Personal storytelling: racconta i tuoi valori

Personal storytelling: racconta i tuoi valori
[Total: 1 Average: 5]

Il personal storytelling è una delle attività fondamentali per costruire, nel tempo, un’immagine forte e robusta.

Di sicuro rientra nella macro categoria del personal branding, vale a dire le strategie per comunicare al pubblico che ti interessa i valori che ti caratterizzano. E che tu vuoi far passare.

In che modo? Raccontando una storia, narrando i principi che ti permettono di presentare un’identità con prospettive diverse da quelle potrebbero apparire. Non si tratta di creare una versione artificiale della propria identità online: il personal storytelling crea un filo conduttore e lo rende evidente.

Cos’è il personal storytelling online?

Con questo termine s’intende quell’insieme di tecniche e strategie per creare una narrazione del proprio brand in modo da comunicare valori profondi e positivi. Si manifesta come soluzione che porta benefici sul lungo termine, si trova in una posizione diametralmente opposta a quella dell’advertising classico che interrompe la fruizione. Qui, infatti, possiamo parlare sul serio e a giusta causa di inbound marketing.

L’informazione si manifesta come un contenuto (testuale, video, audio o immagine) che attira l’utente e lo intrattiene attraverso un fil rouge basato su elementi ridondanti e capaci di andare oltre alla pubblicazione di cosa fai. Con il personal storytelling ci concentriamo, piuttosto, sul perché lo fai.

Come raccontare il proprio brand

Perché il personal storytelling funziona e riesce a superare gli ostacoli che si manifestano di fronte a una divulgazione commerciale e non rivolta al trasferimento dei valori? Semplice, le storie sono un formato comunicativo che siamo ben disposti ad accettare. Riconosciamo nell’input che spinge verso la vendita un’interferenza, un disturbo. Ma la storia riusciamo a codificarla in modo diverso.

storytelling
Le caratteristiche dello storytelling – Fonte immagine

Un messaggio di vendita diretto può funzionare o meno, dipende da tanti elementi. Ma perché alcuni brand riescono a ottenere grandi risultati? Unendo le forze e aggiungendo all’ADV il valore di storie personali che generano comprensione ed empatia. Vuoi costruire un brand forte e duraturo nel tempo?

Devi riconoscere il tuo target

Come raccontare una storia se non hai presente la tua audience? Crea delle personas, idealtipi dei vari segmenti di pubblico. E identifica necessità, desideri, obiettivi che riescono a muovere singole azioni. Devi conoscere meglio il pubblico che ascolterà la tua storia per scegliere le parole e le immagini adatte.

Poi hai bisogno dei valori

Cosa stai comunicando? Il target è chiaro ma adesso devi affrontare la fase più difficile, quella che ti consente di individuare i punti di forza da inserire attraverso la storia. All’interno del ciclo narrativo c’è un eroe, ci sono delle prove da affrontare e da codificare attraverso quelle che tu reputi delle virtù.

Un esempio di personal storytelling

Dal mio punto di vista uno dei migliori esempi di personal storytelling in circolazione è quello di Bill Gates. Un uomo che, ovviamente, parte da una situazione favorita m all’apice della sua carriera viene riconosciuta come una persona di successo, un grande imprenditore che ha creato un impero.

bill gates
Una delle dichiarazioni di Bill Gates.

Nel corso degli anni successivi all’abbandono della Microsoft Bill Gates ingaggia un lavoro diverso: quello che lo porta a farsi conoscere come persona sensibile a temi social. E questo avviene attraverso mezzi differenti, in primo luogo blog e Twitter. Che permettono di creare una narrazione del suo brand.

Il video storytelling è la soluzione?

Spesso si punta a un tema molto importante: la creazione di una narrazione video, basata sui contenuti che si possono condividere attraverso il contenuto base del visual storytelling. Non è un mistero, infatti, che le clip sono una forma imprescindibile nell’attuale equilibrio di una dieta mediale.

Le persone usano i video per l’informazione e l’intrattenimento. Ed è per questo che il personal storytelling può avere vita facile sul supporto video: attraverso tale strumento puoi comunicare facilmente.

E lo puoi fare ogni giorno grazie a quel magico mix di emozioni e informazioni che diventa difficile da organizzare senza musica, suoni, voci, immagini e contenuti di valore (sempre validi).

D’altro canto non devi cadere nella banalità del video a tutti i costi: funziona bene ma non è l’unica soluzione. E non è neanche la più vantaggiosa se il tuo pubblico si trova altrove. Inoltre i video, che sono sempre in crescita sulle varie piattaforme, hanno bisogno di competenze per avere dei buoni risultati.

Libri e testi sul personal storytelling

Vuoi approfondire questo argomento nel miglior modo possibile? Ci sono diversi approfondimenti sul tema, io ti consiglio “Personal storytelling. Costruire narrazioni di sé efficaci” di Andrea Bettini e Francesco Gavatorta. Lo puoi trovare e acquistare su Amazon, e consiglio di acquistarlo insieme a un altro testo molto importante:The Power of Personal Storytelling, Spinning Tales to Connect with Others Paperback“.

Da leggere: come fare brand storytelling, la guida

Personal storytelling: hai iniziato?

Spero di sì perché puoi ottenere tanto con questa metodologia. Ovviamente c’è da aggiungere un dettaglio: non basta pubblicare foto o video sulle varie piattaforme con la tua immagine al centro per ottenere buoni risultati. Questa strategia di brand building ha bisogno della giusta attività organizzativa.

Cosa significa esattamente? Devi creare un piano teorico per capire chi sei, quale risultato ottenere e quanto puoi investire per comunicare i valori giusti. Sei d’accordo? Tu da dove hai iniziato la pubblicazione?

Riccardo Esposito

Riccardo Esposito, blogger per MediaBuzz. Si occupa di scrittura online dal 2008: ha iniziato in agenzia e ora passa 14 ore al giorno davanti al monitor del suo iMac. Il suo blog personale: My Social Web

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedIn

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *