6 strategie per siti web in grado di trovare clienti

[Total: 1 Average: 5]

[toc]

Le strategie per siti web sono indispensabili per ottenere buoni risultati rispetto alla necessità di tutti gli imprenditori e le aziende. Vale a dire il desiderio di trovare nuovi clienti online.

L’idea è quella che si trova alla base dell’inbound marketing: ti fai trovare nel momento in cui le persone hanno bisogno di te.

Perché questo è l’aspetto fondamentale: il sito web non deve essere un banale volantino digitale. Anche se vuoi creare un semplice monopagina (dopo vediamo come e perché) puoi fare in modo che i tuoi sforzi siano rivolti verso la conversione. E la possibilità di intercettare persone interessate al tuo lavoro.

Avere un team di digital marketing a tua disposizione è importante, perché così puoi organizzare le attività SEO, SMM e advertising in base alle tue esigenze. Ma tutto parte dalle buone strategie per siti web. Qualche idea in particolare? Ecco le soluzioni che preferisco per me.

Da leggere: i migliori strumenti per fare inbound marketing

Monopagina per intercettare clienti

La soluzione più semplice e interessante per chi non vuole investire troppo. In realtà non tutti i progetti hanno bisogno di un vero e proprio portale. A volte si possono attivare strategie per siti web basate su idee semplici e immediate. Ma altrettanto funzionati. Questo è il caso del sito web monopagina.

Deve essere pensato come un’unica landing page: la home è una base atterraggio composta da headline con call to action, buoni motivi per scegliere il tuo prodotto o servizio, approfondimenti, testimonial. Alla fine c’è un form contatti: dopo aver illustrato e convinto passi all’attacco. E chiedi un’email.

Una landing per ogni servizio online

Hai deciso che non ti basta una semplice home page per intercettare clienti? In effetti questa è una soluzione di base, spesso usata per fare personal branding ma non adatta a chi vuole spingere soprattutto sull’aspetto commerciale. In realtà se usi WordPress e qualche page builder come Elementor puoi passare dal monopagina a un piccolo sito aziendale. Il principio base? Ogni servizio deve avere una landing page.

Non creare solo una pagina con tutte le attività: dedica a ogni specializzazione una risorsa per puntare al posizionamento di quella realtà su Google per la keyword che ti interessa. E usare la pubblicazione come pagina di atterraggio per campagne di Facebook ADV, Google ADS e Native Advertising.

Blog aziendale e inbound marketing

La grande idea di questo paragrafo: puoi aumentare le visite dei potenziali clienti con un numero maggiore di pagine. Ma non risorse qualsiasi, adesso affrontiamo la prospettiva con pubblicazioni informative. Vale a dire articoli di un corporate blog capaci di risolvere problemi concreti del cliente.

Strategie per siti web
Le keyword che ci interessano – Fonte immagine

Lo sai che ancora oggi il numero maggiore di query non riguarda l’aspetto commerciale ma quello informazionale? Per questo è necessario pensare a un blog aziendale se vuoi portare potenziali clienti sul tuo sito web. Il funnel dell’inbound marketing non è legato per forza a questo strumento editoriale.

Ma è chiaro che rappresenta una delle chiavi principali per far funzionare il percorso virtuoso che porta persone sconosciute sul tuo dominio. Ed è sicuramente una delle occasioni per portali più efficaci.

Infoprodotti e strategie per siti web

Un’idea interessante: tra le strategie per siti c’è anche quella che ti suggerisce di trasformare le pagine in uno strumento per vendere infoprodotti. Come, ad esempio ebook o corsi video. L’aspetto interessante di questa soluzione? La possibilità di integrarsi con qualsiasi realtà senza escluderla.

Puoi continuare a vendere i tuoi servizi e, al tempo stesso, proporre infoprodotti nelle landing page specifiche. Anche se questi contenuti possono essere utilizzati per altri scopi: leggi il prossimo paragrafo.

Lead generation con il tuo magnet

Non sempre è necessario vendere immediatamente un prodotto o un servizio. Nello stesso momento è possibile fare in modo che il funnel si articoli in passaggi più lunghi e capaci di puntare su un lavoro di content marketing via email. Per creare un database devi usare dei lead magnet. Di cosa sto parlando?

  1. Ebook.
  2. Strumenti.
  3. Ricerche.
  4. Report.
  5. White paper.
  6. Documenti.
  7. Statistiche.

Devi creare qualcosa che catturi l’interesse del pubblico. Le persone devono essere disposte a lasciare l’email per ricevere un vantaggio concreto. In questo modo puoi spingere verso il lavoro di lead nurturing, alimentare il pubblico e poi proporre contenuti commerciali. E proporre ciò che desideri.

Vendere online con l’ecommerce

Il punto d’arrivo per molti: trasformare il sito web in un negozio digitale. Vale adire un ecommerce, strumento indispensabile per avere un commercio su internet. Vero, puoi usare anche strumenti differenti e vendere su Amazon o altre piattaforme di marketplace. Ma conviene veramente?

Se hai intenzione di trasformare la vendita online in un lavoro capace di rendere e di far guadagnare una buona percentuale, le strategie per siti web disponibili sono rivolti verso una soluzione chiara. Vale a dire quella che ti spinge a creare un portale capace di essere indipendente. A questo punto la sfida è chiara, non puoi accontentarti di mettere le pagine online e aspettare che arrivino clienti.

Quanto costa fare promozione a un ecommerce? Dipende da cosa vendi e quali sono i tuoi obiettivi. Uno step è chiaro: non puoi evitare questa domanda. E non è consentito glissare sulla possibilità di ottenere buoni risultati grazie al lavoro di un professionista ecommerce manager.

Da leggere: come fare SEO per uno shop online

Strategie per siti web: la soluzione?

Queste sono alcune idee per fare in modo che il tuo sito web diventi strumento utile per il tuo obiettivo e non solo un dovere da adempiere e poi dimenticare. Questo investimento è uno dei più importanti per il tuo lavoro online. Però devi sfruttarlo al meglio. Sei d’accordo? Ti aspetto nei commenti.

Riccardo Esposito

Riccardo Esposito, blogger per MediaBuzz. Si occupa di scrittura online dal 2008: ha iniziato in agenzia e ora passa 14 ore al giorno davanti al monitor del suo iMac. Il suo blog personale: My Social Web

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedIn

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *