Il mio sito non compare sui motori di ricerca: cosa devo fare?

Il mio sito non compare sui motori di ricerca: cosa devo fare?
[Total: 1 Average: 5]

Non trovo il mio sito su Google: quante volte hai dovuto affrontare questo problema? Tante se lavori nel settore SEO come professionista, ma spesso chi muove i primi passi in questo mondo ha molte difficoltà e deve gestire il problema.

E non è detto che ogni risposta sia facile per chi ha già affrontato progetti differenti: c’è sempre qualcosa da imparare con i motori di ricerca. Quando un sito non visibile ha bisogno di essere presente nella serp devi solo capire come porre rimedio.

Oggi i motori di ricerca sono rapidi e veloci nell’inserire nuove risorse nell’indice, sono passati i tempi delle lunghe attese. Per questo, quando Google non ne vuole sapere di mettere il tuo sito web o il blog aziendale nei risultati di ricerca, devi prendere in considerazione alcuni aspetti.

Per approfondire: quali sono le regole fondamentali della SEO?

Indicizzare il sito web, cosa significa?

Prima di capire come segnalare il sito ai motori di ricerca bisogna avere le idee chiare. Il motore di ricerca usa i crawler (programmi di scansione, bot) per scoprire nuove risorse e capire se c’è qualcosa di nuovo da proporre agli utenti. L’indicizzazione è il processo che porta a inserire il tuo prodotto negli archivi.

Poi il ranking è un’altra cosa. Che differenza c’è tra indicizzazione e posizionamento di un sito web? Con il primo termine si definisce il lavoro che ti porta a essere presente nel database di Google.

Il secondo, invece, riguarda la possibilità di far arrivare una pagina web tra le migliori posizioni della serp. Sono due lavori diversi ma correlati: senza indicizzazione non c’è posizionamento. E quindi il tuo business ne risente. Meglio evitare questo passaggio, non credi? Ecco come puoi risolvere i problemi.

Come sottoporre il sito a Google: 2 strade

Quando ti chiedono perché non trovo il mio sito su Google la risposta può essere fin troppo banale. Forse il motore di ricerca non ha ancora visto le pagine: anche se i tempi si sono velocizzati il processo può essere ritardato da diversi elementi. Ecco perché Mountain View mette a disposizione molti strumenti.

Invia sito a Google

Esiste dalla notte dei tempi, lo usavo 10 anni fa per segnalare i miei siti. Oggi la pagina per l’Aggiunta/Aggiornamento di un URL è ancora disponibile e si presenta come una soluzione ufficiale per segnalare la presenza di un nuovo sito o URL. Funziona? Credo che sia ancora un modo per comunicare con Google, ma oggi è possibile fare meglio e prima. Continua a leggere.

Search Console e sitemap

Esatto, uno dei modi migliori per sottoporre un sito a Google è la creazione della Search Console per inviare la sitemap, vale a dire il file XML che il motore di ricerca analizza per scoprire nuovi contenuti.

Se vuoi avere maggiori possibilità di indicizzazione, a un buon posizionamento, non deve mancare quest’operazione così importante. Per tranquillità massima puoi fare lo stesso lavoro con il Webmaster Tool di Bing e segnalare la sitemap su questo motore di ricerca (che dà i risultati anche a Yahoo!).

Come inserire il sito su Google Maps e News

Due prodotti differenti che meritano la tua attenzione. Sei stato indicizzato nella ricerca principale ma manca ancora la presenza sulle mappe? Perfetto, devi scegliere l’aiuto del Google My Business, lo strumento ufficiale per riconoscere una struttura locale e aggiungere il brand sulla mappa.

In questo modo puoi ottenere il posizionamento del nome azienda sulle ricerche geolocalizzate nella serp, senza dimenticare la scheda attività che sintetizza nella serp chi sei, cosa fai e come contattarti o raggiungerti. Tutto ciò è importante se sei un’azienda, mentre un magazine ha bisogno di Google News. Questa sezione raccoglie le notizie dei vari portali su diversi argomenti. Per accedere bisogna:

  1. Dimostrare una buona frequenza di pubblicazione.
  2. Avere più nomi che pubblicano gli articoli.
  3. Puntare su una struttura sito pulita e facile da scansionare.

In realtà l’indicizzazione del sito su Google News è un passaggio complesso, o meglio: il motore di ricerca valuta con attenzione le richieste e per ottenere il via libera bisogna aspettare il parere positivo di Mountain View. Ti posso anticipare che non è affatto semplice inserirsi in questa sezione.

Indicizzare una singola pagina: Search Console

In qualche caso puoi aver bisogno di evidenziare un’unica risorsa. Il sito web è già visibile ma il crawler non è ancora passato su ciò che hai appena pubblicato. Per i siti web molto attivi Google usa un intervallo di tempo minimo, passa di continuo sui portali che rinfrescano le pubblicazioni con costanza.

Le attese si fanno più lunghe se il ritmo di pubblicazione è minore. Lo stesso vale per le risorse più vecchie: Google non le scansiona di continuo e possono passare alcune settimane tra un passaggio e l’altro.

Come muoversi per indicizzare una singola pagina appena pubblicata, modificata o che per qualche motivo il motore di ricerca ha ignorato? Semplice puoi usare lo strumento URL della Search Console.

Basta inserire l’indirizzo della pagina nello spazio in alto per richiedere l’analisi. Qui Google ti dice se ci sono problemi, se la pagina è già stata vista in passato o meno. A questo punto puoi iniziare il processo e chiedere allo spider (il crawler) di analizzare ciò che hai proposto. Nell’arco di 30 secondi sei online.

Il mio sito WordPress non appare su Google

Prima soluzione che ti propongo: hai spuntato l’opzione che suggerisce al CMS in questione di non mostrare il sito ai motori di ricerca. Nelle impostazioni generali, infatti, hai la possibilità di inibire i crawler di Google, Bing e Yahoo! per nascondere agli occhi degli utenti il tuo lavoro su internet.

wordpress motori di ricerca

Attenzione a questo dettaglio su WordPress.

Questa opzione può essere spuntata per errore o in fase di manutenzione, quindi prima di gridare al complotto assicurati che non sia stata scelta questa soluzione: sarebbe un colpo decisivo per l’indicizzazione. Quindi assicurati di pubblicare il tuo blog in modo da renderlo subito visibile e scansionabile.

Da leggere: come mettere in pratica le strategia di link building

Non trovo il mio sito su Google: cosa fare?

Qui trovi una serie di passaggi essenziali per risolvere il problema e apparire sul motore di ricerca. Obiettivo? Far salire il sito e ottenere buoni risultati, visibilità visite e possibilmente clienti. Ma sai bene che questo è un circuito difficile, non è sempre immediato il percorso di una buona ottimizzazione SEO.

Anzi, spesso questo, l’indicizzazione, è il primo passo per affrontare una lunga strada in salita. Lo sa bene chi opera in contesti competitivi, come l’ottimizzazione delle schede prodotto e la SEO per ecommerce. Tu hai già affrontato questo punto? Lascia la tua opinione nei commenti del post.

Riccardo Esposito

Riccardo Esposito, blogger per MediaBuzz. Si occupa di scrittura online dal 2008: ha iniziato in agenzia e ora passa 14 ore al giorno davanti al monitor del suo iMac. Il suo blog personale: My Social Web

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedIn

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.