Tre pessime abitudini nelle strategie di marketing

Tre pessime abitudini nelle strategie di marketing
[Total: 0 Average: 0]

Le tecniche di marketing di base sono valide se ottimamente utilizzate e sviluppate ma esistono alcune abitudini radicate che possono seriamente danneggiare anche i più esperti. In questa guida cerchiamo di capire quali sono queste “pessime abitudini” che conviene abbandonare prima che il vostro sito e di conseguenza la vostra attività ne risentano eccessivamente.

Il primo errore, frutto della diffusione di internet, è che se a seguito della rivoluzione digitale, siamo in grado di incontrare nuove persone che utilizzano servizi come LinkedIn, tralasciando il contatto personale importantissimo per creare quel rapporto di fiducia che caratterizza le “business relation tradizionali”.

Solo perché non abbiamo bisogno di interagire direttamente con le persone non vuol dire che non dovremmo farlo; in effetti, non farlo rappresenta puo’ essere penalizzante e nel lungo termine causa di fallimento.

Cercare il proprio bacino d’utenza “nel mondo reale” è sempre un must. Cercare contatti in settori affini alla propria attività, condividere o promuovere di persona la propria attivita’ sono semplici interazioni che creano un rapporto profondo con il proprio marchio.

Per non incorrere in questo inconveniente basterebbe ad esempio trovare un gruppo locale di business networking nella propria zona, invitare blogger del settore per un caffè e presentare personalmente la propria attività.

Un’altra pessima abitudine è quella di non prendere in considerazione l’incidenza dei bloggers sul business. Attualmente i blog vengono gestiti in maniera sempre più professionale e possono aiutare a comunicare meglio con i clienti, ad esempio attraverso la distribuzione di contenuti che riescono a dare maggiore visibilità sui motori di ricerca.

Al di là dei benefici SEO, il blogging aziendale è in grado di fornire fondamentali informazioni sugli utenti per scoprire ad esempio quali contenuti sono stati letti più spesso o utilizzando i messaggi e la sezione commenti per sollecitare le risposte da parte dei lettori su linee di prodotti futuri o modifiche ai prodotti.

E’ un ottimo modo per capire i bisogni dei vostri clienti senza pagare per costose ricerche di mercato.

Inoltre il blogging è economico e semplice da realizzare; basta installare una piattaforma come WordPress sul vostro sito ed inserire contenuti di estrema qualità seguendo un costante aggiornamento.

L’ultima pessima abitudine da abbandonare è quella di evitare ad ogni costo i social network.

Il social marketing offre molti dei vantaggi sopra elencati per il blogging aziendale, aumenta la fidelizzazione degli utenti consentendo alla vostra azienda di informare ed interagire direttamente con i potenziali clienti.

Molti ignorano il potere mediatico del marketing sui social network. Google e Bing confermano che i risultati della serp prende in considerazione i likes e share dei maggiori social network.

Il social networking è in grado di migliorare il vostro rapporto con i clienti, la capacità di connettersi con i prodotti e le probabilità di scalare posizioni nel ranking delle ricerche naturali sui motori di ricerca.

Danilo Polidori

Danilo Polidori, Online Media Manager e fondatore di MediaBuzz, inizia la sua giornata alle 6:00 am con una corsa di 50 minuti a Battersea Park durante la quale raccoglie idee ed energie per affrontare con positività la giornata. Crede con fermezza che lo sviluppo tecnologico e dell’economia digitale rappresenti l’occasione per internazionalizzare le eccellenze produttive del nostro paese e tornare grandi.

More PostsWebsite

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedIn

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.