Come gestire il tuo ecommerce su Facebook

Come gestire il tuo ecommerce su Facebook
[Total: 1 Average: 5]

Facebook per ecommerce: cosa significa secondo te? Chi si occupa di vendita online sa che deve sfruttare tutti i passaggi utili per promuovere i propri prodotti, in modo da non interrompere la fruizione dell’utente. Insomma, anche in questo caso la logica è quella dell’inbound marketing. Devi farti trovare nel momento in cui le persone hanno bisogno di te,

Il concetto è decisivo quando devi promuovere il tuo ecommerce sui social, e sulla pagina Facebook in particolare. La presenza su questo social non è sinonimo di successo assicurato: bastano pochi passaggi per capire che la visibilità su una Fan Page è arrivata ormai ai minimi storici. Questo è un problema?

Dipende. Se ti approcci in modo impulsivo, spingendo contenuti commerciali senza una strategia, sarà molto difficile usare una pagina Facebook per vendere. In alternativa, puoi sempre lavorare in modo da rendere tutto più semplice e intuitivo. Insomma, questa è una piccola guida da seguire.

Per approfondire: come impostare l’anteprima dei post Facebook

Crea un piano editoriale per i contenuti

Questo è il primo step da affrontare per gestire al meglio una pagina Facebook. A prescindere dalla presenza o meno della necessità di pubblicizzare un ecommerce. La base di partenza è semplice: le Fan Page hanno bisogno di contenuti di qualità. E questo significa avere un piano chiaro.

Con tanto di calendario editoriale per gestire nel tempo i contenuti. Che siano immagini, video, link e testi non fa differenza: alla base c’è la tua capacità di gestire le pubblicazioni sulla bacheca.

Tutto questo senza creare frizioni con il concetto-pilota: diventare un riferimento utile. È un vero e proprio cambio di paradigma: non devi spingere link per convincere a cliccare, ma devi fare in modo che siano gli utenti a cercarti. Soprattutto quando devi vendere online.

Opera con un approccio data-driven

Quando crei il tuo calendario editoriale ricorda di puntare sui dati statistici. Quelli che si trovano nella sezione Insight della tua pagina. Questo approccio (diretto verso i numeri, data-driven) ti aiuta a capire ciò che ottiene particolare successo con il pubblico. In questo modo hai una possibilità in più.

La visibilità delle pagine Facebook è sempre più bassa. Questo ti impone una riflessione chiara: non basta buttare un link nella bacheca per avere dei risultati. Devi capire cosa vogliono le persone e quest’informazione ti arriva grazie alle misurazioni. Questa è la funzione imprescindibile.

Installa il Pixel di Facebook sull’ecommerce

Non dimenticare mai l’importanza di questa stringa di codice per il successo del lavoro di Facebook per ecommerce. In realtà questo snodo è fondamentale per tutte le attività che vogliono fare pubblicità. Perché il pixel di tracciamento consente di osservare il comportamento sul tuo sito.

pixel di facebook

Risultato? Sarà molto più facile individuare un’audience aderente alla realtà, puoi generare un pubblico personalizzato al quale mostrare la sponsorizzazione. Ed è questo il passaggio successivo.

Da un lato generi un valido progetto editoriale per mantenere alta l’attenzione del pubblico con contenuti utili, dall’altro crei inserzioni per spingere ciò che serve. Vale a dire le pagine che vendono.

Crea pubblicità per vendere su Facebook

Questo è uno dei nodi cruciale della tua attività di Facebook per ecommerce: devi organizzare un sistema di sponsorizzazioni in grado di far fruttare la tua presenza su questo social. Una realtà che abbraccia il mondo intero, consente di raggiungere qualsiasi pubblico. Ma lo devi sempre organizzare.

Questa è la grande sfida. Hai di fronte a te una platea complessa, ma Zuckerberg ti dà tutti gli strumenti per definirla e creare inserzioni per ogni esigenza. Tipo guadagnare lead, ottenere visibilità per il brand e vendere online. Il tuo compito? Organizzare il team e investire al meglio in advertising.

Non dimenticare il remarketing (retargeting)

Con il pixel di Facebook hai iniziato a fare pubblicità. Ora devi prendere come riferimento un buon remarketing. Con questo temine si intende il lavoro che ti porta a creare delle sponsorizzazioni per far tornare gli internauti sulle tue pagine dopo che le hanno già visitate e abbandonate.

Perché tutto questo è importante per uno shop online? Semplice, ci sono persone che arrivano sul carrello e lo abbandonano per mille motivi diversi. Ora, il tuo compito è quello di diminuire il più possibile queste percentuali di abbandono. Nel caso, puoi riproporre come advertising quelle schede con i prodotti già visti.

 

E che però sono stati messi da parte. Riprendendo questi elementi con Facebook, e sponsorizzando il remarketing, puoi dimezzare le vendite perse. Un passaggio molto interessante, vero?

Punta sui chatbot Messenger per ecommerce

C’è l’intelligenza artificiale che ti aspetta, non puoi pensare a una strategia Facebook per ecommerce ignorando la relazione con ciò che rientra nel macro-argomento dell’Intelligenza Artificiale. Questo, ad esempio, diventa una buona occasione per investire in un chatbot su Messenger. Vale adire?

Uno strumento capace di interagire con il pubblico che ti contatta nella chat simulando l’interazione umana. Non siamo ancora in grado di ottimizzare ogni passaggio, ma puoi già fare molto.

Tipo con le richieste d’informazione su un prodotto. In questo modo puoi essere sempre presente e inviare ai tuoi potenziali clienti le informazioni necessarie per risolvere problemi specifici.

Come creare un chatbot Messenger? Non devi essere per forza un programmatore, oggi esistono tanti servizi (gratuiti o meno) per generare una dinamica capace di rispondere in automatico alle persone che ti contattano. Qualche nome da ricordare? Due su tutti: Chatfule e Manychat, quelli che ho avuto il piacere di usare. In entrambi i casi la semplicità con la quale si crea il chatbot è disarmante.

Apri uno shop nelle vetrine della Fan Page

Una delle risorse più importanti per la tua strategia di Facebook con ecommerce. Questo social ti dà la possibilità di impostare una sezione con delle vere e proprie schede da mostrare al pubblico in una vetrina digitale, divisa per categorie. In questo modo quando condividi una foto del prodotto puoi taggarlo.

E riportare il pubblico direttamente su questa sezione interna con link all’ecommerce. Insomma, questo è il modo migliore per vendere su Facebook, almeno dal mio punto di vista (sempre parziale).

Da leggere: come vendere con la tua pagina Facebook

Facebook per ecommerce: la tua opinione

Quando hai un lavoro del genere da affrontare non puoi ignorare il fatto che c’è tanto da fare. Non basta esserci, devi organizzare la tua attività e fare in modo che ci sia concordanza tra ciò che fai sui vari canali.

Ad esempio, puoi decidere di vendere con Instagram e promuovere un ecommerce con Twitter, Pinterest o newsletter: tutto deve essere allineato. Sei d’accordo? Lascia la tua opinione nei commenti.

Acquista su Amazon.it

Riccardo Esposito

Riccardo Esposito, blogger per MediaBuzz. Si occupa di scrittura online dal 2008: ha iniziato in agenzia e ora passa 14 ore al giorno davanti al monitor del suo iMac. Il suo blog personale: My Social Web

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedIn

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.