Come pubblicizzare un sito web

Come pubblicizzare un sito web
[Total: 1 Average: 5]

Nell’ultimo articolo ho affrontato il tema dell’ADV su internet, ma il taglio era piuttosto teorico. In realtà era la base di partenza per arrivare a una conclusione specifica. Vale a dire quella che ti consente di capire come pubblicizzare un sito web in modo efficace. E con buone probabilità di ottenere risultati degni di nota per il tuo brand.

Perché questo è un punto importante: non basta investire e puntare sull’advertising – e seguire un programma ufficiale – per vendere di più o trovare nuovi clienti su internet.

Quando chiedono come pubblicizzare un sito online c’è sempre bisogno delle competenze e delle attenzioni di un professionista. Ma quali sono i canali migliori per ottenere visibilità? Ecco una lista dei passaggi utili per fare pubblicità su internet. E per sfruttare al meglio le tue risorse online senza investire a caso.

Da leggere: come promuovere un ecommerce

Il primo consiglio per chi vuole fare una buona promozione su internet: valutare la possibilità di farsi notare su Google. Come pubblicizzare un sito in questi casi? Semplice, basta iscriversi al programma di advertising che un tempo si chiamava AdWords e oggi racchiude diverse soluzioni. Per iniziare?

Basta andare su questo indirizzo ads.google.com così puoi creare inserzioni che si posizionano nella serp tra i risultati sponsorizzati. Puoi decidere l’azione (telefonate, visite al negozio fisico, azioni sul sito web) e impostare un budget che viene definito attraverso il costo per click. Ogni volta che qualcuno interagisce con l’inserzione paghi un prezzo definito in base alla concorrenza che ruota intorno a quella keyword.

YouTube ADS

In realtà farebbe parte della prima voce, quella relativa a Google ADS. Perché YouTube appartiene all’universo di Mountain View. Ma l’importanza di una buona attività di video marketing è così evidente che deve essere affrontata con una voce a parte. Come fare pubblicità sul tuo canale?

Il meccanismo è semplice: seleziona un video che hai caricato, determina il tuo target dal punto di vista geografico, scegli l’importo che vuoi spendere e inizia a fare pubblicità con YouTube. Non hai un video? Nessun problema: c’è una guida che spiega come realizzare uno spot ideale.

Anche se in questi casi è particolarmente importante avere un esperto di content marketing che ti guidi nella realizzazione di un video efficace per promuovere il tuo sito. In ogni caso per iniziare devi andare sul portale ufficiale: www.youtube.com/ads, qui trovi praticamente tutto.

Facebook ADS

Inutile nascondersi dietro l’evidenza: l’uso di FB per la pubblicità sui social è quasi una scelta obbligata. Perché grazie a questa piattaforma puoi raggiungere una platea infinita, un pubblico quasi rappresentativo di qualsiasi target. Tutti sono su Facebook e ciò significa che quando ti chiedi come pubblicizzare un sito web la tua attenzione deve rivolgersi qui. Se non altro per tre ordini di motivi.

Facebook ADV

Ovvero: puoi definire il tuo target alla perfezione anche grazie al pixel di tracciamento, hai a disposizione una reportistica precisa ed efficace, il retargeting (remarketing) funziona alla perfezione.

Come pubblicizzare un prodotto su internet? Se hai un ecommerce puoi far tornare i clienti sulla scheda dello shop se è stata abbandonata prima di effettuare l’acquisto. Ed ecco che in questi casi la possibilità di usare Facebook per promuovere il tuo sito web dedicato alla vendita diventa indispensabile.

Non dimenticare, infine, che su Facebook si possono attivare diverse strade da percorrere sul discorso advertising. Ad esempio si può operare su Messenger, vale a dire la chat di questo social network.

Instagram ADS

In questa caso si potrebbe fare un unico discorso dato che questo social network dedicato alle immagini appartiene alla grande famiglia di Mark Zuckerberg, però Instagram ADS racchiude un’utenza così importante che è giusto dare massimo rilievo a questa soluzione. Gli strumenti sono gli stessi e puoi usare l’editor che hai attivato anche per la pubblicità su Facebook. C’è una grande differenza?

Con Instagram Adv metti fine all’idea che su questa piattaforma non si possono pubblicare link. Le immagini si cliccano oltre a essere messe in evidenza, in modo da raggiungere risultati concreti in termini di vendita. Da dove iniziare il percorso? Clicca e vai su business.instagram.com/advertising.

Influencer

Già, puoi valutare questi contatti come degli elementi strutturali della tua strategia per pubblicizzare il tuo ecommerce, un sito web, una qualsiasi esternazione del tuo brand. Coinvolgere delle persone in vista, rispetto a una determinata community, per fare in modo che propongano il tuo bene o servizio a una platea di persone che vuoi intercettare è pubblicità. Di cosa stiamo parlando esattamente?

Si chiama influencer marketing, è chiaro. Ma in sintesi resta ADV tanto che Instagram ha ben pensato di delineare un programma di branded content in modo da rendere tutto chiaro e trasparente.

Native Adv

Il native advertising è una pubblicità che puoi prendere in considerazione per promuovere il tuo sito web. Ovviamente stiamo parlando di una soluzione per pubblicare contenuti di un certo tipo su piattaforme affini al tuo brand che lavora a lungo termine: non è pensata per dare risultati immediati.

Native Adv

Questo significa che se vuoi spingere una vendita diretta può essere utile lavorare di più su Google ADS o Facebook ADV, mentre il Native Advertising, con la creazione di branded content è pensata per chi vuole operare su un lavoro di costruzione e consapevolezza della marca. Pubblicando contenuti di qualità.

Ciò avviene su piattaforme in grado di catturare un’attenzione specifica su temi utili. Questo passaggio viene pensato e strutturato insieme al content marketing team attraverso un’azione programmata.

Da leggere: Perché le aziende dovrebbero investire negli articoli sponsorizzati?

Soluzione ideale?

Chiaramente non esiste una risposta definitiva, tutto dipende dalle necessità della tua realtà e di come si articola il tuo brand. Solo in questo modo puoi ottenere una risposta consona alle tue esigenze.

Il motivo per cui è importante avere una digital agency sempre al proprio fianco: investire nella pubblicità senza sapere cosa fare, chi raggiungere e quali strumenti utilizzare non è una buona idea. Sei d’accordo?

Riccardo Esposito

Riccardo Esposito, blogger per MediaBuzz. Si occupa di scrittura online dal 2008: ha iniziato in agenzia e ora passa 14 ore al giorno davanti al monitor del suo iMac. Il suo blog personale: My Social Web

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedIn

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *