Sito web adatto a smartphone e tablet: 5 punti essenziali

[Total: 0 Average: 0]

Come ottimizzare sito web per il mobile? Qui inizia la tua avventura con il web marketing capace di ottenere buoni risultati attraverso serp, motori di ricerca, bacheche Facebook e timeline di Twitter. Non c’è altra spiegazione: il tuo portale deve essere ben visibile da cellulare e tablet.

Oggi la maggior parte delle visite arriva da smartphone. È una dichiarazione di massima, non è detto che questa sia la verità per tutti i siti web. Magari ci possono essere settori nei quali si registrano fette di pubblico superiori che preferiscono raggiungere le tue pagine da telefonino.

In ogni caso non si scappa: devi capire come ottimizzare il sito web per il mobile. Sia per le persone che per Google che da tempo ha dato parere su questo passaggio. Oltre all’entrata in vigore del mobile first indexing (la versione smartphone è quella che viene indicizzata per prima), da tempo la buona capacità di presentarsi al meglio sul mobile è un segnale di ranking importante. Un contenuto di qualità è anche in grado di farsi leggere al meglio da qualsiasi dispositivo. Quindi, come procedere e migliorare il tuo portale?

Da leggere: come promuovere il tuo brand su Instagram

Inizia da un tema mobile friendly di qualità

In parte questa precisazione è superflua perché oggi è difficile trovare un template non adeguato, senza le caratteristiche che danno al sito la possibilità di essere responsive. Quindi capace di adattarsi a tutti gli schermi, sia di smartphone che di tablet. La base di partenza è sempre questa.

Ma ci sono delle piccole attenzioni anche in questo caso. Un tema vale l’altro? Non proprio, ci sono alcuni template pensati per essere affascinanti e impressionanti dal punto di vista del design. Ma fanno il loro lavoro dal punto di vista dell’user experience? Sono adeguati a un uso mobile intenso e continuo?

Alcuni temi sono belli ma difficili da usare da desktop. Figurati da mobile. Quindi assicurati che la descrizione si aderente alle tue necessità e le recensioni confermino il tutto. Io preferisco il framework Genesis, perfetto per progetti editoriali basati su un buon equilibrio tra testo e immagini.

Crea testi facili da leggere su uno schermo

Che probabilmente sarà piccolo, intorno ai 4 pollici. Ma comunque non abbastanza per semplificare la vita a chi ama approfondire, sfogliare pagine web in qualsiasi occasione. la lettura su smartphone pretende il rispetto di regole chiare che devono essere studiate da web designer e copywriter esperti.

Misure del font

Molti blogger e webmaster si accontentano del carattere di default, quello che viene proposto dal tema. Non sempre questa soluzione può essere definita come ideale, spesso il design (come già detto) prende il sopravvento sull’usabilità. Come ottimizzare un sito web per il mobile? Assicurati che il font sia:

  1. Generoso, una misura compresa tra 12 e 14.
  2. Con una misura tra le parole adeguata.
  3. Stessa cosa vale per l’interlinea.
  4. Evita spazio innaturale tra le lettere.
  5. Prediligi il font san serif.

Su questo punto è giusto soffermarsi. I caratteri bastoni, senza grazie, sono tendenzialmente più leggibili. Sia da desktop che da mobile. Però un buon serif, magari dal profilo meno severo rispetto al Times New Roman, può essere un’ottima soluzione in qualsiasi condizione. Anche per blog dal tema moderno.

Un consiglio valido? A prescindere da font ricorda sempre di dare un buon contrasto tra font e sfondo. Io preferisco grigio chiaro per quest’ultimo, il bianco rischia di affaticare gli occhi durante la lettura.

Design del testo

Come si presenta il contenuto? A parte la storia raccomandazione di usare le liste puntate assicurati che la colonna di testo non superi i 700 px (spazi troppo ampi rendono difficile la lettura su ampi schermi, che l’allineamento sia sempre a bandiera e che il tema non presenti il fastidioso effetto dei titoli galleggianti.

Parlo dei vari H2 e H3. Lo spazio che si trova tra il paragrafo superiore e il titolo deve essere superiore rispetto a quello tra l’header e il testo successivo. In modo da far capire subito che quel testo apre una specifica sezione dell’articolo. In questo modo la chiarezza regna sovrana sulla pagina.

Il tuo blog o sito web deve essere veloce

Anzi, scattante. Se vuoi migliorare la leggibilità da mobile ed essere in grado di accogliere le persone anche con connessioni poco stabili non hai altra scelta: devi ottimizzare le pagine web in modo da ridurre i tempi di attesa. Questo si ottiene in modi differenti, lavorando su fronti tecnici diversi. Ad esempio:

  1. Tempo di risposta del server.
  2. Pulizia del codice HTML e CSS.
  3. Presenza di compressione Gzip.
  4. Uso di plugin per gestire la cache.
  5. Immagini leggere e poco impegnative.

Questi, ovviamente, sono solo i punti base. Per migliorare la velocità di caricamento e ottimizzare un sito web per il mobile c’è bisogno di molto altro. La scelta del template è importante, ma a volte non basta. Genesis Framework è un buon punto di partenza, ma se vuoi grandi risultati devi andare oltre.

AMP: come ottimizzare sito web per il mobile

Questa tecnologia è perfetta per velocizzare le pagine di magazine e blog. Se hai un diario personale o aziendale puoi attivare queste versioni semplificate e alleggerite delle pagine per essere presente su Google con una risorsa perfetta quando vuoi ottimizzare il sito web da mobile. Come iniziare?

come ottimizzare sito web per il mobile
Come funziona AMP.

Basta usare un plugin e attivare le opzioni necessarie. Subito dopo puoi valutare eventuali errori dalla search console e correggere eventuali errori di design come, ad esempio, il logo sgranato o i banner.

Scegli anche la versione app del sito web

Sai cosa succede a chi non affronta la strategia mobile? Rischia di percorrere una strada lunga e impegnativa senza motivo. Questo succede a chi non si fa la domanda chiave: meglio avere un sito web o un’app? Non a tutti serve quest’ultima soluzione, ma se il tuo core business è votato al far fare qualcosa (acquistare, prenotare, leggere…) al tuo cliente ipotetico potrebbe essere una buona soluzione.

Questo avviene perché l’app nasce in un ambiente mobile, prescinde dalla logica della pagina web di un portale internet e può semplificare azioni che sul sito web sarebbero molto più complesse.

Riduci e semplifica la navigazione del sito

Un ultimo dettaglio che può fare molto per chi decide di strutturare un sito web adatto per un uso intenso da smartphone: la navigazione. Vuoi creare un menu complesso e ricco di voci? Prendi in considerazione l’utilità che potrà avere su un telefonino? Sarà utile a chi arriva sul sito? Le persone riusciranno a navigare?

Per approfondire: fare influencer marketing, da dove iniziare

Come ottimizzare sito web per il mobile

Qui trovi le soluzioni per dare valore a un prodotto che deve essere usato da mobile. Ricorda che non tutti hanno la pazienza di aspettare il caricamento completo della pagina, e le connessioni degli smartphone sono sempre ballerine. Ecco perché il tuo sito web deve essere mobile friendly (sul serio).

Riccardo Esposito

Riccardo Esposito, blogger per MediaBuzz. Si occupa di scrittura online dal 2008: ha iniziato in agenzia e ora passa 14 ore al giorno davanti al monitor del suo iMac. Il suo blog personale: My Social Web

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedIn

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *