tag di youtube

Come gestire i tag di YouTube per aumentare la visibilità dei video online

Curioso di vedere esempi del nostro lavoro? 

Come fare marketing con i contenuti

I tag di YouTube sono, secondo la maggior parte degli esperti di video marketing su questa piattaforma, uno degli elementi centrali per aumentare la visibilità dei contenuti online. Parlo delle clip caricate su questo universo di contenuti che è diventato, ormai, un punto di riferimento per l’intrattenimento online.

YouTube, secondo i dati di We Are Social, ha il maggior numero di utenti attivi dopo Facebook. In Italia è la piattaforma con la community più attiva, il tutto è avvantaggiato da una realtà che sa sfruttare al meglio il mobile: dal telefonino puoi fare tutto, YouTube ti mette a disposizione un mondo di contenuti.

E tu puoi approfittare di questa leva caricando video interessanti. Che però devono essere ottimizzati. In che modo? Partendo da una buona riflessione per migliorare i tag YouTube. Iniziamo subito il lavoro.

Da leggere: come creare un video per Instagram

Cosa sono i tag di YouTube e a cosa servono

Questi elementi sono delle etichette da aggiungere a ogni video caricato su YouTube per suggerire alla piattaforma quali sono gli argomenti affrontati all’interno del contenuto caricato. Si inseriscono quando carichi il video, nell’editing, attraverso delle parole chiave che che scegli per dare al video un contesto.

Aggiungere tag e descrizione video su YouTube.

I tag di YouTube sono rappresentati da keyword composta da uno o più termini (quindi tecnicamente sono anche keyphrase) che devono aiutare questo social network a contestualizzare i tuoi video. E inserirli nelle liste adeguate. Queste parole che inserisci nel backend della clip influenzano le ricerche interne.

Al pari dei meta tag Google, non si vedono nella pagina online ma permettono di aumentare la visibilità del tuo contenuto online. Si posiziona nelle ricerche e nei correlati grazie a un buon uso dei tag. Per questo è un argomento centrale se vuoi migliorare la tua strategia di video storytelling e marketing.

Come inserisco i tag nei video caricati?

Il processo per aggiungere questa tipologia di hashtag su YouTube (non sono propriamente questo ma svolgono una funzione simile) è piuttosto semplice: quando carichi il video c’è un campo nel quale aggiungere le parole che ritieni utili per descrivere il contenuto. Le keyword si dividono con la virgola.

Come scegliere e mettere i tag nei video

Prima regola da rispettare: non fare spam. Anche le linee guida di YouTube suggeriscono di non inserire tag slegati dal contenuto e pensati solo per ottenere una visibilità non meritata. Ci sono altri parametri?

Uno dei consigli storici per ottenere buoni contenuti dai tag YouTube: essere più descrittivi inserendo parole chiave generiche e specifiche, in modo da coprire più aspetti possibili. Quindi, ad esempio, se carico un video dedicato all’ottimizzazione SEO di un’attività local posso usare come tag questi termini:

  1. Web Marketing.
  2. SEO.
  3. Local SEO.
  4. Local SEO per ristoranti.

Come vedi ci sono parole chiave generiche e specifiche. Per ottimizzare al massimo il campo dei tag YouTube conviene inserire prima quelli che si legano con maggior forza all’argomento centrale del video.

Come inserire i tag YouTube.
Come inserire i tag YouTube.

Quindi, come regola da rispettare per una buona ottimizzazione dei video, riprendo le keyword inserite nel titolo. In questo modo creo una relazione stabile tra topic suggerito dall’headline e hashtag. Esempio:

  1. Titolo: Come fare ottimizzazione SEO local per un ristorante
  2. Tag: SEO, ottimizzazione SEO, SEO local, local SEO ristoranti, web marketing, promozione online, etc.

In sintesi: inserisci prima i tag specifici, quelli che rimandano al tema del video e che sono presenti nel titolo della pubblicazione, e poi quelli generici. Ma ricorda di creare sempre un buon equilibrio tra keyword che affrontano il cuore dell’argomento e quelle dedicate ai topic correlati.

Qual è il numero massimo di tag YouTube

Il campo dei tag può ospitare massimo 500 caratteri. Il consiglio: utilizza tutto lo spazio a tua disposizione ma senza forzare la mano. Non devi lanciare tag inutili o forzati solo per poter occupare ogni battuta.

Come trovare tag di YouTube: app e SEO tool

Chiaro, questo diventa una necessità importante per chi deve lavorare sull’ottimizzazione dei video che ti consentono di emergere su YouTube: come individuare i tag migliori? Una buona keyword research può esserti d’aiuto. Io di solito utilizzo due strade per scoprire i migliori tag YouTube: SEO tool e generatori.

Keyword.io: parole più cercate online

Quando cerco un tool per intercettare le parole chiave da usare nei tag di YouTube uso sempre questo strumento. La sua caratteristica base: consente di studiare le correlate della piattaforma video.

Nella sezione specifica puoi digitare il topic che ti interessa e scoprire le ricerche che le persone fanno intorno a quell’argomento. Il risultato può essere ottenuto anche nel completamento ricerca di YouTube, ma questo tool offre la possibilità di selezionare ed esportare le keyword (se hai un account).

VidIQ: generatore di tag per YouTube

Vuoi spiare i competitor e scoprire quali tag hanno usato i video di maggior successo nel tuo campo? La soluzione è semplice: basta usare questo add-on di Google Chrome per ottenere la risposta.

Come usare questo tool per ottimizzare video.

VidIQ consente di estrapolare una marea di informazioni dai video YouTube, tra queste anche le keyword utilizzate come hashtag. In realtà questo strumento ti consente di lavorare anche sull’ottimizzazione SEO su YouTube suggerendo le migliori pratiche per ottenere buoni risultati anche da description e altri campi.

Da leggere: 7 modi per mettere l’utente al centro dei contenuti

Hai iniziato a ottimizzare i tuoi video YouTube?

Questo elemento è sicuramente indispensabile per avere maggior visibilità sulla piattaforma video per eccellenza di internet. C’è da aggiungere un punto però: non bastano i tag per avere buoni risultati.

Devi lavorare anche su titolo, didascalia, thumbnail, anteprima. E sulla qualità del video. La sfida è appena iniziata, vuoi accettarla? Stai ottimizzando i video caricati su YouTube al meglio per il tuo pubblico?

Share:


Articoli Correlati

contenuti video
Come sfruttare i contenuti video sul blog

[toc] I contenuti video sul blog possono fare la differenza in una strategia...

Turpis sodales nemo ipsam egestas sapien vitae

Aliqum mullam blandit tempor sapien gravida donec ipsum, at porta justo. Velna vitae...

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Add Comment *

Name *

Email *

Website

Accetto la Privacy Policy