Come trovare lavoro nelle Digital PR

Come trovare lavoro nelle Digital PR
[Total: 1 Average: 5]

Quali sono le competenze per lavorare nelle digital PR? In primo luogo devi capire qual è l’argomento in questione, di cosa stiamo parlando realmente.

Spesso questo universo viene confuso con il semplice lavoro di chi scrive e invia comunicati stampa senza una prospettiva o un ragionamento. Solo per fare spam sperando in una qualche ripubblicazione.

Questo è un problema da risolvere e un aspetto da chiarire: chi fa Digital PR non si occupa di questo, ma lavora per dare un valore aggiunto alla strategia di web marketing. Sto parlando della capacità di creare connessioni virtuose.

Un esempio concreto? Le pubbliche relazioni digitali possono essere usate per fare link building, e per trovare blogger disposti a ripubblicare un lavoro di content marketing in modo automatico e senza forzature. Oppure puoi pensare all’opera di blogger outreach, per trovare candidati da contattare per coinvolgerli i campagne di influencer marketing. Sembra complesso tutto questo? Iniziamo dalla base.

Da leggere: I migliori add-on Google Chrome per fare Digital PR

Conoscenza diffusa del marketing digitale

Il primo aspetto da considerare quando si vuole lavorare nelle Digital PR è questo: avere una competenza ampia rispetto al tema legato al digital marketing. Oggi non basta aver studiato i classici, sul serio.

Devi conoscere sul campo le dinamiche che si sviluppano sui media digitali. Sul web ma non solo. Le strade da seguire per fare una buona formazione sono, di solito, tre. Ecco la mia ricetta personale:

  1. Leggere libri e seguire corsi specifici.
  2. Fare esperienza in una web agency.
  3. Sporcarsi le mani con progetti propri.

Questi passaggi sono indispensabili, secondo me, per lavorare nelle Digital PR. Il motivo è semplice: da un alto apprendi la teoria, dall’altro lavori su aspetti concreti per avere sotto controllo ciò che succede sul campo. Che è sempre diverso da come si presenta sui libri e nei corsi online o in aula.

Aspetto collegato al contesto: operare su un progetto personale, magari su un piccolo evento per lavorare non come semplice esecutore di compiti. Testare in prima persona, senza intermediari, è il primo passo per avere una competenza completa nelle Digital PR ma non abbassare mai la guardia.

Attenzione alla gavetta: non farti sfruttare

Vero. È importante fare in modo che ci sia una buona esperienza per capire come trovare lavoro in questo mondo. La gavetta è necessaria, ma non piegare la testa verso lavori poco convenienti: devi trovare il modo per “rubare il lavoro” da chi è più bravo di te, sei qui per imparare e non per lavorare gratis.

Poi è chiaro che all’inizio lo stipendio non sarà il massimo. Sarà compito tuo migliorare il tariffario grazie a un buon lavoro sulla tua capacità di cogliere opportunità e tagliare i rami secchi. Soprattutto, se operi come dipendente devi sempre curare il brand. Vuoi approfondire? Continua a leggere, avanti.

Crea il tuo brand online: fatti conoscere

Hai già aperto un blog? Hai un sito web per promuovere la tua attività? Ti stai facendo conoscere sui social network? E stai presidiando le conversazioni dedicate al tuo campo professionale? Attenzione, non pensare di esonerarti da questo lavoro: devi sviluppare il tuo nome online se sei freelance o dipendente.

Quando il dipendente inizia a sviluppare la propria presenza online può avere un potere contrattuale da far valere. E un paracadute nel momento in cui decide di lavorare come libero professionista.

Specializzati in un ramo delle digital PR

Ci sono diversi settori che puoi approfondire quando decidi di lavorare nelle digital PR. C’è, ad esempio, chi si occupa della relazione tra SEO e interazioni con i webmaster che gestiscono le menzioni di una pagina.

Vuoi lavorare in questo settore? Devi conoscere le strategie di link building, il valore di tutto ciò per la buona ottimizzazione off-page e le caratteristiche di un collegamento ipertestuale di qualità. Essere carenti su questo punto, ad esempio, può allungare i tempi e complicare il percorso.

In altri casi puoi operare nelle pubbliche relazioni legate agli eventi. Qui devi gestire i comunicati stampa da inviare ai quotidiani e le collaborazioni con i blogger da coinvolgere nel lavoro di influencer marketing. Anche in questo caso le competenze da sviluppare sono profonde e articolate.

È possibile coprire più settori delle Digital PR? Con un’agenzia puoi avere questo risultato, per questo devi scegliere con cura le persone giuste da inserire nel tuo progetto di digital marketing.

Coltiva la gestione delle community online

Ci sono molte caratteristiche da alimentare nel profilo di un esperto di digital PR, ma una delle più importanti è questa: la sensibilità nello sviluppare le community su internet, e soprattutto dei singoli rapporti tra chi scrive e chi legge. Ad esempio, sai qual è uno degli errori più comuni e drammatici?

Mandare comunicazioni (comunicati, materiale stampa, omaggi…) a un pubblico indefinito con un messaggio sempre uguale. Questo è sinonimo di approssimazione e superficialità: chi lavora bene nelle digital PR conosce l’importanza della personalizzazione in questi casi. Creare un’email per fare blogger outreach, ad esempio, è uno dei passaggi più delicati. E lo stesso vale con i giornalisti online.

Altro aspetto da considerare: come diminuisci le distanze tra blogger e digital PR? Mandi la prima comunicazione o crei uno strato di fiducia e di consapevolezza via social? Attraverso buone interazioni puoi affrontare il pubblico da una prospettiva diversa, raggiungendo le persone giuste nel momento in cui già conoscono il tuo brand. Per fare questo c’è bisogno di consapevolezza e competenza.

Devi conoscere i tool per monitorare il web

Altra competenza specifica per lavorare nel Digital PR: la capacità di usare i tool per affrontare le varie sfumature del web. Chi si occupa di questo settore deve essere in grado di sfruttare strumenti come:

  1. Hootsuite.
  2. Tweetdeck.
  3. Buzzsumo.
  4. Talkwalker.
  5. Mention.
  6. Google Alert

Questo è solo un assaggio dei tool per capire cosa pubblicano le persone. E quali sono gli account più interessanti per un determinato scopo. Tutto ciò senza dimenticare i SEO tool per affrontare le serp. Anche strumenti come Semrush e SEOzoom sono nei preferiti di chi opera nel settore.

SEOZoom Gratis per 15 giorni? Clicca qui e usa il Coupon MEDIABUZZ15.

Osservare nel modo giusto

Una delle caratteristiche per muoversi nel settore delle pubbliche relazioni che si articolano nel digitale: misurare e analizzare sono due verbi che si sviluppano insieme. Saper usare gli strumenti è importante, ma devi contestualizzarli e sfruttarli per raccogliere le informazioni che servono sul serio.

Il lavoro di gavetta serve a questo: sviluppare competenze specifiche non solo nella creazione di un comunicato, della cartella stampa da fornire ai quotidiani o di un’email per fare outreach.

Devi comprendere a cosa serve una strategia di digital PR, quali sono i numeri da monitorare per la singola attività e come ottenere il massimo con le continue modifiche da applicare. Per questo – opinione personale – è così importante puntare sulla specializzazione in un determinato settore.

Per approfondire: come fare Digital PR con Twitter

Come lavorare nelle Digital PR secondo te

Come puoi bene vedere operare in questo settore non è semplice. E diventare un Digital PR expert vuol dire ben altro rispetto al classico copia e incolla di testi esausti. Ma come si inizia a operare in questo settore? Quali sono i passi da seguire? Lascia la tua opinione nei commenti per approfondire questo tema.

Riccardo Esposito

Riccardo Esposito, blogger per MediaBuzz. Si occupa di scrittura online dal 2008: ha iniziato in agenzia e ora passa 14 ore al giorno davanti al monitor del suo iMac. Il suo blog personale: My Social Web

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedIn

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.