Come migliorare la visibilità del tuo e-commerce

Come migliorare la visibilità del tuo e-commerce
[Total: 1 Average: 5]

Come aumentare la visibilità del tuo ecommerce in modo da veicolare nuove visite? Questa è una delle domande tipiche di chi decide di farsi notare per aumentare i profitti. E, ovviamente, le vendite online.

Perché è questo il tuo compito, vero? Fare in modo che le persone arrivino sul tuo shop per acquistare, comprare, fare spese online. Devi lavorare in ottica inbound marketing, e creare una relazione con i tuoi potenziali clienti. Il punto di partenza è questo: devi portare nuove visite, devi promuovere le schede prodotto per fare in modo che il processo di vendita vada in porto.

Pubblicizzare il tuo ecommerce vuol dire lavorare sulla possibilità di portare persone interessate verso le pagine utili alla conversione. Ma, nel concreto, come si aumenta la visibilità dell’ecommerce? Ecco una serie di tecniche base che puoi usare ogni giorno per raggiungere risultati concreti.

Da leggere: come creare un negozio online di successo

Ottimizzazione SEO delle pagine web

La prima idea per aumentare la visibilità dell’ecommerce è l’ottimizzazione SEO dello shop, della struttura che ti consente di intercettare le persone che su Google digitano delle query utili alla tua soluzione. Lavorare sulla SEO per e-commerce non è semplice perché si tratta di un progetto impegnativo. Però ci sono alcuni punti base da seguire sempre, ecco una lista da non dimenticare:

  1. Crea una struttura pulita evitando duplicazioni interne.
  2. Lavora su una buona link building per ecommerce.
  3. Ottimizza le pagine web per determinate query.

Query che possono essere transazionali e informazionali. Quindi legate a un’azione o a una richiesta informazione. Nel primo caso devi ottimizzare non solo le schede, ma devi dare grande attenzione alle tassonomie, alle categorie prodotto che possono intercettare delle ricerche molto importanti per la tua azienda. Un esempio concreto di come organizzare un ecommerce.

– Corsi di web marketing (categoria)

— Corsi di SEO (sottocategoria)

— Corse SEO per albergatori (scheda)

Con una buona ottimizzazione delle pagine puoi lavorare in modo da sfruttare tutta la struttura per raggiungere le persone che vuoi portare sul sito. Per lavorare in questa direzione devi snellire, togliere ciò che non serve e operare bene con i canonical per comunicare a Google le risorse più importanti.

Da leggere: Come posizionare un sito web su Google

Native advertising per far conoscere il brand

Il native advertising può essere una risorsa quando il tuo obiettivo è quello di aumentare la visibilità dell’ecommerce. Sai bene che questo tipo di pubblicità non può essere usata per fare link building.

Queste pubblicazioni sono dei branded content che vengono pubblicati seguendo le linee editoriali della piattaforma che ospita il contenuto. Ma l’obiettivo non è quello di ottenere link per fini SEO: qui devi far conoscere il brand e fare in modo che le persone conoscano il valore del tuo prodotto o servizio.

Native advertising ecommerce

Un esempio di native advertising.

Questo non deve essere fatto con contenuti commerciali ma con pubblicazioni capaci di attirare l’attenzione del pubblico e sfruttare la logica inbound marketing. Quindi devi farti trovare nel momento in cui le persone hanno bisogno di te. Sembra impossibile o troppo difficile? Dai uno sguardo agli esempi di native advertising che possono darti indicazioni concrete.

Investi nel social media marketing

Chiaro, i social possono essere uno strumento decisivo per aumentare la visibilità di un sito web. E anche per un ecommerce, mi sembra ovvio. Ma cosa significa lavorare con questi strumenti?

  1. Creare engagement con il pubblico.
  2. Raggiungere persone interessate.
  3. Fare customer care con i clienti.

Oggi le persone usano i social per raccogliere informazioni utili all’acquisto. Prima di comprare interrogano il brand per avere risposte relative ai prezzi, alla qualità del prodotto, alle disponibilità. Lo fanno nei commenti dei post, e tu puoi usare questo meccanismo per creare engagement. Una relazione virtuosa.

Questo è un beneficio che non puoi ignorare e può fare la differenza quando decidi di migliorare la reach organica e creare interazioni su Facebook. D’altro canto i social possono essere usati per spingere i contenuti, per portare visite. In questi casi, però, conviene ragionare intorno all’advertising.

Tutto questo senza dimenticare il customer care service sui social, ormai non esiste un brand che vende online e che non prende in considerazione l’idea di assistere i propri clienti attraverso gli strumenti messi a disposizione dal social web. E molte aziende hanno deciso di implementare una strategia di chatbot.

Remarketing per ecommerce

La visibilità sui social diventa un obiettivo concreto attraverso una buona pianificazione della pubblicità, e chi lavora con Facebook sa bene che questo è uno dei canali più importanti. Soprattutto se operi con il retargeting (o remarketing), una strategia molto utile per far ritornare le persone che già hanno mostrato interesse su una specifica pagina web.

Come funziona il remarketing? Attraverso un pixel di tracciamento registri il comportamento del pubblico che arriva sull’ecommerce e non conclude l’acquisto. Un’eventualità comune a tante situazioni.

L’abbandono del carrello può avvenire per diversi motivi. In ogni caso hai immagazzinato le informazioni e le usi per creare delle pubblicità mirate. E capaci di mostrare alle persone dei messaggi ADV in grado di riproporre proprio ciò che è stato visualizzato e abbandonato.

Punta sull’influencer marketing online

Gli influencer possono essere la chiave di volta per aumentare la visibilità. L’idea: fare pubblicità del tuo ecommerce non vuol dire solo spingere un link, ma spesso questo concetto abbraccia la necessità di creare un’idea nella mente del potenziale pubblico e far vedere che tu ci sei, fai parte del loro mondo.

Quest’obiettivo può essere raggiunto grazie al contributo degli influencer, persone che portano il tuo brand all’attenzione di un pubblico che forse non ti conosce. O che ancora non ti ha “posizionato”. Per questo è importante fare un buon lavoro di blogger outreach e Digital PR. In questo modo puoi:

  1. Trovare le persone giuste al tuo lavoro.
  2. Intercettare e contattare quelle che hai selezionato.
  3. Inviare materiale utile al content marketing.
  4. Stabilire delle relazioni con il pubblico.

La vera rivoluzione dell’influencer marketing per ecommerce? Fare in modo che l’interazione non sia un semplice bisogno di visibilità ma occasione per creare relazioni virtuose con il pubblico e magari con altri influencer. L’obiettivo è quello di creare ambassador, persone in grado di seguire il tuo brand con piacere e non solo perché forzati o indotti. Ti assicuro, non esiste bene più prezioso.

Per approfondire: fare una strategia di web marketing per uno shop online

Vuoi aumentare la visibilità dell’ecommerce

Quando apri un ecommerce hai un obiettivo chiaro: spingere le vendite. Per farlo devi mettere in campo tutte le strategie necessarie per portare traffico qualificato su schede e categorie. Ma, soprattutto, ti consiglio di lavorare sulle relazioni. Basta dare uno sguardo ai grandi portali per capire: su tutti i canali c’è sempre un’attenzione massima alla relazione con il pubblico.

Una relazione che deve essere gestita sui social, ma anche attraverso il lavoro di influencer marketing e di customer care service. Non devi solo risolvere i problemi, devi fare in modo che le persone si fidino di te e del tuo mondo. Sei d’accordo? Quali sono le tue esigenze per aumentare la visibilità dell’ecommerce?

Riccardo Esposito

Riccardo Esposito, blogger per MediaBuzz. Si occupa di scrittura online dal 2008: ha iniziato in agenzia e ora passa 14 ore al giorno davanti al monitor del suo iMac. Il suo blog personale: My Social Web

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedIn

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.