5 fonti alternative di traffico per attirare click sul blog?

5 fonti alternative di traffico per attirare click sul blog?
[Total: 1 Average: 5]

Come attirare visitatori sul sito web e migliorare i risultati della tua presenza online? Questo è l’interrogativo classico, la domanda che da sempre insegue chi ha bisogno di aumentare la visibilità su Google. D’altro canto c’è un problema di base: ne hai veramente bisogno? Voglio dire, il tuo obiettivo qual è: aumentare le visite o i clienti?

Bella domanda, di solito quando metto in primo piano questo interrogativo la risposta cade inesorabilmente sulla seconda opzione. Ma con qualche incertezza perché, inutile negarlo, aumentare le visite sul sito o sul blog aziendale crea sempre uno strano senso di soddisfazione. Quindi, si potrebbe pensare di aumentare la visibilità in modo da unire i due punti: visite e clienti. Ecco 5 fonti alternative che possono fare la differenza sul serio.

Da leggere: come promuovere il tuo ecommerce

Entrare nelle grazie del mondo Google News

Ottimo metodo per aumentare le visite del blog con uno strumento messo a disposizione da Mountain View, vale a dire la selezione di tutte le fonti utili per approfondire un argomento importante per il pubblico. Riuscire a entrare su Google News vuol dire avere uno spazio rilevante sia nella serp che nella sezione specifica. Ma in che modo avviene tutto questo? Come si accede in questa sezione?

google news
Ecco i risultati di Google News.

Le regole suggeriscono alcuni punti che riguardano soprattutto la qualità del sito, deve essere facile da scansionare per il crawler ed è consigliato avere una sitemap specifica per Google News su search console. Ovviamente per completare il tutto devi fare la richiesta di inclusione qui: news.google.com.

Aumentare le ricerche per il nome brand

Un obiettivo bello da raggiungere. Non semplice, già iniziamo ad andare verso idee che prescindono da operazioni semplici e immediate da seguire. Ma che contemplano un’opera da curare nel tempo.

Come quella che si fa per far crescere una pianta. Vuoi attirare visitatori sul sito? Prova a fare in modo che siano portati a cercare il tuo nome, a digitare ricerche su Google che contemplino la tua identità. Si chiamano branded query e riguardano sia il tuo nome che le query che combinano quest’ultimo con altri termini.

Come attirare visitatori sul sito: Il tuo compito?

Si divide in due grandi direzioni. Usa i SEO tool per intercettare ricerche branded e capire se è necessario aggiornare il calendario editoriale con contenuti specifici. Poi devi fare in modo (in primo luogo lavorando bene) che il tuo brand sia sempre più diffuso, noto e conosciuto in una determinata nicchia.

Lavorare con gli spazi di Google Discover

Può sembrare qualcosa di simile a Google News, in realtà non è così: Discover è una funzione dei telefonini che consente ai proprietari dello smartphone di leggere contenuti selezionati in base alle proprie esigenze e cronologia. I post si consultano facendo swipe verso destra dalla home del telefonino.

Google Discover e la SEO.

I passaggi necessari per essere incluso in questo elenco di post selezionati? Secondo le norme di Google non ci sono metodi per agevolare questo processo, l’algoritmo sceglie in modo automatico cosa inserire e cosa no. Però ci sono degli indizi che possono agevolare questo processo. Qualche esempio?

  1. Pubblicare contenuti utili per gli utenti.
  2. Usare immagini grandi e di alta qualità.

Tutto un po’ generico, è vero. Ma per influenzare il ranking di Google Discover puoi assicurarti che le tue pagine siano indicizzate e idonee per soddisfare le norme relative a Google News. Non ci sono tag o codici da inserire, nessuna ottimizzazione SEO particolare. Ma i vantaggi sono sempre evidenti.

Usare i posizionamenti di YouTube e video

Un trucco per acquisire visibilità su Google che funziona. Il motivo è semplice: la serp è un continuo lavoro di organizzazione di contenuti differenti. In base alle esigenze degli utenti, manifestate nelle azioni quotidiane, Google decide di arricchire la pagina dei risultati con contenuti multimediali.

come attirare visitatori sul sito
I video conquistano la serp.

Come immagini e video. Bene, quest’ultimi possono diventare in primo luogo un modo per rinforzare la tua presenza come brand nei risultati di ricerca. Inoltre puoi portare traffico sul sito inserendo link nella descrizione del video come approfondimenti di tutto ciò che hai affrontato nel visual.

Nelle ricerche specifiche nella sezione video può apparire anche il tuo sito tra i risultati se la pagina contiene una clip. Per agevolare il percorso puoi usare una sitemap video, estensione di quella standard.

Creare qualcosa di nuovo e interessante

Vuoi migliorare il posizionamento Google? Questa è la sfida più difficile per chi si occupa di content marketing e di digital strategy. Non inseguire le keyword, le ricerche più complesse da soddisfare e che sono già occupate dai grandi player. Quelli che possono investire tanto, sia in SEO organica che in PPC.

Il passaggio essenziale? Inventa qualcosa, crea un prodotto o un servizio che nessuno conosce. E fai tutto il possibile affinché diventi cercato dalle persone. In linea astratta può sembrare difficile, però puoi provare.

Come? Immagina un metodo di lavoro. La tua ricetta per ottenere risultati può essere portata all’attenzione del pubblico. Magari con guest post, interviste, partecipazione a congressi ed eventi. Non lo nego: questa è la strada più difficile. Ma è una direzione che ti consente di non avere competitor. Zero.

Da leggere: 9 errori da evitare prima di aprire un blog aziendale

Come attirare visitatori sul sito: opinioni?

La mia opinione è chiara: non si mangiano visite sul sito ma i risultati che riesci a declinare da quest’attività. Quindi il miglior lavoro da fare è quello di attirare le persone che servono realmente al tuo obiettivo. Vendi spazi pubblicitari? Hai bisogno di lead qualificati? Vendi prodotti tramite un ecommerce?

In sintesi, qual è il traffico giusto per il tuo sito? Rispondi a questa domanda prima di capire come attirare visitatori qualificati sul tuo progetto online. Non continuare a procedere senza una bussola.

Riccardo Esposito

Riccardo Esposito, blogger per MediaBuzz. Si occupa di scrittura online dal 2008: ha iniziato in agenzia e ora passa 14 ore al giorno davanti al monitor del suo iMac. Il suo blog personale: My Social Web

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedIn

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *