Come fare inbound marketing: guida per iniziare

Come fare inbound marketing: guida per iniziare

Quando si decide di fare promozione online per un’azienda, un’impresa o un brand qualsiasi il concetto di inbound marketing è sempre presente. Perché attraverso questo termine riusciamo a racchiudere una serie di tecniche e strategie inbound che consentono a un’entità con un obiettivo (commerciale o meno) di farsi trovare. Non per forza online, questo è il punto. Perché l’inbound marketing, più che definirsi come strategia di web marketing a parte, è un vero e proprio cambio di paradigma da non sottovalutare. E che non può essere ridotto a semplice uso o meno di determinate soluzioni: la stessa definizione l’inbound marketing cambia completamente la visione. Riesce a bypassare una serie di problemi che nascono intorno alla visibilità dei contenuti, invasi dalla pubblicità che le persone ormai non guardano e ignorano (tipo banner blindness). Ecco perché oggi è indispensabile prendere confidenza con questa soluzione. Hai bisogno di una guida inbound marketing per iniziare? Vuoi sapere cosa significa “inbound marketing” ? Come fare inbound marketing in Italia? Ecco quello che devi sapere. Cos’è l’inbound marketing: definizione Il digital inbound marketing è l’insieme di tecniche e strategie che ti consentono di far trovare il tuo contenuto quando serve al cliente. Devi farti notare nel momento in cui hanno bisogno di te, non prima e non dopo: quando cercano qualcosa che tu hai pubblicato, questo il vero significato di inbound. E non sto parlando per forza di contenuti commerciali. Ci sono anche informazioni. Il marketing inbound non è uno strumento, ma un modo di intendere la promozione del business. Wikipedia offre ulteriori informazioni per avere chiaro cosa si intende per attività inbound:  “Con l’inbound marketing...
Vuoi fare inbound marketing con Instagram?

Vuoi fare inbound marketing con Instagram?

Attivare una strategia di inbound marketing con Instagram non è solo una buona idea: in alcuni casi può essere la soluzione. Obiettivo? Ottenere quei vantaggi tanto attesi da una campagna che mira a far trovare i contenuti giusti alle persone interessate. Perché questo fa l’inbound marketing, giusto? Interrompe la logica dell’advertising classico che disturba l’utente […]

Attivare una strategia di inbound marketing con Instagram non è solo una buona idea: in alcuni casi può essere la soluzione. Obiettivo? Ottenere quei vantaggi tanto attesi da una campagna che mira a far trovare i contenuti giusti alle persone interessate. Perché questo fa l’inbound marketing, giusto? Interrompe la logica dell’advertising classico che disturba l’utente con messaggi non contestualizzati e si trasforma in qualcosa di utile in una circostanza. Quali sono gli strumenti per fare inbound marketing più noti agli esperti di web marketing? Il blog è in cima alla lista dei tool da tenere come riferimento, ma non basta: in determinate circostanze bisogna andare oltre. E valutare la promozione, i video, l‘influencer marketing. Ecco perché una strategia di inbound marketing con Instagram può essere decisiva. Da leggere: le fasi centrali dell’inbound marketing Instagram, strumento per prendere decisioni Il punto di partenza per creare una strategia di inbound marketing su Instagram: trattare questa realtà come un ecosistema. Un mondo nel quale le persone possono trovare ispirazione, informarsi su un argomento, scoprire cosa cucinare, acquistare, indossare, usare per lavorare. Chiaro, non possiamo equiparare Instagram con Google perché su quest’ultimo puoi intercettare praticamente il mondo intero. Instagram è particolarmente utile per chi lavora nel B2C. Ma in alcuni settori (abbigliamento, food, travel, wedding, etc) può smuovere le masse che ti interessano. E con una ricerca interna che funziona particolarmente bene, a differenza di Facebook, puoi pensare a un sistema di contenuti pensati per aiutare le persone a trovarti nel momento in cui hanno bisogno di te. Crea un piano editoriale Instagram adeguato Il punto di partenza è questo. Attraverso un calendario...
5 tool decisivi per la strategia di Inbound Marketing

