Vuoi fare inbound marketing con Instagram?

Vuoi fare inbound marketing con Instagram?
[Total: 1 Average: 5]

Attivare una strategia di inbound marketing con Instagram non è solo una buona idea: in alcuni casi può essere la soluzione. Obiettivo? Ottenere quei vantaggi tanto attesi da una campagna che mira a far trovare i contenuti giusti alle persone interessate.

Perché questo fa l’inbound marketing, giusto? Interrompe la logica dell’advertising classico che disturba l’utente con messaggi non contestualizzati e si trasforma in qualcosa di utile in una circostanza.

Quali sono gli strumenti per fare inbound marketing più noti agli esperti di web marketing? Il blog è in cima alla lista dei tool da tenere come riferimento, ma non basta: in determinate circostanze bisogna andare oltre. E valutare la promozione, i video, l‘influencer marketing. Ecco perché una strategia di inbound marketing con Instagram può essere decisiva.

Da leggere: le fasi centrali dell’inbound marketing

Instagram, strumento per prendere decisioni

Il punto di partenza per creare una strategia di inbound marketing su Instagram: trattare questa realtà come un ecosistema. Un mondo nel quale le persone possono trovare ispirazione, informarsi su un argomento, scoprire cosa cucinare, acquistare, indossare, usare per lavorare.

Chiaro, non possiamo equiparare Instagram con Google perché su quest’ultimo puoi intercettare praticamente il mondo intero. Instagram è particolarmente utile per chi lavora nel B2C. Ma in alcuni settori (abbigliamento, food, travel, wedding, etc) può smuovere le masse che ti interessano.

E con una ricerca interna che funziona particolarmente bene, a differenza di Facebook, puoi pensare a un sistema di contenuti pensati per aiutare le persone a trovarti nel momento in cui hanno bisogno di te.

Crea un piano editoriale Instagram adeguato

Il punto di partenza è questo. Attraverso un calendario ben strutturato, e basato sul raggiungimento di obiettivi concreti, puoi alimentare il canale aziendale o personale e iniziare ad attirare le persone giuste. In cosa consiste questo lavoro? Quali sono i contenuti da pubblicare? Ecco qualche esempio concreto:

  1. Informazioni sulla vita in azienda.
  2. Post informativi per l’utente.
  3. News di settore e informazioni utili.
  4. Tutorial per raggiungere obiettivo.
  5. Descrizione di funzioni specifiche.
  6. Post di presentazione dei dipendenti.

Instagram consente di vendere prodotti con una semplicità disarmante perché sul tuo profilo business puoi collegare la vetrina della Pagina Facebook e creare uno shop con un tag dei prodotti caricati. Basta un tap sull’immagine per procedere verso la scheda Facebook e poi la pagina dell’ecommerce.

Sfrutta l’importanza del video marketing

Parlare di contenuti da pubblicare su Instagram è importante, soprattutto se si pone l’attenzione su un fattore chiave: la presenza di un’ampia combinazione per pubblicare contenuti video. Non solo mini-clip nel profilo, ma grazie a IGTV puoi creare una piccola emittente TV basata sui social.

Parlo di un vero concorrente di YouTube che ti dà la possibilità di caricare video abbastanza lunghi, ovviamente in versione portrait data la natura mobile di questa piattaforma. Ma non dimenticare anche la possibilità di usare video dirette nelle storie, altro canale che ha conquistato l’attenzione.

strategia di inbound marketing
Pianifica la tua strategia di inbound marketing.

Perché l’immediatezza di questi contenuti divisi in episodi, e che si cancellano dopo 24 ore a meno che non si mettano in evidenza nel profilo, si sposano alla perfezione con la necessità di trasformare la tua presenza su Instagram in un’azione di visual storytelling. Quindi si allontana l’idea di pubblicare solo contenuti promozionali e si sposa l’opzione narrativa: io racconto il mio brand.

E lo faccio in modo spontaneo, naturale. Mentre il feed ufficiale di Instagram può essere una rappresentazione ufficiale e istituzionale del piano editoriale, IGTV può diventare canale video con tutorial e approfondimenti. Invece le stories si trasformano in elemento narrativo di storytelling che punta sull’immediatezza e l’improvvisazione. Che rende tutto più naturale, diretto, semplice.

Lavora con influencer marketing su Instagram

Un aspetto che non può essere ignorato: Instagram è una delle piattaforme essenziali per creare rapporti virtuosi con persone che hanno una grande notorietà all’interno di una nicchia più o meno ampia.

Questo è sintetizzato nel concetto di influencer marketing, quell’attività che ti dà la possibilità di interfacciarti con un pubblico che non ti conosce grazie all’endorsement di un testimonial.

Fare influencer marketing su Instagram.

Ciò fa parte delle strategie di inbound marketing su Instagram e si basa su un lavoro di blogger outreach per intercettare le persone più interessanti per il tuo progetto. Che non sono per forza quelle che hanno più follower, bisogna valutare una serie di fattori approfonditi per capire come scegliere un influencer.

Come l’engagement. Ha senso ha avere un buon riscontro in un pubblico che non ti appartiene? O magari parlare con dei seguaci che non ti ascoltano e non hanno alcun interesse nel prodotto o servizio sponsorizzato? L’influencer marketing deve essere pensato sempre in chiave inbound.

Non dimenticare le sponsorizzazioni online

Errore: pensare alla pubblicità su Instagram come uno strumento separato dall’inbound marketing. Questa metodologia, una vera e propria scuola di pensiero per molti, non esclude la presenza dell’ADV.

Ma punta tutto sempre sulla necessità di integrare, non interrompere. Un’idea già insita nelle dinamiche dei social che fanno capo a Facebook. E che configurano i post promossi come native advertising.

Quindi, quando decidi di fare inbound marketing con Instagram ricorda di lasciare una parte del budget per creare delle sponsorizzazioni per promuovere i contenuti transazionali. Quelli, cioè, che prevedono un’azione concreta da parte del pubblico per raggiungere il tuo obiettivo di business.

Da leggere: come migliorare le Instagram Stories

Strategia di inbound marketing con Instagram

Questo è il punto per consentire al tuo profilo su Instagram di diventare ingranaggio concreto, utile ed efficace di una strategia basata sull’inbound. Il content marketing su questo social network permette di creare post utili per il pubblico che ti interessa e la scelta può essere orientata grazie a un visual che può essere trasformato anche in strumento di vendita. Hai già iniziato a lavorare in questa direzione?

Riccardo Esposito

Riccardo Esposito, blogger per MediaBuzz. Si occupa di scrittura online dal 2008: ha iniziato in agenzia e ora passa 14 ore al giorno davanti al monitor del suo iMac. Il suo blog personale: My Social Web

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedIn

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *