Cosa pubblicare su LinkedIn?

Cosa pubblicare su LinkedIn?
[Total: 1 Average: 5]

Questa è una delle domande tipiche rispetto all’organizzazione del calendario editoriale social: quali sono i migliori contenuti su LinkedIn? La risposta ha bisogno di una riflessione attenta perché non puoi ignorare l’importanza di una buona organizzazione dei post anche su questo social network.

Perché questo è l’errore fondamentale. Si pensa solo a gestire il calendario editoriale del blog aziendale, magari della pagina Facebook o dell’account instagram. Ma si ignora un punto: cosa pubblicare su LinkedIn?

Inizia da una prospettiva inbound marketing

Come mostra questo grafico preso dal blog ufficiale di questa piattaforma, LinkedIn è una delle soluzioni più interessanti e vivaci per chi lavora con il content marketing. Con la giusta soluzione puoi raggiungere altri professionisti in ogni angolo del mondo, ma anche potenziali clienti, datori di lavoro, tutor e altro.

Contenuti su LinkedIn
Perché è importante pubblicare su LinkedIn?

Sono persone possono avere un impatto sui profitti personali e sulla tua carriera. Sia come freelance che come dipendente. Ma per ottenere dei risultati non basta pubblicare ciò che ti serve per vendere. La prospettiva è quella dell’inbound marketing: farsi trovare dalle persone giuste, quelle che ti interessano.

Soprattutto nel momento in cui le persone hanno bisogno di te. Lascia da parte la promozione diretta, usa i contenuti su LinkedIn per informare, coinvolgere, ispirare, migliorare la vita delle persone.

Per approfondire: come funziona veramente LinkedIn

Lavora sodo con il calendario del tuo feed

Questo è il punto di partenza per ognuno di noi, sia su profilo personale che attraverso le pagine aziendali. La tua bacheca ha un feed, come tutti i social. Sono i contenuti che pubblichi sulla bacheca e che disegnano la tua presenza su questo social network. Quali sono i contenuti che funzionano?

Pensa a dove sei. Qui le persone si ritrovano per leggere contenuti tecnici, legati alla propria attività professionale. Quindi hai un compito ben preciso: arricchire la tua bacheca con i post del tuo blog aziendale, grafici e statistiche per approfondire aspetti del tuo settore, consigli tecnici per alimentare una piccoli rubrica, recensioni di libri e tool del settore, visual quote con citazioni efficaci.

Golden ratio del social media marketing

Quello che può essere utile è creare un piano editoriale per organizzare le pubblicazioni e rispettare la regola d’oro per la strategia di content marketing sui social network: 10 % promozionale, 40% contenuti informativi tuoi, 50 % frutto di content curation. Questa è la Golden Ratio anche su LinkedIn.

Punta sui contenuti ricchi di LinkedIn Pulse

Come sempre accade in questi casi, l’uso di una piattaforma completa e ben articolata può fare la differenza. Molti si limitano ad aggiornare il profilo con gli update di base ma puoi fare molto di più.

Qui hai la possibilità di creare un blog interno con LinkedIn Pulse. Questa realtà consente di scrivere articoli lunghi, complessi, formattati con cura. Dei veri e propri long form content su LinkedIn.

Cosa è LinkedIn Pulse.

Qui puoi fare un buon lavoro di lead generation su LinkedIn perché dopo aver scritto il tuo contenuto puoi aggiungere dei link verso le landing page e attirare dei contatti specifici. Quindi questo è un contenuto da valutare con grande attenzione: funziona bene ma solo se usi un calendario editoriale ben strutturato.

Usa al meglio i gruppi tematici su LinkedIn

Un passo decisivo nella tua strategia online per sfruttare i contenuti su LinkedIn. Non basta pubblicare qualcosa di unico, puoi anche interagire con ciò che si trova nei gruppi tematici. Il motivo?

Qui si nasconde l’opportunità del comment marketing, vale a dire il lavoro di chi partecipa per arricchire e contribuire al miglioramento della community. Puoi intercettare persone che hanno bisogno del tuo contributo e lasciare punti di vista, link di articoli, immagini, screenshot, infografiche, video.

In sintesi, pubblica soluzioni utili per mettere in risalto le tue competenze. Inoltre puoi usare i gruppi per pubblicare non solo risposte nei commenti ma dei contributi originali. Diffondi il tuo brand, usa i contenuti nei gruppi per fare in modo che il tuo nome sia un punto di riferimento per la community.

Non dimenticare Slideshare, funziona

Questa realtà dedicata alle presentazioni e alle infografiche è legata a LinkedIn e consente di gestire un buon lavoro di content marketing basato sulla pubblicazione di visual legato al tuo lavoro.

Oltre a condividere tutto questo sulla bacheca o nel blog Pulse, puoi usare le presentazioni per arricchire il tuo profilo nella lista dei progetti seguiti. Un buon passo avanti per il tuo curriculum online, vero?

Nella bacheca di LinkedIn, infatti, puoi aggiungere a ogni esperienza lavorativa delle presentazioni Slideshare. In questo modo tutto diventa più semplice, anche trovare nuovi clienti su LinkedIn.

Da leggere: come usare LinkedIn in azienda

Quali sono i migliori contenuti su LinkedIn?

Solo l’esperienza sul campo può dare una risposta concreta. Ciò che devi sapere, però, è semplice: non puoi usare il tuo account personale o aziendale su LinkedIn sono per lanciare contenuti promozionali.

Usa questa realtà come uno strumento per farti conoscere, diventare un punto di riferimento per la tua nicchia. Non basta esserci e amplificare la voce, inizia a lavorare con i contenuti. Sul serio.

Riccardo Esposito

Riccardo Esposito, blogger per MediaBuzz. Si occupa di scrittura online dal 2008: ha iniziato in agenzia e ora passa 14 ore al giorno davanti al monitor del suo iMac. Il suo blog personale: My Social Web

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedIn

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *