Come gestire il tuo ecommerce su Facebook

Come gestire il tuo ecommerce su Facebook

Facebook per ecommerce: cosa significa secondo te? Chi si occupa di vendita online sa che deve sfruttare tutti i passaggi utili per promuovere i propri prodotti, in modo da non interrompere la fruizione dell’utente. Insomma, anche in questo caso la logica è quella dell’inbound marketing. Devi farti trovare nel momento in cui le persone hanno bisogno di te, Il concetto è decisivo quando devi promuovere il tuo ecommerce sui social, e sulla pagina Facebook in particolare. La presenza su questo social non è sinonimo di successo assicurato: bastano pochi passaggi per capire che la visibilità su una Fan Page è arrivata ormai ai minimi storici. Questo è un problema? Dipende. Se ti approcci in modo impulsivo, spingendo contenuti commerciali senza una strategia, sarà molto difficile usare una pagina Facebook per vendere. In alternativa, puoi sempre lavorare in modo da rendere tutto più semplice e intuitivo. Insomma, questa è una piccola guida da seguire. Per approfondire: come impostare l’anteprima dei post Facebook Crea un piano editoriale per i contenuti Questo è il primo step da affrontare per gestire al meglio una pagina Facebook. A prescindere dalla presenza o meno della necessità di pubblicizzare un ecommerce. La base di partenza è semplice: le Fan Page hanno bisogno di contenuti di qualità. E questo significa avere un piano chiaro. Con tanto di calendario editoriale per gestire nel tempo i contenuti. Che siano immagini, video, link e testi non fa differenza: alla base c’è la tua capacità di gestire le pubblicazioni sulla bacheca. Tutto questo senza creare frizioni con il concetto-pilota: diventare un riferimento utile. È un vero e proprio cambio di paradigma:...
Come vendere con la tua pagina Facebook

Come vendere con la tua pagina Facebook

Promuovere un sito ecommerce può essere un buon punto di partenza per monetizzare online, però c’è un altro passo da muovere. Ad esempio, come vendere con Facebook? Semplice, basta mettere un link nella bacheca e il gioco è fatto. In realtà non è così semplice, o meglio: questo è solo lo snodo di base. È chiaro, puoi ottenere visibilità per la tua scheda ecommerce sulla bacheca di Facebook. Ma sai bene che la visibilità dei link è sempre più bassa. Ottenere visibilità organica su Facebook è uno dei tuoi obiettivi, mi sembra chiaro. Però non puoi ottenere molto di più se usi questa piattaforma nel miglior modo possibile. Ad esempio sfruttando tutti i dettagli che fanno la differenza. Ce ne sono molti, e non sempre sono chiari a tutti. Perché magari si trovano in sezioni poco evidenti del menu, oppure non hai avuto modo di usarli. Altri invece rappresentano i tool imprescindibili per il lavoro online. E per aumentare le vendite di un ecommerce. Allora, da dove iniziamo il processo per monetizzare con Facebook? Da leggere: promuovere un prodotto su internet Crea pubblicità adeguate su Facebook Il passo più banale ma è giusto iniziare da questo step: se vuoi vendere con la pagina Facebook devi usare le inserzioni. Esatto, l’advertising. Perché questo è uno dei canali più efficaci e promettenti. Se non altro puoi creare delle sponsorizzazioni pensate proprio per ottimizzare questo processo. Ci sono delle pubblicità che ti consentono di migliorare i passaggi necessari per usare il social di Mark Zuckerberg per vendere e monetizzare. Inoltre ci sono i formati Canvas che ti danno una possibilità in più se vuoi usare il...
Come impostare l’anteprima quando si condivide un post su Facebook

Come impostare l’anteprima quando si condivide un post su Facebook

Secondo te è necessario personalizzare anteprima dei link Facebook? Non sempre, questo è chiaro. Ma a volte ci sono dei dettagli imprescindibili per ottenere il miglior risultato possibile con pochi passaggi. D’altro canto l’ottimizzazione delle anteprime Facebook può fare la differenza per ottenere dei vantaggi concreti. Soprattutto quando condividi i link del tuo blog aziendale: stai proponendo delle anticipazioni dei tuoi contenuti, basta una headline o un’immagine migliore per aumentare le visite del blog o del sito web. Anche un ecommerce può sfruttare questo punto: ottimizzare la preview delle condivisioni su Facebook può essere importante per migliorare l’engagement, portare più click al sito e aumentare l’interazione con il pubblico. Ma come modificare anteprima del link Facebook? Ecco qualche consiglio utile. Da leggere: epic fail aziendali con i social Cambiare titolo e sottotitolo preview link La prima esigenza che si manifesta quando ti occupi di social media marketing e vuoi creare il miglior contenuto possibile per la tua pagina Facebook: preferisci variare il titolo del contenuto che hai condiviso. Qual è la fonte di questa stringa? In linea di massima il social network recupera il tag title. Mentre la meta description fornisce il resto. Il testo può essere modificato? Il modo più semplice è quello offerto da WordPress SEO By Yoast. Lo storico plugin, noto per le sue funzioni legate all’ottimizzazione per i motori di ricerca, fornisce una soluzione rapida a questo bisogno. Come modificare i link? Per Facebook basta andare nel cruscotto e cliccare sul simbolo dello share a sinistra: hai due campi da compilare. Vale a dire titolo e descrizione, in questo modo quando pubblichi i tuoi articoli sulla fan...
Come migliorare la pubblicazione e la promozione dei video su Facebook

Come migliorare la pubblicazione e la promozione dei video su Facebook

Vuoi ottimizzare video su Facebook? Ottima idea, questo è un passaggio decisivo per spingere la tua attività di social media marketing puntando su contenuti che fanno (veramente) la differenza online. C’è sempre la necessità di attivare un lavoro di visual storytelling su Facebook: i video permettono di ottenere buoni risultati perché danno esattamente ciò che serve a Mark Zuckerberg. Sto parlando dell’intrattenimento, vale a dire un elemento decisivo per mantenere il pubblico sulla piattaforma. Il social network in questione guadagna se riesce a mantenere il pubblico sulle pagine, sulla timeline dove scorrono le pubblicità. Che sono fonte di guadagno, mi sembra chiaro. Il video si inserisce nel meccanismo e viene premiato dall’algoritmo. Ad oggi questo è ancora il formato che riesce a ottenere una buona visibilità organica. Ecco qualche numero preso dalle slide che trovi in basso. È un tuo preciso dovere ottimizzare una serie di passaggi per ottenere buoni risultati. Ad esempio quali sono le dimensioni da rispettare? E il formato file? Ecco come ottimizzare video su Facebook. Da leggere: fare storytelling, i suggerimenti di Facebook Devi catturare subito il singolo Questo è uno step decisivo per pubblicare video efficaci su Facebook: l’attenzione del pubblico deve essere colta immediatamente, non devi raggiungere il focus alla fine del contenuto. Hai pochi secondi (più o meno 3) per catturare lo sguardo distratto di un utente che ha sempre più dimestichezza con uno scrolling rapido, da vero flâneur del XXI secolo che vaga tra le maglie del web in modo disattento. Una delle soluzioni migliori per risolvere questo punto se si tratta di un video lungo: fare una sintesi del lavoro affrontato prima...
Branded Content su Facebook: cosa sono?

Branded Content su Facebook: cosa sono?

I branded content Facebook sono un’ottima soluzione per chi ha deciso di trasformare il social network per eccellenza in uno strumento per raggiungere la community di riferimento. Il problema è sempre lo stesso: vuoi fare un buon lavoro con gli influencer per parlare a un pubblico compatto e interessante per il tuo scopo. Sai bene che questo è uno strumento essenziale dell’influencer marketing, non basta lavorare sulla produzione dei contenuti per il blog aziendale. Ma come chiarire il rapporto tra cliente e brand? Come lavorare su un content marketing cristallino? La risposta a queste domande non è banale. Anzi, il rischio è quello di incappare nelle maglie dei controlli e della poca chiarezza nei confronti dei consumatori. Fare influencer marketing su Instagram non è così facile come sembra. Non basta individuare i contatti per la campagna: devi lavorare con trasparenza. Ecco perché è stato attuato il programma di contenuti brandizzati che permette di inserire etichette per dimostrare il rapporto tra chi sponsorizza e l’influencer. Oggi questo tema si amplifica grazie ai branded content Facebook. Per approfondire: come promuovere un prodotto su Internet Maggior trasparenza sui social network Il concetto che muove tutto: il bisogno di comunicare con chiarezza e onestà il rapporto tra brand e influencer. Fin da tempi antichi si è cercato di portare avanti l’idea di un influencer marketing al limite del consentito. Lavorando su un equilibrio poco chiaro su quelle che sono le scelte individuali e gli obblighi. Vale a dire le necessità contrattuali relative al raggiungimento degli obiettivi. L’azienda paga, tu individui gli influencer e li ingaggi. Ora, ecco il punto: di sicuro avere la...