Tra social e storytelling: intervista a Marina Pitzoi

Tra social e storytelling: intervista a Marina Pitzoi

Marina Pitzoi

Social Media Manager, Community Manager e Blogger Freelance, aiuta le piccole e media imprese a creare e sviluppare una presenza social media, attraverso lo studio degli obiettivi aziendali e la pianificazione di una strategia di content marketing e social advertising. Il suo motto è If You aren’t Innovating, You are going Backwards (R. Branson)

[Total: 0 Average: 0]

Quando affronti l’argomento web marketing, nella maggior parte dei casi, l’attenzione cade sulle strategie più comuni e affermate. Tipo email marketing, SEO, Facebook Advertising, e Google AdWors.

Sono settori che hanno una grande bibliografia, e possono contare su un aspetto decisivo: presentano dati misurabili. Facili da presentare in un report. Ma il web marketing non è fatto solo di numeri.

Il social media marketing ce lo insegna. Posso calcolare con precisione il vantaggio che mi porta una risposta efficace su Facebook? E una buona attività di customer care svolta su Twitter? Pensa allo storytelling: puoi misurare tutto?

No,va volte il coinvolgimento e la fidelizzazione del potenziale cliente sono più importanti. Vogliamo approfondire? Oggi vogliamo intervistare una persona che sta lavorando molto in questo settore: Marina Pitzoi.

Chi sei e di cosa ti occupi?

Sono Marina Pitzoi, Social Media Manager, Community Manager e Blogger. Aiuto le piccole e medie imprese a costruire e sviluppare una presenza online attraverso i social media con tecniche di visual content e social advertising, in base agli obiettivi da raggiungere.

Il mio obiettivo verso i clienti, è quello di raggiungere insieme a loro, risultati concreti e utili per i loro obiettivi aziendali.

Racconta come hai iniziato

Ho iniziato il mio percorso online, già quando ero universitaria, collaborando per una startup italiana, una piattaforma di eventi online, come Digital Pr e Web Writer, che mi ha permesso di sviluppare competenze nell’organizzazione in Team, brainstorming e pianificazione dei contenuti editoriali social, blogging e contenuti per il sito web.

Dopo la laurea in Economia e Management del Turismo, ho lavorato presso un’azienda per diversi mesi, fino ad arrivare alla scelta di diventare freelance, dove ho notevoli soddisfazioni.

Quindi meglio lavorare come freelance?

Dipende dal progetto che si vuole creare, sviluppare e dai risultati che si vogliono raggiungere. Lavorando in team, ogni componente con competenze differenti, si possono raggiungere risultati notevoli, rispetto al lavoro del singolo freelance.

Per ora sto lavorando come freelance, ma spero in un futuro di far parte di nuovo di un team o meglio, avere un team tutto mio e crescere insieme. Perché solo in team si possono alzare grattacieli.

Come inizia la tua giornata?

La mia giornata la inizio con lo smartphone, prima faccio un salto sulle notifiche di Facebook, perché sono quelle più evidenti poi, per le novità e news vado su Twitter che è sempre il mio punto di riferimento, poi Google Plus e infine LinkedIn. Quando voglio ascoltare musica, vado su Youtube.

Perché i social sono importanti per un’azienda?

I social media sono importanti a livello distributivo dei contenuti e per raccontare ciò che accade in azienda: come le novità, e come vettori della voce aziendale e per costruire relazioni con le persone.

Rispetto ai media tradizionali vi è un coinvolgimento attivo da parte degli attori coinvolti, appunto, l’azienda e le persone (pubblico). Quest’ultimo se ben coinvolto è capace di creare engagement più di una campagna advertising su Facebook. Questa è la motivazione più umana.

Dal punto di vista del Marketing, attraverso i social media un’azienda può fare branding, posizionamento e advertising. Infatti, come ho affermato più volte, i social media sono quote di mercato molto appetibili e da non trascurare.

Ti occupi anche di storytelling…

Mi occupo di storytelling sia per le aziende che per il mio personal brand. Attraverso il racconto della storia dell’azienda si trasmettono i valori, mission e obiettivi che si fondono nello storytelling. In questo modo si riesce a focalizzare e fidelizzare le persone, andando sempre più a creare un target che li coinvolga.

Spesso chiedo ai titolari dell’azienda se hanno un motto personale che li accompagna, anche su questo io baso una strategia di social media marketing e storytelling. Una buona tecnica di storytelling è accompagnata dal contenuto visual.

SEO, Copy, SMM: i profili indispensabili?

Beh, direi tutti e tre, i quali si sincronizzano e cooperano per fare un ottimo lavoro, anche se un’azienda di piccole dimensioni è raro che possa permettersi tutte e tre le figure o, le consulenze delle stesse. Certo avere una guida o addirittura una persona che si occupi della presenza social è un buon inizio. Anche se dipende se l’azienda

Native advertising: l’autenticità del web?

Attraverso il native advertising è possibile attrarre persone e condurle verso l’azione che noi desideriamo. Non tutti i native advertising portano l’utente all’azione. Ma la pianificazione di una strategia adeguata, accompagnata da un buon branded content, avrà risultati migliori perché con quest’ultima risorsa si crea la coerenza e la continuità.

Il progetto di maggior successo?

Il progetto che mi sta regalando tante soddisfazioni è il mio blog! Cresco ogni volta che scrivo un articolo. Cerco di perfezionarmi per essere più comprensibile nei confronti di chi mi legge, trasmettere la mia passione e, allo stesso tempo, aiutare a capire l’attività di social media marketing in modo più umano e meno tecnologico.

Il successo è relativo, trovo soddisfazione anche quando un cliente segue i miei consigli e suggerimenti e decide di prendermi come sua guida.

Danilo Polidori

Danilo Polidori, Online Media Manager e fondatore di MediaBuzz, inizia la sua giornata alle 6:00 am con una corsa di 50 minuti a Battersea Park durante la quale raccoglie idee ed energie per affrontare con positività la giornata. Crede con fermezza che lo sviluppo tecnologico e dell’economia digitale rappresenti l’occasione per internazionalizzare le eccellenze produttive del nostro paese e tornare grandi.

More PostsWebsite

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedIn

3 Comments

  1. Ringrazio MediaBuzz e Danilo Polidori, per questa interessante intervista. Spero di aver dato dei suggerimenti e spunti di social e storytelling su cui riflettere.

    Buonagiornata!

    Marina Pitzoi

    Reply
    • Grazie Marina, noi vorremmo ringraziare te per la gentile disponibilità.
      Un piacere e un dovere ospitarti tra le nostre #eccellenzedigitalitaliane 🙂
      I nostri lettori hanno apprezzato moltissimo i tuoi suggerimento.

      Reply
    • Ciao Maria, mi aggiungo ai ringraziamenti. Sei sempre molto disponibile e gentile.

      Reply

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *