Come aumentare le vendite dei prodotti su Instagram

Ci sarà anche un problema con i like che scompaiono, ma di certo l’utilità di questa piattaforma social non va a esaurirsi. Anche perché è sempre più facile vendere prodotti su Instagram. La nuova funzione Checkout consente di eliminare intermediari e acquistare direttamente dai post che pubblichi sul tuo account. Questa soluzione, però, è disponibile solo per una ventina di brand internazionali noi comuni mortali possiamo accontentarsi del tag Shopping per innescare un percorso di vendita su Instagram. Come funziona e ottimizzarlo? Come attivare la modalità shopping Per vendere prodotti su Instagram devi fare in modo che sia possibile taggare i beni nelle immagini e nei video. Così quando l’utente vede il contenuto può raggiungere la pagina adibita alla vendita. Con Checkout l’idea è quella di atterrare direttamente sulla scheda ecommerce. Per ora il percorso è diverso: Attiva un profilo Business su Instagram.Collega l’account a una pagina Facebook.Inserisci una vetrina con prodotti su Fb.Aggiungi la funzione Shopping su Instagram.Attendi verifica dei requisiti e inizia a taggare. Adesso hai massima libertà di aggiungere delle segnalazioni sui tuoi scatti o sulle clip per portare visite virtuose sulle pagine che generano fatturato. Ma basta questo per vendere prodotti su Instagram? Sei un influencer? Conosci...

5 consigli efficaci per la tua pagina Facebook

Quali sono i consigli per la pagina Facebook che non possono essere ignorati? Quando organizzi l’attività di social media marketing hai ben presente i pilastri che definiscono le azioni. Ad esempio hai definito un piano editoriale per gestire i contenuti in modo equilibrato. E hai individuato le persone giuste per il lavoro di community management. […]

Quali sono i consigli per la pagina Facebook che non possono essere ignorati? Quando organizzi l’attività di social media marketing hai ben presente i pilastri che definiscono le azioni. Ad esempio hai definito un piano editoriale per gestire i contenuti in modo equilibrato. E hai individuato le persone giuste per il lavoro di community management. Ma sono i dettagli a fare la differenza. Sempre e comunque. Basta una sfumatura mal gestita per mettere in evidenza tutte le crepe di una gestione social approssimativa, poco attenta. Perché limitare la tua esperienza solo alle grandi manovre? I consigli per la pagina Facebook sono molti, quasi infiniti dato che questa materia è vasta, sfaccettata, ramificata. Io ho selezionato 10 trucchi che non puoi dimenticare. E neanche ignorare per sempre. Per approfondire: come fare storytelling con Facebook Crea una copertina accattivante: Canva Inutile ignorare questo punto: la cover della tua Fan Page è uno dei punti più importanti da valutare. Perché occupa la sezione above the fold e si presente in primo piano agli occhi dell’utente. Cosa significa questo? In sintesi, qui il pubblico trova e vede le prime informazioni. Puoi comunicare subito i tuoi obiettivi, i punti di forza e i prodotti migliori? Magari hai un’offerta degna di nota da mettere in evidenza o stai organizzando un evento con vendita dei biglietti, prenotazioni sconti. In ognuno dei casi elencati puoi trarre grandi vantaggi grazie alla personalizzazione della copertina immagine di Facebook. Creare una copertina Facebook con Canva. Come avviene questo processo? Puoi usare il programma di fotoritocco che preferisci, come Photoshop. Ma una delle soluzioni migliori arriva da Canva: basta un attimo...

Come creare un video per Instagram

Se ti occupi di social media marketing può essere utile capire come creare un video per Instagram che ti permetta di avere più follower, visualizzazioni e Mi Piace. Perché in fin dei conti sei su questa piattaforma per un motivo: soddisfare le esigenze. Per fare ciò, e raggiungere l’obiettivo di generare engagement virtuoso e reale, […]

Se ti occupi di social media marketing può essere utile capire come creare un video per Instagram che ti permetta di avere più follower, visualizzazioni e Mi Piace. Perché in fin dei conti sei su questa piattaforma per un motivo: soddisfare le esigenze. Per fare ciò, e raggiungere l’obiettivo di generare engagement virtuoso e reale, hai bisogno anche dell’ambito visual storytelling. È importante capire come creare video su Instagram, interessanti, capaci di adattarsi alle diverse soluzioni. Qualche dettaglio in più su questo tema? Ecco le regole che ti aiuteranno a generare i migliori punti per la tua strategia di content marketing video sui social. In particolar modo, puoi trovare una serie di vantaggi per Instagram. Da dove iniziare? Continua a leggere per approfondire. Da leggere: come creare le storie di Snapchat Perché creare video su Instagram? Semplice, funzionano bene. Hanno un grado di coinvolgimento elevato e trasformano la piattaforma in una sorta di hub multimediale per rimanere aggiornato e, soprattutto, creare intrattenimento. Ecco i dati di Mention e Hootsuite: c’è stato un aumento dell’80%, anno dopo anno, per i video su Instagram: le pubblicazioni giornaliere di questi contenuti è quadruplicato a partire dal 2017. Le clip animate funzionano su Instagram. E i risultati sono interessanti: i post video ricevono un numero significativamente più alto di commenti – e di engagement in generale – rispetto ad altri tipi di contenuti, più del doppio in confronto alle foto. Sei un influencer? Conosci...

5 funzioni di Instagram per usare il tuo profilo al massimo

Ci sono funzioni di Instagram che possono fare la differenza anche se non sono molto evidenti. Nella maggior parte dei casi ci limitiamo a scattare foto, mettere filtri, aggiungere hashtag e menzioni agli amici. Ma poi? Come procedere? Quali sono i consigli e le soluzioni utili per ottenere buoni risultati e sfruttare al massimo questo […]

Ci sono funzioni di Instagram che possono fare la differenza anche se non sono molto evidenti. Nella maggior parte dei casi ci limitiamo a scattare foto, mettere filtri, aggiungere hashtag e menzioni agli amici. Ma poi? Come procedere? Quali sono i consigli e le soluzioni utili per ottenere buoni risultati e sfruttare al massimo questo social network? In realtà sembra quasi limitativo definirlo così: ormai quest’applicazione rappresenta un punto di riferimento per persone che rientrano in quella fascia d’età che va dai 18 ai 35 anni. Qui gli utenti prendono idee, si lasciano ispirare, decidono acquisti. Tu vuoi esserci al meglio? Ecco le funzioni di Instagram per usare il tuo account al massimo. E per raccogliere i frutti che una buona attività editoriale può portare al tuo brand. Da leggere: consigli per Instagram Ottimizza profilo per farti trovare dai follower Ci sono tanti modi per aumentare i seguaci su Instagram. Uno dei più semplici e immediati: ottimizza il testo della bio per farti trovare dalle persone giuste. In che modo è possibile? Semplice, questo testo che serve a descrivere la tua attività viene usato da Instagram per rispondere alle ricerche degli utenti. Quindi fa parte degli elementi utili per farti trovare dalle persone che cercano determinati argomenti. Questo è possibile se nella biografia usi le keyword giuste. Non ti sto dicendo di riempire questo spazio con parole chiave senza senso, ma di descrivere la tua professione e il profilo con termini che potrebbero essere usati dal pubblico. Ricorda che nella bio puoi aggiungere anche emoji, hashtag, menzioni e caratteri speciali (ma non esagerare, non sono il massimo). Tagga i...

Come fare promozione su Instagram (oltre all’ADV)

Vuoi promuovere contenuti su Instagram? Mi sembra una buona idea, questo canale è uno dei più diffusi e interessanti per la tua campagna di social media marketing. Puoi avere grande visibilità se intercetti il pubblico giusto, soprattutto se lavori con millennials e generazione nativa digitale. Vale a dire quell’audience che nasce mobile e usa il […]

Vuoi promuovere contenuti su Instagram? Mi sembra una buona idea, questo canale è uno dei più diffusi e interessanti per la tua campagna di social media marketing. Puoi avere grande visibilità se intercetti il pubblico giusto, soprattutto se lavori con millennials e generazione nativa digitale. Vale a dire quell’audience che nasce mobile e usa il telefonino come estensione naturale della propria dieta mediatica. Oggi le persone prendono decisioni grazie a Instagram, trovano informazioni e scelgono acquisti, attività, vacanze, abitudini sfogliando le bacheche. In quanto brand cavalchi la tendenza e sfrutti l’attenzione che incassi grazie a un buon lavoro di visual storytelling. Partendo però da un presupposto: su questo social network non puoi inserire backlink. Questo significa che viene meno il classico equilibrio che ti consente di aggiungere collegamenti ipertestuali verso le tue pubblicazioni. Quindi, come promuovere contenuti su Instagram? Da leggere: lavorare con i brand su Instagram Usa al meglio gli hashtag e la geolocalizzazione Sai qual è la prima soluzione per spingere i contenuti che pubblichi su Instagram anche senza l’aiuto di advertising? Semplice: devi fare in modo che le persone ti trovino. Questo diventa possibile grazie a un buon uso degli hashtag. Sai di cosa sto parlando, vero? Questi elementi sono decisivi per i post. Consentono, infatti, di conferire visibilità a ciò che fai: inseriscono i contenuti in liste tematizzate e che possono dare grande risalto al tuo visual. Lo stesso si può dire della geolocalizzazione, ma bisogna fare attenzione a un punto: mai esagerare con questi elementi. Devi aggiungere solo ciò che serve a descrivere. Fare spam di hashtag non porta ad avere maggior visibilità ma...

6 strumenti per fare un buon lavoro di analisi sui social media

Quali sono i migliori Social Media Analytics Tool? Molto dipende dalle tue necessità e dal tuo calendario editoriale: in base agli strumenti che hai deciso di coinvolgere nella strategia puoi aggiungere o escludere delle piattaforme di analisi. Un punto, però, è chiaro: senza gestione di numeri e dati rischi il fallimento su tutti i fronti. […]

Quali sono i migliori Social Media Analytics Tool? Molto dipende dalle tue necessità e dal tuo calendario editoriale: in base agli strumenti che hai deciso di coinvolgere nella strategia puoi aggiungere o escludere delle piattaforme di analisi. Un punto, però, è chiaro: senza gestione di numeri e dati rischi il fallimento su tutti i fronti. E tu non vuoi questo. Ti sembra un’affermazione forte? Può essere, ma come selezioni gli strumenti per gestire le pubblicazioni sui social devi anche scegliere i migliori Social Media Analytics Tool, in questo modo puoi osservare come si comporta la tua strategia di content marketing. Pubblicare è importante e lo devi fare al meglio. Lo stesso vale per il coinvolgimento: senza conversazioni i social sono limitati. Ma per completare il quadro hai bisogno di strumenti per l’analisi dei dati sui social. Quali sono i nomi da ricordare? Ecco una selezione da valutare con attenzione. Da leggere: buone abitudini per migliorare il calendario editoriale Scopri i contenuti migliori con Facebook Insight Io direi di iniziare proprio dalla piattaforma che ti consente di osservare un gran numero di dati (preziosi) a costo zero. Sto parlando di Facebook Insight, la soluzione base che trovi in ogni Fan Page per valutare diversi elementi. Come, ad esempio, la crescita dei follower nel tempo e le performance delle azioni. Questo passaggio è molto importante per la gestione del piano editoriale. Per superare i limiti della visibilità organica (sempre minore su Facebook) devi pubblicare contenuti capaci di far breccia nell’interesse della fan base. Altrimenti rischi di comunicare a un pubblico sordo. E le statistiche ti consentono di lavorare proprio su questo...