SEMRush vs SEOZoom: chi vince la sfida?

SEMRush vs SEOZoom: chi vince la sfida?
[Total: 1 Average: 5]

Meglio SEOZoom o SEMRush?

Scegliere tra questi due SEO tool è un vero dilemma per tutti coloro che intendono ottimizzare i contenuti di un sito web e scalare così le posizioni della SERP sui motori di ricerca.

Cosa puoi fare con questi strumenti?

Ti permettono di studiare a fondo il tuo sito, il sito dei tuoi competitor, ti aiutano nella scelta delle keyword, nella tua strategia di link building, nella creazione di un piano editoriale e di tanto altro ancora.

Ma cosa li differenzia veramente? Perché dovresti scegliere SEOZoom piuttosto che SEMRush, o viceversa?

Prova subito le funzioni dei tool gratuitamente!

In questo articolo ti spiegheremo proprio questo, ossia quali sono i punti di forza di ogni SEO tool e quali sono, invece, gli strumenti che hanno in comune.

SEOZoom: il numero 1 sul mercato italiano

Nella sfida SEOZoom Vs SEMrush partiamo con il parlare del primo dei due. Entrambi vantano degli strumenti formidabili in ambito SEO ma SEOZoom ha una particolarità: è imbattibile per lo studio del mercato italiano.

Tutti i risultati che ti fornisce sono studiati per lavorare con il motore di ricerca Google. Quindi, se stai impostando una strategia SEO per un sito web italiano, SEOZoom rappresenta la tua migliore risorsa.

Oltre al fatto di lavorare molto bene in questo mercato, mette a disposizione degli strumenti che lo differenziano da tutte le altre piattaforme.

Vediamo subito quali sono!

Crea un piano editoriale con dei veri professionisti

Un sito web ha bisogno di molti contenuti e, affinché questi apportino valore aggiunto al tuo ecosistema, devono essere creati da professionisti del settore.

Ma come si organizzano le pubblicazioni? Dove si trovano i professionisti?

A questo pensa SEOZoom. Attraverso la sezione “strumenti editoriali” ti mette a disposizione un assistente in grado di trovare keyword correlate partendo da una parola chiave da te inserita con lo stesso search intent, ti suggerisce parole chiave rilevanti per un nuovo articolo indicando l’url dei competitor che le utilizzano, trova una miriade di sinonimi e svolge un’analisi di rilevanza keyword.

Ma sai qual è il tool che lascia letteralmente senza parole in questa sezione?

SEOZoom ti mostra tutte le news di qualsiasi settore appena pubblicate su Google per rimanere costantemente aggiornato su quello che accade nel web.

Oltre a tutti questi strumenti, mette a disposizione un’area apposita per la creazione del piano editoriale nel quale puoi utilizzare il calendario per distribuire le pubblicazioni sulle diverse giornate, pianificare le keyword e mandare messaggi.

Messaggi con chi?

Con i professionisti!

Ebbene sì, SEOZoom ti dà la possibilità di cercare dei copywriters professionisti che possano creare i tuoi contenuti. Tutto senza uscire dalla piattaforma.

La competizione non ha mai raggiunto questi livelli

Se vuoi essere competitivo sul mercato non puoi far finta che gli altri non esistano. Devi tenerli sott’occhio!

SEOZoom ti mette a disposizione lo strumento perfetto per fare questa attività e si chiama proprio “competizione”.

Grazie a questa funzionalità puoi comparare direttamente due domini o due url specifiche. In realtà, entrambi gli strumenti ti danno la possibilità di studiare i competitor ma, nella sfida SEOZoom Vs SEMRush, il primo porta questa analisi ai massimi livelli.

Analizza il tuo sito con il SEO Spider

Un altro strumento che vanta SEOZoom rispetto a SEMRush è denominato “SEO Spider”. Il nome è davvero interessante e così lo è anche la sua funzione.

Cosa fa di preciso il SEO Spider?

Riesce a simulare il comportamento dei bot dei motori di ricerca, esattamente come fa GoogleBot. Grazie a questo strumento è possibile analizzare tutti i contenuti tecnici di una pagina web.

A cosa serve?

Studia il tuo sito, verifica quali sono le pagine indicizzate su Google, ti segnala eventuali errori di struttura, individua il numero di keyword, il traffico, se ci sono titoli duplicati o link rotti ed altri dettagli che possono rivelarsi fondamentali per la tua strategia di ottimizzazione SEO.

Sai quali sono i siti TOP nel tuo settore?

Questa funzione di SEOZoom è estremamente interessante e gli fa guadagnare qualche punto nella sfida SEOZoom Vs SEMRush. Il SEO tool ti fornisce un particolare strumento chiamato “Classifica siti web” che ti consente di studiare quali siano i primi 100 siti in Italia per zoom authority.

Inoltre, puoi scoprire quali sono i primi 100 siti per uno specifico settore e studiare i competitor principali dell’ambito all’interno del quale operi.

SEMRush: una risorsa per il mercato internazionale

La sfida SEOZoom Vs SEMRush vede il primo in leggero vantaggio per quanto riguarda il mercato italiano tuttavia, se ti stai occupando dell’ottimizzazione SEO di un sito in inglese, o in un’altra lingua straniera, il tool di cui hai bisogno è SEMRush.

Per quanto riguarda il mercato italiano rappresenta una valida alternativa a SEOZoom e, in più, ti fornisce supporto per la ricerca di keyword in lingua straniera.

Se ti stai chiedendo come funziona SEMRush, la risposta non si discosta molto da quella valida per SEOZoom. Entrambi i tool ti permettono di analizzare un dominio, di lavorare sulla ricerca keyword, sulla creazione di una campagna di link building e sulla gestione di un calendario editoriale.

Perfettamente integrato con Google Search Console

Una funzione estremamente interessante di SEMRush è l’integrazione On Page SEO Checker che, grazie al suo contatto diretto con Google Search Console, ti aiuta ad individuare tutte le pagine del tuo sito con le relative keyword che intendi ottimizzare.

Questo strumento ti fornisce valide indicazioni su come migliorare il tuo contenuto e scalare le posizioni della SERP.

Un assistente SEO per i contenuti

Ti piacerebbe avere a disposizione un esperto SEO mentre redigi il tuo contenuto ottimizzato?

Questo è possibile con la funzionalità SEO Writing Assistant di SEMRush. Si tratta di un’estensione di Google Docs che ti permette di seguire tutte le indicazioni fornite dallo strumento SEO Content Template per scrivere di tuo pugno un testo che rispetti i canoni importanti per la SEO.

Mentre scrivi dà un punteggio alla qualità del tuo contenuto, alla sua leggibilità, ti indica quali sono le migliori parole chiave e le loro correlate indicando anche il volume di ricerca e la difficoltà.

SEOZoom o SEMRush: ecco tutto ciò che ti permettono di fare

Che sia meglio SEOZoom o SEMRush è difficile da stabilire, entrambi offrono strumenti precisi e professionali per le tue strategie.

Analizza il tuo sito web

Prima di partire con qualsiasi altra azione, devi studiare la situazione attuale del tuo sito web. Attraverso le funzioni messe a disposizione sia da SEOZoom che da SEMRush, puoi studiare il rendimento del tuo dominio in un dato lasso temporale, la tua Zoom Authority (metrica di SEOZoom), il traffico mensile, il valore del tuo traffico e il numero dei backlink che rimandano al tuo dominio.

Ma puoi anche studiare i tuoi competitor organici, ossia l’andamento degli altri siti web che fanno parte della tua nicchia, e il posizionamento di una serie di domini diversi.

Entrambi svolgono uno studio molto interessante sulle keyword del tuo sito, indicando quante sono quelle posizionate, per quali parole sei entrato nella SERP delle prime 5 pagine di Google e quali invece andrebbero migliorate.

Puoi analizzare tutte le pagine del tuo sito web, vedere quali hanno un buon posizionamento e quali invece sono scese nella classifica e hanno bisogno di ottimizzazione.

Ricerca le keyword per la tua strategia

Nella sfida SEOZoom Vs SEMRush, entrambi combattono ad armi pari per quanto riguarda la ricerca delle keyword perché sono davvero tanti i dati e le soluzioni che ti forniscono per operare le tue scelte.

Grazie ai due SEO tool puoi fare una ricerca di mercato partendo da una keyword a cui sei interessato. Ti basterà inserirla per trovare tutti gli ambiti in cui viene utilizzata e le parole chiave correlate.

Entrambe le piattaforme ti forniscono valori come il Keyword Difficulty, ossia il grado di competitività di una determinata parola chiave, la Keyword Opportunity, cioè quanto è facile posizionare una parola chiave e quale budget ti conviene eventualmente investire e la stagionalità delle keyword per capire quali vengono ricercate tutto l’anno dagli utenti oppure se ce ne sono alcune che è meglio sfruttare solo in determinati periodi.

Per quanto riguarda il mondo delle keyword, i due tool ti danno la possibilità di studiare anche l’interesse degli utenti. Puoi scovare delle long tail che ti permettano di posizionare più facilmente i contenuti sui motori di ricerca, sviscerare gli aspetti più specifici di un argomento, trovare keyword per le tue campagne a pagamento e nuovi angoli per eventuali affiliazioni che hai attive sul tuo sito.

Puoi anche prendere visione dell’ultima SERP per una determinata parola chiave, studiando l’andamento dei tuoi concorrenti.

Imposta un’azione di link building

Se vuoi farti notare agli occhi di Google, una strategia che puoi implementare è quella di link building, ossia incrementare i link in entrata verso il tuo dominio. Anche in questo caso, sia SEOZoom che SEMRush ti mettono a disposizione tantissime funzionalità.

Grazie a queste, puoi trovare nuove keyword che fungano da anchor e schematizzarle all’interno di una strategia più ampia per ottimizzare determinate url del tuo sito. Puoi anche cercare nuovi partner in target a cui far linkare una specifica url sulla base del loro peso sul web.

La qualità dei backlink è molto importante, più della quantità.

Con gli strumenti di analisi puoi studiare sia quelli in ingresso al tuo sito sia la qualità dei backlink dei tuoi competitor.

Programma la tua attività di marketing

Ti abbiamo già parlato della possibilità di creare un calendario editoriale con SEOZoom, ma anche su questo piano SEMRush offre una valida alternativa.

La funzionalità che mette a disposizione si chiama “Marketing Calendar” ed è fondamentale per un team che deve lavorare ad un progetto comune. Grazie alla possibilità di creare campagne e attività, puoi organizzare tutte le azioni della tua strategia di marketing come pubblicazione di blog post, invio di email, lancio di una landing page ecc.

Ah, ultima cosa: entrambi ti offrono la prova gratuita!

Quindi chi vince nella sfida SEOZoom o SEMRush? Difficile a dirsi perché dipende dalle esigenze specifiche di ognuno di noi.

La cosa migliore che puoi fare è sfruttare la prova gratuita che i due tool mettono a disposizione per testare in prima persona tutte le funzionalità e decretare il tuo vincitore.

SEOZoom ti permette di sfruttare 15 giorni di prova gratuita mentre SEMRush ti mette a disposizione 7 giorni.

Entrambi contengono strumenti formidabili, per te chi è il vincitore?

Danilo Polidori

Danilo Polidori, Online Media Manager e fondatore di MediaBuzz, inizia la sua giornata alle 6:00 am con una corsa di 50 minuti a Battersea Park durante la quale raccoglie idee ed energie per affrontare con positività la giornata. Crede con fermezza che lo sviluppo tecnologico e dell’economia digitale rappresenti l’occasione per internazionalizzare le eccellenze produttive del nostro paese e tornare grandi.

More PostsWebsite

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedIn

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *