Come sfruttare le call to action per il tuo e-commerce 

Come sfruttare le call to action per il tuo e-commerce 
[Total: 2 Average: 3]

Le call to action per ecommerce hanno un ruolo decisivo nell’equilibrio di un progetto di shopping online. Nella fattispecie consentono di spingere l’utente verso l’azione prevista. Vale a dire la vendita finale.

O comunque un’azione che in qualche modo prevede il raggiungimento di un obiettivo. Magari puoi lavorare sull’aumento degli iscritti alla newsletter o il download di un lavoro di content marketing per ecommerce, anche in questi esempi devi puntare su un CTA button.

In ogni caso la sintesi è chiara. Per ottenere buoni risultati, e aumentare le conversioni, devi fare un buon uso delle call to action per ecommerce. Cosa significa questo?

Quali sono i punti essenziali per promuovere i prodotti di un negozio online grazie a una buona strategia di call to action? Ecco le regole da rispettare (secondo me). Attenzione, il punto essenziale però resta sempre il test: solo con la relativa contestualizzazione del pulsante puoi ottenere buoni risultati. Non esiste il CTA button per e-commerce per tutti.

Da leggere: come trovare backlink per ecommerce

Cos’è una call to action per e-commerce

Prima di affrontare i passaggi per ottimizzare una call to action è giusto dare una definizione di questo elemento. Si tratta, in buona sostanza, di una frase capace di invogliare l’utente a svolgere un’azione.

Capirai che su un e-commerce questo è particolarmente importante perché da qui si innesca il processo che ti porta a diventare cliente. O meglio, il percorso inizia qui. Poi è compito del carrello invogliare il singolo a completare l’ordine. Detto questo, passiamo alla fase operativa: come ottimizzare questo snodo? E dove inserire la CTA? Continua a leggere per approfondire.

Dove mettere un CTA button

È chiaro che un e-commerce ha tanto da chiedere a un call to action button. In primo luogo deve essere situato above the fold, nella parte alta e immediatamente visibile della pagina web.

cta button

Metti il bottone above the fold – Fonte immagine

Questo per rendere più semplice la possibilità di individuare e cliccare il pulsante più importante per il rendimento della tua azienda. Quindi, ricorda bene: CTA della scheda prodotto nell’above the fold. Questa è la regola base, poi ce ne sono altre  Scopriamolo insieme con questi punti pratici.

Questo discorso vale anche per le landing page? Mai fare confusione, la scheda ecommerce ha una struttura specifica, compatta. La landing page può essere molto lunga e in diversi casi è utile mettere più call to action nella pagina. Magari above the fold e alla fine, nei pressi del form email.

Usa le leve del persuasive copywriting

Intorno ai bottoni legati alle call to action per ecommerce puoi inserire delle frasi come supporto all’invito principale. Nel pulsante inserisci l’invito con verbo imperativo e, subito dopo, metti un testo in corsivo con elementi già noti ai copywriter più navigati. Ecco qualche esempio da portare sul tuo sito:

  1. Numero di clienti soddisfatti.
  2. Sconto riservato a chi accetta.
  3. Posti ancora disponibili.
  4. Giorni o ore che rimangono.

Uno dei punti di forza quando si lavora con il persuasive copywriting nelle call to action per ecommerce è proprio l’urgenza. Una pulsione che fa capo al concetto di scarsità. C’è poco tempo per prenotare, i posti disponibili sono pochi. Già qualcuno sta guardando la stessa offerta. Quindi devi essere veloce.

Mostra i testimonial vicino alla CTA

Nei pressi del bottone con la call to action puoi inserire quest’ulteriore leva persuasiva. Sto parlando delle testimonianze di chi ha già provato il servizio. O dei brand che menziona o i tuoi prodotti. Ci sono diverse soluzioni per sfruttare questa tecnica, ma scegliere le testimonianze scritte dei clienti soddisfatti è la soluzione migliore dal mio punto di vista. A patto che queste opinioni siano reali, firmate e credibili.

Cura i colori del bottone con l’invito

Quali sono le regole cromatiche per scegliere un bottone CTA per il tuo e-commerce? A prescindere dal colore stesso, che può cambiare in base ai test che citerò dopo, ci sono delle linee guida che non puoi perdere di vista. Sto parlando di user experience, che insieme al buon senso può fare la differenza.

In primo luogo devi garantire lo spazio necessario al bottone per non confondersi con gli altri elementi della pagina. In questo caso il bianco (o comunque lo sfondo della pagina) viene in tuo aiuto: devi far respirare il pulsante, non affogarlo in mezzo agli altri elementi della struttura.

Sempre per seguire questo principio, è cosa buona scegliere un colore del CTA button capace di creare un contrasto netto tra bottone e base. Ma lo stesso discorso vale tra bottone e testo della call to action. Detto in altre parole, il pulsante deve essere visibile e distinto. In sintesi, facile da cliccare.

Usa un bottone cliccabile dal mouse

L’elemento che contiene la call to action deve essere visto come un bottone da cliccare. Le tendenze del web design portano verso elementi dalla grafica flat, io consiglio di evitare design bombati con ombre e profili che riprendono la forma 3D. Sono combinazioni che ricordano siti di qualche anno fa.

D’altro canto ci sono delle regole che rimangono inalterate. Come, ad esempio, la necessità di trasformare il cursore in icona a forma di mano e di attivare un’evoluzione del pulsante al click. L’idea è quella di non usare una semplice immagine a forma di bottone, ma un elemento interattivo. Non hai bisogno di web designer navigati per creare questi elementi, di solito tutti i CMS per ecommerce hanno queste soluzioni.

Per ogni evenienza puoi usare il plugin Shortcodes Ultimate che offre centinaia di soluzioni. Questo, ovviamente, se decidi di sfruttare WordPress per creare il tuo shop online per vendere.

Snellisci il copy della call to action

Di solito si cerca di inserire nel copy della CTA anche il valore aggiunto dell’azione che si invita a compiere. Questo però può essere valido per una landing page, nella scheda e-commerce puoi lavorare sul verbo imperativo più utile in questi casi. Vale a dire aggiungi al carrello, un classico.

Poi, hai sempre il testo da aggiungere sopra o sotto per spingere verso leve persuasive o benefit particolari. Come, ad esempio, sconti e promozioni. Senza dimenticare gli aspetti più efficaci: la spedizione gratuita e le politiche sui resi per tranquillizzare gli acquirenti.

Mai dimenticare i test per i bottoni

Uno dei parametri decisivi per creare delle buone call to action per e-commerce: i test. Solo così puoi capire cosa funziona e cosa no. Prima parlavo del colore del bottone: quale usare? Dipende da cosa dicono i test, di solito il verde è un colore che comunica sicurezza e il rosso pericolo.

 

Ma è sempre così? Baseresti tutta la tua attività e la promozione su un e-commerce su questo punto deciso a priori, senza una valutazione oggettiva? Non è il massimo per questo hai bisogno di fare ab test ma anche di un programma capace di registrare le sessioni utente e le mappe di calore. Tra i tanti puoi usare Hotjar e CrazyEgg (qui in alto puoi trovare un video illustrativo relativo a quest’ultimo tool).

Per approfondire: come fare pubblicità per ecommerce

Le tue call to action per e-commerce

Queste sono le regole essenziali per lavorare bene con le CTA su un e-commerce, vale a dire un sito web che punta tutto sull’efficacia. Basta un dettaglio mal studiato per vanificare investimenti importanti.

Quindi è impossibile ignorare l’importanza dei CTA button. Sei d’accordo? Tu come lavori? Lascia la tua esperienza nei commenti, in questi casi è importante il confronto per raggiungere dei risultati.

Riccardo Esposito

Riccardo Esposito, blogger per MediaBuzz. Si occupa di scrittura online dal 2008: ha iniziato in agenzia e ora passa 14 ore al giorno davanti al monitor del suo iMac. Il suo blog personale: My Social Web

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedIn

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.