Perché i tuoi utenti abbandonano il sito web in pochi secondi?

Perché i tuoi utenti abbandonano il sito web in pochi secondi?
[Total: 1 Average: 5]

Chi lavora ogni giorno nel mondo del web marketing sa bene che deve aumentare il tempo di permanenza sul sito. Questo non è un parametro da affrontare a caso, nel senso che non basta mantenere le visite sulle pagine.

Devi lavorare sodo con l’usabilità e fare in modo che ogni dettaglio sia allineato con un punto chiaro: le persone devono trovare ciò che cercano. Non basta aumentare il tempo di permanenza medio, alla base c’è sempre la soddisfazione delle necessità individuali.

Quindi lo studio del target viene prima di ogni cosa. Ma, detto questo, quali sono i punti essenziali per aumentare il tempo di permanenza sul sito e diminuire il tasso di abbandono su un ecommerce, un portale o un qualsiasi sito web con un obiettivo? Ecco una serie di idee per aumentare tempo di permanenza sul sito rispettando i principi della web usability (e ovviamente del buon senso).

Da leggere: come promuovere un prodotto su internet

Velocità di caricamento delle pagine web


Questo è uno dei passaggi essenziali dato che devi dare un motivo in più per consultare le tue pagine web. Oggi le persone sono abituate a consultare pagine web veloci, immediate, efficaci. Costringere il pubblico ad aspettare 3 o 4 secondi per caricare una pagina vuol dire rischiare l’abbandono.

Questo passaggio vale per tutti i progetti web, soprattutto da quando Google ha inserito la velocità di caricamento tra i fattori del posizionamento. Un’attenzione in più, però, viene data a chi si occupa di SEO per ecommerce: in questi casi la velocità di caricamento delle pagine influenza direttamente le conversioni, quindi diventa un obbligo ottimizzare tutti i passaggi ed evitare l’abbandono del pubblico.

Quindi, quali sono i consigli per ottimizzare questo punto? In primo luogo devi valutare lo stato reale del sito web con un passaggio sul Pagespeed Insight di Google. E poi devi lavorare su punti noti ai webmaster e ai SEO. Ecco solo una breve sintesi dei passaggi necessari:

  1. Ottimizzazione delle immagini.
  2. Scelta di un hosting performante.
  3. Caching del browser.
  4. Ottimizzare Javascript e CSS.

Per lavorare sodo in questi casi non bastano le competenze medie: devi avere ben chiari i passi da svolgere, solo con un’ottimizzazione manuale e personalizzata puoi lavorare in modo da velocizzare le pagine più importanti del tuo sito web. Ricorda, però, che non lo fai perché te lo dice Google, ma per dare all’utente ciò che cerca. Vale a dire una risorsa di qualità ed efficace sotto tutti i punti di vista.

Inserisci sempre contenuti utili allo scopo

Uno dei fattori decisivi per aumentare il tempo di permanenza sul sito: la qualità dei contenuti. Come suggerisce questo studio www.amberddesign.com il contenuto è un elemento decisivo per evitare di perdere lead. Anzi, le statistiche sono molto precise: il 46% dei potenziali clienti abbandona le pagine web a causa di ciò che metti sul sito. E la qualità del contenuto è centrale in questo equilibrio.

Questo significa che devi valutare sempre con grande attenzione le necessità del pubblico. Pensa all’ottimizzazione di una scheda all’interno di un ecommerce: hai bisogno semplicemente di testo o di informazioni schematizzate per permettere al pubblico di trovare ciò che serve veramente.

Assenza di informazioni chiare per i contatti

Altro aspetto decisivo per mantenere gli utenti sul sito: la sicurezza. Devi comunicare affidabilità, certezza delle informazioni e di un feedback concreto. Anche e soprattutto se decidi di ottimizzare la struttura di un ecommerce. Non a caso le indicazioni dello studio di Amber Design sono chiare: il 44% degli utenti abbandona il sito web perché non ci sono indicazioni chiare su come raggiungere i gestori.

Un consiglio, in questo caso, è quello di inserire nel menu di navigazione una serie di elementi utili per consentire di capire chi sei, come raggiungerti e come risolvere i problemi comuni.

La base di partenza è quella di avere sempre pagina Contatti e Chi siamo nell’alberatura principale, e nel footer dei link aggiuntivi. Per uno shop online è importante suggerire:

  1. Politiche dei resi.
  2. Pagamenti.
  3. Costi di spedizione.
  4. Tempi di consegna.

Insomma, potrebbe essere utile avere una pagina o un’intera sezione dedicata alle FAQ. Vale a dire le domande frequenti. Una soluzione utile per ridurre gli sforzi del customer care service e snellire l’impegno per risolvere i problemi del pubblico. In questo modo puoi comunicare affidabilità e sicurezza.

Web design: le persone prendono decisioni

E possono scegliere di abbandonare il tuo sito web a causa di scelte infelici. Come l’uso di pubblicità invadenti che coprono i contenuti, un design improvvisato e una navigabilità che non tiene presente il comportamento degli utenti, la presenza di video e audio che partono in automatico.

Tutto questo può diventare un ostacolo per chi arriva sulle tue pagine e non riesce a trovare ciò che sta cercando veramente su un portale o su un negozio online. Ecco le statistiche importanti:

Aumentare il tempo sul sito

Perché le persone abbandonano il sito?

Interessante notare qualche punto che non rientra, di solito, nei problemi di usabilità. Come l’uso di chat live: per un ecommerce possono essere una soluzione ottima perché gli utenti hanno bisogno di spiegazioni. Ma quando questi elementi diventano troppo invadenti il rischio è quello di rendere la navigazione difficile e complessa. Anche l’uso di immagini di scarsa qualità porta a conseguenze simili.

Non bisogna, però, lavorare solo sull’aspetto funzionale. Ci sono delle informazioni importanti anche per quanto riguarda l’aspetto estetico delle risorse. Ad esempio: “66% of online consumers stated that they would prefer a webpage that is visually attractive”. Questo significa che una buona fetta di pubblico considera importante il fatto che le pagine web siano curate dal punto di vista del visual.

design delle pagine web

Come devono essere le pagine web?

Tutto ciò deve essere subordinato, in ogni caso, alla buona comunicazione aziendale. Il 46% del campione che ha risposto allo studio è disposto a lasciare una pagina nel caso in cui lo scopo dell’azienda non emerga con precisione. Quindi, la cura per l’estetica e per il design è importante ma ricorda sempre di mettere in primo piano la chiarezza della comunicazione aziendale quando progetti un sito web.

Per approfondire: come pubblicizzare un ecommerce

Aumentare il tempo di permanenza sul sito

Questo è un buon punto da sviluppare: eliminare tutti gli scogli che portano ad abbandonare le pagine web. Devi aumentare il tempo di permanenza sul sito e lo devi fare in modo da evitare percorsi alla cieca: questo valore – tempo trascorso su una pagina web – è inutile se alla base non c’è una strategia di digital marketing adeguata. Sei d’accordo? Qual è il tuo punto di vista? Ti aspetto nei commenti.

Riccardo Esposito

Riccardo Esposito, blogger per MediaBuzz. Si occupa di scrittura online dal 2008: ha iniziato in agenzia e ora passa 14 ore al giorno davanti al monitor del suo iMac. Il suo blog personale: My Social Web

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedIn

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.