9 plugin per mettere in evidenza i tuoi contenuti

9 plugin per mettere in evidenza i tuoi contenuti
[Total: 0 Average: 0]

Spesso ho affrontato il tema dei plugin WordPress in questo blog per un motivo semplice: il lavoro di content marketing svolto da questo CMS ha bisogno di buone estensioni. Se vuoi ottimizzare questo aspetto, e trasformare il tuo blog in una macchina allineata con i tuoi obiettivi, non puoi sbagliare: devi scegliere i plugin giusti.

Ecco, quali sono i nomi da ricordare? Dipende dalla situazione: qui ad esempio ho riunito i plugin per scrivere meglio. In questo post, invece, ci sono le estensioni per ottimizzare il processo di inbound marketing. Ah, poi ci sono le funzioni dei plugin che forse non conosci.

E per mettere in evidenza i contenuti migliori? Hai lavorato tanto per creare le tue landing page e per confezionare ebook da regalare in cambio di email… Poi ci sono le tassonomie, le risorse per far scoprire gli articoli ai lettori. Insomma, non ci sono solo i post che pubblichi ogni giorno.

La verità è questa: hai bisogno di qualche plugin per mettere in evidenza i contenuti più importanti. E far fruttare il lavoro di content marketing. Non è una richiesta impossibile da soddisfare, sai? Basta solo dare uno sguardo nella mia cartella dei preferiti.

1. Q2W3 Fixed Widget

Voglio iniziare con uno dei plugin più semplici e utili della raccolta: Q2W3 Fixed Widget è l’add-on che non deve mancare sul tuo blog WordPress. Perché ti permette di fissare i widget nella sidebar. In questo modo seguiranno lo scrolling del mouse.

Cosa significa questo? Prova a mettere un banner verso una landing page nella barra laterale: cosa succede? Due colpi di rotellina e il link è scomparso, così come le speranze di portare il lettore sulla pagina per creare conversioni e raggiungere gli obiettivi.

Q2W3 Fixed Widget risolve questo problema con una spunta su ogni widget: basta un click per fissare i banner. L’attenzione del lettore sarà sempre concentrata sul visual che ti interessa, che porta i click giusti verso le risorse indispensabili.

2. Sticky Header by ThematoSoup

Sai che il primo menu del blog, quello che si adagia nell’header, è il cardine del tuo blog? I link si trovano above the fold, nella sezione che appare al caricamento della risorsa. Qui il lettore può usare i collegamenti per raggiungere le principali sezioni del portale.

mettere in evidenza i contenuti più importanti

Ma questa lista di risorse scompare con lo scrolling. Un peccato, vero? Soprattutto perché ci sono le landing page. Vuoi mantenere la barra di navigazione sempre in primo piano? Vuoi fare in modo che i lettori possano raggiungere in qualsiasi momento archivi e pagine fisse? Devi usare Sticky Header by ThematoSoup. E lo devi fare subito se hai questa necessità.

3. Simple Sticky Footer

Hai aggiunto l’header fisso con i link di navigazione? Adesso puoi prendere in considerazione la possibilità di posizionare un footer indifferente allo scrolling. Sto parlando di una sezione nella zona inferiore del post. In questo caso la risposta arriva da Simply Sticky Footer, un plugin per organizzare quest’area spesso ignorata dai blogger.

Questo plugin ti offre la possibilità di definire il ritardo con il quale mostrare il banner, la larghezza del visual, il CSS aggiuntivo per adattare il plugin allo stile del blog. Detto in altre parole, puoi inserire senza problemi questa estensione al tuo mondo.

4. Hello Bar

Una delle realtà migliori per mettere in evidenza le risorse. A differenza dell’header fisso, la Hello Bar si trova nella parte superiore del blog, la più alta. Sovrasta menu, nome, barra di ricerca. Puoi usare questa risorsa per mettere in evidenza un bottone con call to action e link o un form per aumentare gli iscritti alla newsletter. Questi sono obiettivi concreti, non trovi?

5. GC Message Bar

Una buona alternativa ai nomi già elencati. GC Message Bar è simile all’ultimo plugin elencato: si tratta di una barra da posizionare nella parte alta del blog e nel footer dell’articolo. L’aspetto interessante di questa risorsa? Puoi personalizzarla in mille modi differenti, un dettaglio che non puoi ignorare quando hai determinate esigenze.

6. WordPress PopUp

Sei fedele alla logica inbound marketing e non ami tutto ciò che spinge contenuti verso il pubblico. Ma puoi trovare delle soluzioni intermedie, dei pop-up studiati per preservare l’armonia con i lettori del blog. Proprio come quelli che puoi creare con questo ottimo plugin: WordPress PopUp – Popover Maker.

Le possibilità offerte sono innumerevoli: puoi decidere quando far apparire testo e visual, puoi creare la grafica da zero ed essere sicuro di ottimizzare il messaggio per qualsiasi schermo. WordPress PopUp, infatti, è responsive: non presenta problemi quando passi da uno schermo all’altro.

Ma i pop-up non erano il male? Anche io diffido da queste tecniche, ma ti assicuro che spesso dipende dalla logica con la quale crei le campagne. Il contenuto è coerente con l’argomento? Lo hai ripetuto mille volte o è un’informazione interessante? Dopo quanto tempo appare la creatività? Appena l’utente inizia a leggere l’articolo o quando sta per andare via? Le risposte fanno la differenza.

7. YITH Newsletter Popup

Ecco un plugin per raccogliere i contatti email della tua newsletter. Le funzioni di YITH Newsletter Popup sono pensate per chi ha un obiettivo specifico: arricchire le liste con indirizzi in target. Nel form puoi inserire un’immagine, la call to action e un testo per spiegare i vantaggi della tua attività: qui devi sfruttare tutte le tue capacità persuasive.

8. OptinMonster

Il plugin definitivo per inserire banner di qualsiasi tipo sul tuo blog. A differenza di tanti concorrenti, OptinMoster offre una base solida agli utenti più esigenti: attraverso questo plugin puoi osservare statistiche, creare A/B test e scoprire qual è la combinazione più efficace. Sai bene cosa significa questo: aumentare le conversioni.

9. Ninja Popups

Il miglior plugin per inserire banner sul tuo blog? Molti puntano il dito verso Ninja Popups, un’estensione che offre mille strumenti per mostrare i contenuti più importanti. E in questo caso sto parlando di video, form, link verso landing page, mappe, bottoni con call to action.

Ninja Popups è un plugin a pagamento, ma è il nome da ricordare se vuoi un prodotto superiore. Tra le funzioni più interessanti c’è la possibilità di inserire banner differenti in base alle pagine. Quindi puoi targettizzare i contenuti da mostrare, e ottimizzare i risultati osservando statistiche precise.

Quali sono i migliori plugin WordPress?

Questa è una selezione di plugin pensati per mettere in evidenza i tuoi contenuti migliori. Sto parlando di pagine dedicate all’attività commerciale, ai documenti, al content marketing. Scommetto che tu hai qualche consiglio e link da aggiungere. Lascia il tuo commento, aiutami a migliorare questa lista.

Riccardo Esposito

Riccardo Esposito, blogger per MediaBuzz. Si occupa di scrittura online dal 2008: ha iniziato in agenzia e ora passa 14 ore al giorno davanti al monitor del suo iMac. Il suo blog personale: My Social Web

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedIn

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.