caricare foto da PC e Mac. Ciò semplifica le operazioni di chi vuole gestire contenuti in modo professionale e continuo, curando tutti i dettagli per ottenere il massimo. Poi il grande passo: Instagram può gestire più account da uno stesso profilo. Questa svolta è indispensabile per chi lavora ogni giorno con con questa realtà. E ha diverse audience da soddisfare. In questo modo è tutto più semplice, non devi fare logout ogni volta che devi pubblicare una foto su un altro progetto. Ora manca solo la possibilità di programmare post su Instagram. Ma è così? Per approfondire: Nuovi Hashtag per Instagram: cosa sono e a cosa servono? Perché schedulare un’immagine su Instagram Quando cerchi un modo per programmare un post su Instagram devi mettere in primo piano il motivo per cui lo fai. Perché hai bisogno di tutto questo? In primo luogo per organizzare le risorse interne: spesso non hai il tempo e la possibilità di essere presente in ufficio per pubblicare le immagini, oppure il tuo smartphone deve essere usato per fare una diretta per un evento. Quindi è fuori dai giochi. In altri casi la programmazione dei post su Instagram può essere usata...
Influencer marketing su Instagram: 7 domande per scegliere con chi collaborare

Influencer marketing su Instagram: 7 domande per scegliere con chi collaborare

Lavorare nel mondo dell’influencer marketing su Instagram è importante per diversi aspetti. Questo settore è perfetto per raggiungere una nicchia più o meno compatta ed esclusiva, sai bene che con un buon uso del visual puoi permettere al pubblico di scoprire i tuoi prodotti, le tue idee e le tue offerte. E lo puoi fare anche per i tuoi clienti se decidi di creare una campagna di influencer marketing. D’altro canto questa efficienza dell’universo influencer marketing deve essere supportata da altri passaggi. Come, ad esempio, una buona attività di digital PR e blogger outreach. Ci sono dei tool per chi lavora in questo settore che consentono di estrapolare dati e creare delle liste di account utili allo scopo. Magari definendo gli instagrammer più attivi in un determinato settore e con maggior seguito. Un seguito che non si misura solo in termini di follower, commenti e Mi piace. Queste cifre servono per avere una scrematura di base e per creare una base di partenza necessaria per l’analisi. Poi c’è un lavoro manuale che consente di scegliere gli influencer adatti al tuo lavoro. Io ho capito che ci sono alcuni punti decisivi per individuare le persone giuste e fare influencer marketing su Instagram. Quali sono? Da leggere: contenuti brandizzati su Instagram C’è una community dietro al profilo Instagram Questo, forse, è il punto più importante da seguire e da valutare. Numero di follower, di commenti e di interazioni: tutto molto interessante, ma dietro all’attività di chi pubblica queste foto c’è l’intento di creare una community? C’è un disegno che va oltre il guadagno e punta alla condivisione di ciò che serve...
Nuovi Hashtag per Instagram: cosa sono e a cosa servono

Nuovi Hashtag per Instagram: cosa sono e a cosa servono

Esatto, ci sono novità nel settore social. A breve potresti vedere i nuovi hashtag di Instagram anche sul tuo profilo. Chi lavora nel social media marketing sa bene che queste etichette, utilizzate per caratterizzare i contenuti che pubblichi, sono indispensabili per una buona strategia. Infatti ti consentono di far trovare i tuoi aggiornamenti. Da leggere: 6 tool per trovare i migliori hashtag su Instagram Quindi puoi aumentare le interazioni, i Mi Piace e i commenti. Automaticamente puoi dare slancio anche al numero di follower. Insomma, grazie agli hashtag ti fai trovare da un numero maggiore di utenti. E oggi su alcuni profili che fanno da tester è arrivata la possibilità di seguire gli hashtag in fase di ricerca. Sarà una nuova imposizione nel flusso dei contenuti? No, non si tratta di interferire su ciò che le persone vedono negli aggiornamenti. Qui si tratta di dare una possibilità in più agli utenti che possono decidere se seguire o meno un argomento, un tema, un flusso di immagini e video che potrebbero interessare. Da leggere: Instagram e content marketing: i consigli per iniziare Nuovi hashtag di Instagram In questi casi è giusto sottolineare la fonte della notizia. L’annuncio dei nuovi hashtag di Instagram è arrivato da Pippa Akram, consulente di social media marketing, che in modo del tutto inaspettato ha visto comparire il pulsante Following in relazione a un hashtag che aveva cercato. Con un testo che suggerisce cosa fare: segui per mettere in evidenza i contenuti che presentano questo hashtag. Le testate internazionali hanno riportato la notizia, come The Next Web che suggerisce anche un punto interessante: si parla di contenuti migliori...
Contenuti brandizzati su Instagram anche in Italia: nuova vita per gli influencer?

Contenuti brandizzati su Instagram anche in Italia: nuova vita per gli influencer?

Ho letto la notizia su instagramersitalia.it e ho subito pensato agli amici influencer: da oggi saranno disponibili i contenuti brandizzati su Instagram anche in Italia. Il tentativo è quello di regolamentare la pubblicità ingannevole che viene fatta passare su questo social come scelta editoriale. Il problema è chiaro: l’influencer marketing spesso non segue le regole della professionalità e della trasparenza. Chi lavora in questo settore sa bene che i contenuti brandizzati su Instagram dovrebbero essere segnalati, ma questo non avviene quasi mai. Perché non ci sono gli strumenti e perché in fin dei conti conviene così: il pubblico è freddo nei confronti dei post sponsorizzati, meglio mascherarli. Questo però non è corretto nei confronti del consumatore, non offre gli strumenti giusti al brand per misurare l’efficacia di una campagna. Se vuoi i risultati dall’influencer marketing non basta pagare un contatto. Devi agire con professionalità. Per questo Instagram ha annunciato da qualche mese l’arrivo di un programma dedicato agli influencer e alle realtà che vogliono sfruttare tutto ciò. Bisogno di regolamentare la situazione Come suggerisce anche il comunicato ufficiale di Instagram, con l’aumento delle partnership è importante mantenere un riferimento chiaro sulle collaborazioni tra influencer e aziende. Per ottimizzare la trasparenza di questo percorso è necessario aggiungere un tag, una dicitura che aiuta le persone a comprendere il tipo di rapporto che sussiste tra chi pubblica il contenuto e proprietario del brand. Questo passaggio è necessario perché la situazione, almeno in Amarica, è diventata insostenibile. La notizia risale ad aprile: la Federal Trade Commission ha inviato una lettera a una buona manciate di celebrity su Instagram. Lo sostiene anche il...