L’efficacia dell’intelligenza artificiale e dei chatbot di seconda generazione nel customer care

L’efficacia dell’intelligenza artificiale e dei chatbot di seconda generazione nel customer care
[Total: 2 Average: 5]

Risposte immediate, user experience semplice e veloce ed interazioni meno automatizzate: ecco cosa si aspettano i consumatori dai contact center e dall’assistenza clienti delle imprese.

La richiesta di chatbot efficienti e in grado di comprendere i bisogni e le esigenze dei clienti è ormai diventato l’obiettivo centrale di ogni azienda che vuole avere un customer care di successo. Proprio in Italia, la startup Mazer, ha sviluppato Laila, https://www.laila.tech/, un chatbot conversazionale che esplora i nuovi confini raggiunti dall’intelligenza artificiale nel campo della user experience, abbattendo del 70% tutti i costi legati alle attività di customer care ed engage marketing.

Laila è un chatbot di seconda generazione, una piattaforma tecnologica fondata su una sofisticata Intelligenza Artificiale in grado di elevare la capacità di comprensione del dialogo con l’essere umano a un livello superiore. Riesce a comprendere le domande e la sentiment dell’utente. Laila comprende il linguaggio naturale come farebbe un operatore umano.

E soprattutto utilizza frasi non preimpostate o pilotate, gif animate, immagini ed emoticon a passo con i tempi come farebbe un operatore umano per coinvolgere l’utente nella comunicazione ed empatizzare con lui, comprendendone lo stato d’animo.

“La comunicazione aziendale non è solo veicolare informazioni agli utenti – ammette Carmine Pappagallo – ma mettersi in ascolto delle loro esigenze, comprenderle e rispondere in maniera adeguata a ciascuno”

chatbox artificial intelligence

Il chatbot è disponibile 24 ore su 24 e 7 giorni su 7 e 365 giorni l’anno garantendo l’assistenza ai clienti in tutte le fasce orarie ed aumentanto la conversion dell’utente che lascia i suoi dati o che procede ad un acquisto su un sito di e-commerce. Riesce a lavorare simultaneamente e sinergicamente su più canali quali chatbot sito, Whatsapp, Facebook Messenger e Telegram.

Nei test fatti negli ultimi 8 mesi dal team di Mazer, i dati sono stati sorprendenti: il 70% degli utenti che hanno parlato con Laila hanno avuto risposte esaustive, il 50% degli utenti non hanno compreso di parlare con un chatbot, oltre 500 “argomenti” gestiti, 5000 chat ed una grossa fetta di utenti ringrazia Laila per le informazioni ricevute ed alcuni provano anche a flirtare con il chatbot.

Laila rappresenta oggi un progetto ambizioso e rivoluzionario per il marketing ed è in continua evoluzione.

L’obiettivo futuro – afferma il CEO di Mazer – è creare una piattaforma automatizzata ed aperta alle personalizzazioni utilizzata direttamente dagli utenti, scaricare il tool di Laila, installarlo sul sito di e-commerce, creare un account e poi gestire autonomamente e secondo le proprie esigenze la platform. Lo scopo – prosegue – è quello di fornire alle aziende un prodotto in grado di automatizzare tutti i processi di customer care, lead generation, engage marketing”.

Danilo Polidori

Danilo Polidori, Online Media Manager e fondatore di MediaBuzz, inizia la sua giornata alle 6:00 am con una corsa di 50 minuti a Battersea Park durante la quale raccoglie idee ed energie per affrontare con positività la giornata. Crede con fermezza che lo sviluppo tecnologico e dell’economia digitale rappresenti l’occasione per internazionalizzare le eccellenze produttive del nostro paese e tornare grandi.

More PostsWebsite

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedIn

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *