Web marketing e Storytelling: intervista ad Andrea Fontana

Web marketing e Storytelling: intervista ad Andrea Fontana

Le storie fanno parte della nostra cultura. Siamo stati abituati a raccontare e ad ascoltare storie, abbiamo bisogno che qualcuno porti la realtà a un livello narrativo. Non possiamo sopravvivere solo con una semplice definizione delle informazioni: abbiamo bisogno delle emozioni, dei significati aggiuntivi della narrazione. Per questo lo storytelling ha trovato spazio nelle moderne forme di comunicazione online. I brand hanno bisogno di raccontarsi, ma non è semplice: ci sono dei linguaggi da conoscere e delle tecniche da mettere in campo. Ecco perché ci sono esperti come Andrea Fontana del gruppo Storyfactory (www.storyfactory.it) che ogni giorno mettono a disposizione delle aziende la propria conoscenza. Abbiamo deciso di chiedere proprio ad Andrea le evoluzioni del suo settore: come si sta muovendo? Come si sta integrando con le altre specializzazioni del web? Chi sei e di cosa ti occupi? Ho una personalità professionale complessa o come dicono quelli bravi: “mutante”. Infatti, sono amministratore delegato di una società di consulenza che si chiama Storyfactory e che offre servizi di Corporate Storytelling, docente universitario all’Università di Pavia e Milano-Bicocca, presidente di un gruppo culturale e di ricerca scientifica afferente all’Università di Pavia (Osservatorio Storytelling), direttore di una collana editoriale per l’editore Lupetti chiamata Story-line, imprenditore che cerca di fare impresa in questo difficile momento… Se mi chiedi come mi sento… però ho un’unica risposta. Mi sento sempre “fuori posto” e quindi cerco di innovare. Vedere e pensare cose nuove. Racconta ai lettori come hai iniziato. Mi sono laureato in Filosofia negli anni Novanta. Dopo la laurea ho fatto un master in “storia ed economia”, ho seguito un corso di specializzazione in Psico-socioanalisi del lavoro e infine ho vinto un...