Contenuti e posizionamento: correre veloci per colpire l’attenzione di Google

Contenuti e posizionamento: correre veloci per colpire l’attenzione di Google
[Total: 0 Average: 0]

Quello di cui voglio parlarvi oggi è un piccolo segreto (che poi in realtà segreto non è) che riguarda il nostro “caro amico” Google, il punto centrale del web e di tutte le strategie che ogni singolo giorno cerchiamo di buttare giù per attirare la sua attenzione in maniera positiva.

Nonostante ci siano altri motori di ricerca, in Italia la società di Mountain View è diventato nel corso degli anni il search engine più importante dell’intero panorama web e centro nevralgico di qualsiasi attività online, dal più semplice sito web di un giovane nerd fino ad arrivare al sito di una grande azienda.

Perché è importante una buona indicizzazione su Google?

La risposta è intuitiva e molto semplice: più spazio si riesce a conquistare su Google, maggiori saranno le possibilità di essere trovati dagli utenti. A seconda della ricerca effettuata di volta in volta dal singolo utente, Google ci fornisce una serie di risultati ritenuti in quel momento i migliori e pertinenti per soddisfare la determinata richiesta.

È chiaro quindi che se riusciamo a piazzare nelle prime posizioni delle SERP il nostro contenuto esso avrà molte più possibilità di essere visualizzato e cliccato. Per dirla in breve: se siamo nella prima pagina di Google avremo un tot di click, se siamo in pagina 3/4 o 5 i click saranno pressoché nulli. Maggiore visibilità, più click ottenuti, crescita delle conversioni e dei guadagni. Capito ora perché è così importante per un’azienda essere nei primi risultati del motore di ricerca?”

Content Marketing e Posizionamento

Cosa possiamo fare per conquistare la tanto desiderata prima pagina di Google? Oltre a quelle che possono essere le soluzioni “esterne”, come lo spazio web utilizzato, fondamentale è il nostro lavoro nella stesura dei contenuti proposti.

Ecco perché è importante riuscire a svolgere un buon lavoro di Content Marketing, organizzando il lavoro al meglio strutturando in maniera corretta un calendario editoriale.

Il Content Marketing è una particolare forma di marketing che prevede la creazione di contenuti volti a ottenere dei risultati concreti, ovvero portare sempre più utenti sul sito di riferimento per aumentare le visite qualificate e, di rimando, aumentare la possibilità di ottenere conversioni.

Ovviamente in questo punto in particolare quello che conta è la creatività di chi si occupa dei contenuti e la qualità degli stessi. Utilizzo il termine creatività per mettere in evidenza come sia fondamentale tentare di dare un tocco di originalità al proprio lavoro, distinguersi dagli altri, creare un proprio stile e un tono di voce che gli utenti riconosceranno e della quale si fideranno.

Si possono utilizzare diverse tecniche per creare contenuti web originali e vincenti. Io nutro una passione personale per lo Storytelling, una branca molto particolare che unisce in un certo qual senso la narrativa alle esigenze di marketing.

Storytelling AziendaleLo Storytelling in ottica aziendale è un’arma sensazionale per dare un tocco ancora più personale al tuo business. In questo modo l’azienda non sarà più intesa come un elemento freddo e distante ma un luogo di lavoro in cui le esigenze delle persone vengono al di sopra di tutto. Questo ci fa avvicinare molto di più agli utenti, ma al tempo stesso lo Storytelling è anche uno straordinario metodo per inserire le nostre parole chiave in un contesto ben preciso, cosa che ci farà apprezzare ancora di più da Google.
La costruzione di buoni contenuti porta a una reputazione migliore e solida. Da qui al passo successivo, ovvero migliorare la link popularity attraverso link di qualità da altre proprietà web, il passo è breve.
Con una buona attività di link building, se i contenuti creati vengono linkati da siti web e/o da professionisti affermati allora la prima pagina di Google per alcune chiavi di ricerca non sarà più mera utopia.

La velocità di un sito web è un fattore di ranking?

velocita di un sito web

Si, la velocità del sito è importante. Le pagine dei siti che si caricano velocemente ottengono un posizionamento nella serp nettamente migliore rispetto a quelli lenti.
La velocità di un sito web migliora anche la user experience e può risultare utile per ridurre la frequenza di rimbalzo degli utenti e incidere positivamente sul tasso di conversione.

I risultati di ricerca che Google ci restituisce a seconda della query di ricerca viene sviluppata secondo quelli che vengono ritenuti i migliori contenuti sull’argomento, quelli che potenzialmente possono risultare più utili agli utenti che effettuano la ricerca.

Oltre ai contenuti, però, quello che conta è anche la soddisfazione del singolo utente nel navigare sul sito in cui queste preziose informazioni sono riportate. Per cui, a parer mio, inutile scrivere il miglior tutorial di questo mondo se il sito web su cui è pubblicato fornisce prestazioni pachidermiche e una velocità molto scarsa.

Proprio per questo, al fine di dare all’utente la massima soddisfazione possibile, qualunque professionita web dovrebbe concentrarsi innanzitutto sul garantire che il proprio sito sia veloce e reattivo… dopodiché i contenuti pubblicati saranno figli del tuo genio e della tua creatività, che però rischiano di essere come invisibili se il sito non garantisce prestazioni di un certo spessore.

Come migliorare la prestazione di un sito web?

Forse non ci hai mai fatto caso o hai ritenuto che non fosse così importante, ma la velocità di un sito web rappresenta un elemento di notevole importanza.

Nel corso degli ultimi anni Google ha spinto sempre di più in questa direzione, andando cioé a premiare quei siti che meglio rispondono in termini di velocità di caricamento delle pagine e “lasciando indietro” quelli che non rispondono bene su questo punto, con buona pace dei contenuti pubblicati.

Migliorare le prestazioni del tuo sito web non c’è che una strada per ottenere questo obiettivo: optare per un servizio web degno di tal nome su cui far ospitare il sito… magari uno spazio che sia ottimizzato a seconda del tipo di sito che gestisci.

Mettiamo il caso di un blog aziendale, un tipo di piattaforma che necessita della massima visibilità per dare dei buoni risultati e di rimando maggiori possibilità di ottenere conversioni, trasformando così il blog non solo in uno strumento di informazione ma una vera e propria “arma” con cui conquistare nuovi clienti e fidelizzare i propri.

Se quindi vuoi che il tuo blog sia in grado di fornire risultati di un certo spessore, quello che devi fare è:

1. Scegliere il CMS adatto per la gestione del blog, in poche parole WordPress.
2. Trovare un servizio hosting adeguato e performante che ti permetta di gestire al meglio il CMS.

Questa è la breve (ma fondamentale) strada da seguire se si vuole sul serio fare in modo che migliorino le prestazioni del tuo sito web.

Servizio Hosting WordPressVisto che abbiamo fatto riferimentto a un blog aziendale, l’opzione migliore è puntare su un servizio Hosting WordPress di qualità e che, soprattutto, ti fornisca una serie di software utili in tal senso.

In questo contesto, per chiudere in maniera discreta questo articolo che mi auguro tu abbia avuto la pazienza di leggere tutto, un software davvero molto utile è il Modulo PageSpeed.

Si tratta di un modulo Apache progettato da Google (insomma, giochiamo in casa) che garantisce un notevole miglioramento della velocità di caricamento di vari elementi come il codice HTML e JavaScript.La missione da affrontare a questo punto è ben chiara, l’obiettivo massimo è migliorare le prestazioni del sito e fare in modo che i tuoi visitari siano completamente soddisfatti della navigazione senza fastidiosi rallentamenti.

Ti posso assicurare che non saranno solo gli utenti a essere soddisfatti, nell’ombra c’è sempre Big G che osserva ed è pronto a premiarti.

Ora tocca a te!

Vincenzo Abate

Blogger freelance nato e cresciuto a Cosenza. Laureato in Filosofia e autore di un romanzo e di un paio di raccolte di racconti, si occupa del blog del Provider Keliweb, azienda che fornisce servizi hosting, domini, server dedicati e vps. Scrive inoltre recensioni di cinema e letteratura sul sito cinefocus.it, e prossimamente lancerà sul web il suo blog personale bloggerfreelance.it.

More Posts

Follow Me:
LinkedIn

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *