Come migliorare la pubblicazione e la promozione dei video su Facebook

Come migliorare la pubblicazione e la promozione dei video su Facebook
[Total: 1 Average: 5]

Vuoi ottimizzare video su Facebook? Ottima idea, questo è un passaggio decisivo per spingere la tua attività di social media marketing puntando su contenuti che fanno (veramente) la differenza online.

C’è sempre la necessità di attivare un lavoro di visual storytelling su Facebook: i video permettono di ottenere buoni risultati perché danno esattamente ciò che serve a Mark Zuckerberg. Sto parlando dell’intrattenimento, vale a dire un elemento decisivo per mantenere il pubblico sulla piattaforma.

Il social network in questione guadagna se riesce a mantenere il pubblico sulle pagine, sulla timeline dove scorrono le pubblicità. Che sono fonte di guadagno, mi sembra chiaro. Il video si inserisce nel meccanismo e viene premiato dall’algoritmo. Ad oggi questo è ancora il formato che riesce a ottenere una buona visibilità organica. Ecco qualche numero preso dalle slide che trovi in basso.

migliorare video su Facebook

I video su Facebook funzionano (ancora).

È un tuo preciso dovere ottimizzare una serie di passaggi per ottenere buoni risultati. Ad esempio quali sono le dimensioni da rispettare? E il formato file? Ecco come ottimizzare video su Facebook.

Da leggere: fare storytelling, i suggerimenti di Facebook

Devi catturare subito il singolo

Questo è uno step decisivo per pubblicare video efficaci su Facebook: l’attenzione del pubblico deve essere colta immediatamente, non devi raggiungere il focus alla fine del contenuto. Hai pochi secondi (più o meno 3) per catturare lo sguardo distratto di un utente che ha sempre più dimestichezza con uno scrolling rapido, da vero flâneur del XXI secolo che vaga tra le maglie del web in modo disattento.

Una delle soluzioni migliori per risolvere questo punto se si tratta di un video lungo: fare una sintesi del lavoro affrontato prima della sigla. Oppure, se si tratta di una clip breve, inizia direttamente concentrando l’attenzione sul punto d’interesse, senza preamboli e cappelli introduttivi.

Crea una copertina Facebook accattivante

In quest’equilibrio si inserisce un’esigenza altrettanto importante per ottimizzare i video pubblicati su Facebook: la thumbnail. Devi creare un’anteprima degna di nota, capace di anticipare il contenuto

Soprattutto deve farsi cliccare. Per ottenere questo risultato puoi usare uno dei tool più efficaci. Sto parlando di Canva, la piattaforma per creare copertine per video Facebook. Ma anche per YouTube e post normali. Insomma, inizia a usare questo tool per fare visual storytelling su tutti i social.

Da leggere: Come usare la ricerca di Facebook come un vero web marketer

Lavora sul formato adeguato a Facebook

Come guardano i tuoi video? Dal cellulare o dal desktop? Assicurati di usare la soluzione migliore per il tuo contenuto, e in questo caso Buffer ci fa capire qual è la condizione ideale: square video, formato quadrato in grado di adattarsi a desktop e mobile senza problemi. Guarda il grafico, è impressionante.

quale formato video facebook

Ecco qual è il formato migliore per i video su Facebook.

Perché questa soluzione (rapporto 1:1 per i lati) funziona? In primo luogo si adatta a entrambe le soluzioni, desktop e mobile, ma su quest’ultima condizione hanno registrato dei risultati incredibili.

video quadrati funzionano in termini di coinvolgimento medio, visualizzazioni e copertura in particolare su smartphone. Se consideri che gli square video (1: 1) occupano il 78% in più di spazio nel feed da mobile rispetto al formato orizzontale (landscape, 16: 9) hai la risposta che cercavi.

Pubblica un post completo con il video

Quando carichi una clip su Facebook con l’upload nativo puoi ottenere una serie di vantaggi aggiungendo tutti i campi che vengono indicati dall’editor. Ad esempio puoi aggiungere un titolo o una didascalia che accompagnerà il video e aprirà la strada nello stream ufficiale Qui puoi aggiungere diversi elementi.

Parlo sempre di dettagli necessari al tuo scopo. Molti inseriscono hashtag e menzioni, oppure link che possono essere utili alla conversione. Però uno dei punti più interessanti riguarda la presenza delle call to action, vale a dire le chiamate all’azione che permettono al post di richiamare l’attenzione su un aspetto chiave: la conversazione. Non dimenticare mai di interagire con il pubblico che lascia commenti.

L’importanza dell’engagement per i video

Facebook, come detto prima, ha bisogno di mantenere l’attenzione del pubblico sulla piattaforma. Ciò accade con i video e con le interazioni. Quindi, per avere maggior attenzione e portare il post che hai pubblicato sotto lo sguardo del pubblico, assicurati di ingaggiare delle conversazioni virtuose.

Un consiglio: se possibile coinvolgi altre pagine o utenti interessati alla tua attività. Se citi un prodotto o un amico, magari un collega, puoi aggiungere @nomeutente per richiamare l’attenzione sul tuo lavoro.

Punta sui live e sulle dirette

Questo è un aspetto decisivo per avere maggiori interazioni e creare dei contenuti video che funzionano: pensa a una diretta, un live Facebook per coinvolgere gli utenti in uno spettacolo senza filtri. Non c’è preparazione o backstage, non hai tagliato il tuo contenuto. Questa formula funziona, sfruttala al massimo magari creando delle vere e proprie rubriche tematiche.

Fare video da vedere e non ascoltare

La gestione dei video su Facebook prevede la necessità di creare dei contenuti capaci di comunicare senza l’audio. Le statistiche, infatti, mostrano una quantità abnorme di clip fruite con il sonoro spento. Questo riguarda sicuramente la fruizione mobile, in situazioni in cui puoi dare fastidio a chi ti circonda.

Ricorda di creare dei video in grado di svolgersi senza musica o voce. In che modo puoi risolvere questo problema? In primo luogo con un buon uso delle headline e dei titoli montati sul visual, ma soprattutto con i sottotitoli che possono essere di grande aiuto al pubblico che guarda ma non ascolta.

Come mettere testo sui video

Ricorda che c’è una funzione nativa di Facebook per inserire i sottotitoli, in alternativa puoi usare applicazioni che possono aggiungere testo su clip e immagini. Questo può essere utile soprattutto sui video emozionali, per quelli informativi (dove ad esempio c’è una persona che parla) è meglio usare le caption ufficiali. Quali sono i tool che uso per mettere scritte sul video? Animoto e Lumens5 su tutti.

Per approfondire: nuove idee per i post su Facebook

Come ottimizzare video su Facebook?

Qui provo a inserire dei punti per migliorare le clip che pubblichi sul profilo o sulle Fan Page di questo social. Il punto che voglio e devo ricordare con maggior forza: l’obiettivo. Non basta montare un video e lanciarlo sulla piattaforma per ottenere buoni risultati, il content marketing deve avere sempre uno scopo.

Perché hai deciso di fare video marketing su Facebook? E, soprattutto, quali sono i punti essenziali del tuo lavoro? Lascia nei commenti la tua idea a proposito dell’ottimizzazione di questi contenuti.

Riccardo Esposito

Riccardo Esposito, blogger per MediaBuzz. Si occupa di scrittura online dal 2008: ha iniziato in agenzia e ora passa 14 ore al giorno davanti al monitor del suo iMac. Il suo blog personale: My Social Web

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedIn

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.