5 tool decisivi per la strategia di Inbound Marketing

Quali sono gli strumenti per fare inbound marketing? Riporto la domanda chiave che molte persone girano agli esperti e ai teorici di questa materia. Ok, devo farmi trovare nel momento in cui le persone hanno bisogno di me. Ma in che modo? Quali sono i tool che mi consentono di raggiungere l’obiettivo prefissato? Dipende, non […]

Quali sono gli strumenti per fare inbound marketing? Riporto la domanda chiave che molte persone girano agli esperti e ai teorici di questa materia. Ok, devo farmi trovare nel momento in cui le persone hanno bisogno di me. Ma in che modo? Quali sono i tool che mi consentono di raggiungere l’obiettivo prefissato? Dipende, non è facile arrivare a una conclusione diretta in questo caso. Le risposte alle domande non sono immediate. Il motivo è semplice: rischi di perdere di vista un passaggio chiave, vale a dire la varietà dell’argomento. L’inbound marketing non è una strada a senso unico: ci sono modi diversi di gestire una strategia di content marketing e intercettare il pubblico. Quali sono i tool dell’inbound marketing? In qualche caso sono i video a dare le informazioni giuste, in altri invece è l’email marketing a farla da padrone. Insomma, la varietà del settore è infinita come mostra il grafico che ho preso da Moz. Ma è vero che ci sono delle strade preferite, degli strumenti per fare inbound marketing che vengono condivisi e usati con grande successo. Quali sono i nomi in questione? Continua a leggere. Da approfondire: unire inbound marketing e user experience Crea un blog aziendale per intercettare il pubblico Il primo passaggio, osservando il famoso funnel dell’inbound marketing, è quello che porta le persone che non ti conoscono sul sito web. Ciò avviene in modi diversi ma uno degli elementi fondamentali è il blog aziendale. Uno strumento che ti consente di intercettare le ricerche informazionali del pubblico. Tra i primi strumenti per fare inbound marketing inserisco proprio WordPress: il CMS decisivo per creare...
Come creare una landing page efficace

Come creare una landing page efficace

[toc] Avere una landing page efficace è il passo decisivo per innescare un processo virtuoso di inbound marketing. Se vuoi farti trovare dalle persone giuste nel momento in cui hanno bisogno di te questa è la strada da seguire. Non basta esserci e portare traffico sul sito. Devi creare conversioni, e le pagine di atterraggio […]

[toc] Avere una landing page efficace è il passo decisivo per innescare un processo virtuoso di inbound marketing. Se vuoi farti trovare dalle persone giuste nel momento in cui hanno bisogno di te questa è la strada da seguire. Non basta esserci e portare traffico sul sito. Devi creare conversioni, e le pagine di atterraggio sono centrali. Quindi crei delle risorse per convincere il pubblico: tu sei la strada da seguire. Produci testi persuasivi, ingaggi un professionista capace di mescolare copy e web designer per creare una landing page efficace e fruttuosa. Capace di generare i lead giusti, o magari delle vendite dirette: questo dipende dal tipo di business che hai in mano. Un punto, però, è chiaro: ci sono dei passaggi importanti da ottimizzare che fanno la differenza. Scrivere per vendere è una delle attività decisive quando crei una landing page. Lo stesso vale per la costruzione materiale della risorsa in questione. Ma poi ci sono dei dettagli che non puoi ignorare quando decidi di fare sul serio. Quali sono? Scopriamoli insieme in questo post. Cosa fanno le persone sulla landing? Uno dei punti che deve servire da bussola per migliorare la tua landing page: devi intuire cosa fanno le persone quando arrivano sulla tua pagina. Solo così puoi capire cosa e come fare per migliorare il prodotto. Non puoi prendere le decisioni giuste se non sai in quale direzione muovere le tue attività.   Puoi semplificare, modificare, cambiare colore e migliorare i bottoni delle call to action. Ma se non sai cosa fare devi sempre procedere alla cieca. Non è questo il modo giusto per creare una landing page...
Come creare un lead magnet: gli esempi che funzionano

Come creare un lead magnet: gli esempi che funzionano

I lead magnet sono un elemento decisivo della tua campagna di inbound marketing. Possono essere usati in mille occasioni diverse e fanno la felicità di chi deve promuovere un ecommerce, o trovare nuovi clienti online. È importante per te che fai digital marketing avere una competenza specifica nell’universo dei lead magnet. Aspetta, ma di cosa […]

I lead magnet sono un elemento decisivo della tua campagna di inbound marketing. Possono essere usati in mille occasioni diverse e fanno la felicità di chi deve promuovere un ecommerce, o trovare nuovi clienti online. È importante per te che fai digital marketing avere una competenza specifica nell’universo dei lead magnet. Aspetta, ma di cosa stiamo parlando? Cos’è un lead magnet e perché è così importante per il lavoro? Si tratta di un elemento capace di attirare l’attenzione del potenziale cliente fino a spingerlo a lasciare il proprio contatto email. In questo momento tu puoi raggiungere la persona in questione con un messaggio specifico, un’email targettizzata e dedicata a quel gruppo di potenziali clienti. Ovviamente se alla base c’è stato un lavoro attento di ottimizzazione delle liste. Questo funziona. Fa parte dell’opera di content marketing, sia per la stesura di ciò che mandi alle persone che si sono iscritte alla tua lista che per la creazione dei lead magnet che funzionano. Già, ma quali sono i lavori da mettere in campo? Cosa caricare sulla landing page per attirare il contatto giusto? VUOI PROMUOVERE UN ECOMMERCE? LEGGI L’EBOOK GRATUITO! Crea ebook da condividere nella landing Gli ebook sono i lead magnet per eccellenza. In ogni situazione può capitare di avere questa offerta: scaricare un documento PDF dedicato a un tema che ti sta a cuore. Questo è un documento pensato per seguire il concetto: fai il download solo se lasci un contatto email valido. Quali sono i punti? Crea un contenuto utile, non una raccolta di post già letti.Metti il documento in noindex, non deve essere rintracciabile online.Crea una landing page...
I migliori plugin per ottimizzare e creare landing page su WordPress

I migliori plugin per ottimizzare e creare landing page su WordPress

Domanda: quali sono i migliori plugin WordPress per landing page? Difficile dirlo perché questo CMS offre soluzioni infinite per lavorare sulla personalizzazione e infine sulla realizzazione di una landing page efficace. Ma sai qual è il punto? Spesso si installano estensioni senza sapere qual è lo scopo ultimo, qual è l’obiettivo delle modifiche da mettere […]

Domanda: quali sono i migliori plugin WordPress per landing page? Difficile dirlo perché questo CMS offre soluzioni infinite per lavorare sulla personalizzazione e infine sulla realizzazione di una landing page efficace. Ma sai qual è il punto? Spesso si installano estensioni senza sapere qual è lo scopo ultimo, qual è l’obiettivo delle modifiche da mettere in campo. Detto in altre parole, a cosa servono i plugin per landing page su WordPress? Per soddisfare i tuoi capricci o per dare forma a una pagina di atterraggio efficace? Quando decidi di creare una landing page sul tuo blog o sul sito web devi prendere in considerazione un punto: stai lavorando sul concetto chiave (e molto importante) dell’inbound marketing. Devi portare le persone sul tuo dominio, poi le devi convertire. Le devi trasformare in potenziali clienti, in lead. Ecco che le landing page diventano fondamentali. Anzi, sono decisive allo scopo ultimo. Ma come crearle e fare in modo che sul tuo blog possano essere pubblicate pagine utili al tuo business come le squeeze e le sales page? Qui trovi quello che ti serve, continua a leggere il post. Da leggere: Landing page e inbound marketing: trasforma i lettori in clienti Inserisci dei testimonial convincenti Sai qual è uno dei punti di partenza per creare una buona landing page? Devi inserire dei testimonial, un testo o un video capace di riprendere l’esperienza di un utente soddisfatto. Come deve essere questo elemento? Le regole da rispettare sono diverse quando lavori in questo campo, ti lascio una sintesi: Presenza di nome e cognome. Immagine reale. Testo scritto in prima persona. Eventuale riferimento per contatti. Se...