SEO Copywriting e web writing: intervista a Eleonora Usai

SEO Copywriting e web writing: intervista a Eleonora Usai

Eleonora Usai

Mi chiamo Eleonora Usai e sono una copywriter freelance. Confeziono contenuti come se fossero outfit e Copywriter4you è la mia boutique creativa. Mi occupo di SEO Copywriting, Storytelling e Blogging. Aiuto aziende e professionisti a curare la loro immagine online attraverso una strategia di content marketing che prende forma con le parole, catalizzatrici di emozioni e storie.

[Total: 0 Average: 0]
Vuoi lavorare con il SEO copywriting? Mi sembra una buona idea, perché sai bene che i contenuti sono decisivi per farsi trovare nelle SERP dei motori di ricerca. Basta questo per ottenere buoni risultati. E per posizionare le tue pagine web. Cosa significa? Ottenere buoni risultati, farsi trovare dalle persone giuste.

Ma basta scrivere bene? Basta rispettare le regole della lingua italiana? Non credo, c’è un’arte dietro al lavoro di SEO copywriting che abbraccia il blogging, il web writing, le tecniche persuasive e le combinazioni utili per catturare l’attenzione del lettore. Ma anche quella di Google. I nomi da ricordare per lavorare in questo settore? oggi ti consiglio quello di Eleonora Usai.

Chi sei e di cosa ti occupi?

Ciao Danilo e grazie per avermi ospitato su MediaBuzz. Mi chiamo Eleonora e sono una copywriter freelance innamorata delle parole. Parole e storie mi hanno scelto da quando alle elementari ho avuto una maestra d’italiano che parlava di scrittura pubblicitaria.

Copywriter4you è il mio sito professionale e ctrleffe la mia web agency.
 Lavoro sempre con la Moleskine vicino al pc e mi occupo di copywriting e blogging per raccontare aziende e imprenditori con onestà. I clienti mi aiutano a guardare con i loro occhi e scrivere con la loro penna.

Cosa significa per te fare SEO copywriting?

Fare SEO copywriting è rispondere alle richieste degli utenti dando informazioni vere, esperienze da portare a casa senza false illusioni. È far scorrere parole in un testo chiaro, che sia impreziosito di attenzione per il lettore senza abusare di parole chiave solo perché condiscono o servono per i motori di ricerca.

È realizzare un testo unendo tecnica e creatività, attività di strategia e arte persuasiva delle parole. Il segreto è mescolare bene le tecniche SEO con il copywriting. Mai scrivere solo per google, meglio farlo pensando sempre alle persone. 
Alcuni consigli:

  1. Evitare le ridondanze di parole chiave.
  2. Rendere il testo fluido e semplificare più possibile.
  3. Ricordare che il copywriting è prima di tutto creatività, non un impasto di keyword.

Scrittura online: elemento decisivo per un sito?

Assolutamente si. Per un sito web i contenuti sono indispensabili. L’azienda può farsi conoscere in maniera concreta, mostrare i suoi valori, ciò che vende o propone, può scambiare fiducia, raccontarsi. Deve farlo bene e per questo la scrittura online deve essere curata in maniera professionale con una strategia mirata a pubblico e obiettivi da raggiungere.

I contenuti devono veicolare messaggi orientati ai valori dell’azienda, devono essere leggibili e unici. Le pagine del sito devono avere un’identità ben definita con una presentazione del marchio e un’architettura studiata in base a settore e target. I contenuti vanno comunque legati alla parte visual, devono raccontare il brand utilizzando grafica e parole.

Blogging e inbound marketing: la soluzione per conquistare il web?

L’inbound marketing ha portato consapevolezza. Ha aiutato a capire che, insieme a una strategia per conoscere i bisogni degli utenti, si deve lavorare sul contenuto e sull’esperienza che si lascia al lettore. Dato che il cuore pulsante dell’inbound marketing è il contenuto, un professionista deve essere bravo a utilizzare gli strumenti giusti, tra cui anche il blog.

Con l’attività di blogging si attirano nuovi clienti, che si avvicinano a un’azienda nel tempo attraverso delle informazioni che prima portano un contatto, poi legano. È proprio grazie al blog che l’utente instaura quella fiducia necessaria per convertire un’azione in risultato.

Mi piace l’inbound marketing anche per questo: perché si crea interesse e curiosità, si stuzzica il lettore. 
Il marketing diventa più bello: l’attore principale diventa il consumatore finale, che può scegliere un marchio dopo aver ricevuto un’esperienza, che si avvicina all’azienda con spontaneità.

Questo perché una strategia che punta ai contenuti regala informazioni utili ma anche e soprattutto esperienza umana. 

Il blog lavora su questo: interviene per accompagnare gli utenti in un viaggio con e verso l’azienda, che si traduce in risultati concreti.

Si può fare storytelling con il web writing?

Non lo si può fare in tutti i settori, o meglio non lo desiderano tutti. Anche se sarebbe bello. Oggi più che mai il cliente ha bisogno di sentirsi vicino a ciò che legge, vuole che un’azienda gli parli, che gli faccia vivere un’esperienza.

Lo storytelling ha un altro potere: crea vicinanza, lega il consumatore e l’azienda in un’esperienza comune, che allaccia rapporti di vita. Questo perché i rapporti creano un ricordo, il ricordo stuzzica curiosità; la curiosità stimola un desiderio che porta conversione.

È importante saper fare storytelling contestualizzando il contenuto da raccontare (context marketing), pianificare gli obiettivi da raggiungere (lo storytelling non è solo narrazione), ascoltare tutti i personaggi coinvolti in un progetto, scegliere il tono di voce adatto per la storia e non parlare “solo” del prodotto.

Lavoreresti come ghost writer?

Credo di no. Bisogna essere portati e predisposti, lasciare andare le parole che si scrivono, non affezionarsi a un testo o a un progetto. E bisogna anche fare un lavoro su se stesse, soprattutto se sei una copy un po’ romantica come me, di quelle che con i clienti instaura un rapporto di fiducia, supporto, collaborazione costante.

Perché un’azienda dovrebbe puntare sul content marketing?

Un’azienda dovrebbe dare importanza al content marketing per costruire un rapporto di fiducia con il suo cliente e per migliorare brand identity e riconoscibilità. Vedo un bel cambiamento nell’aria, le aziende stanno capendo l’importanza di investire sui contenuti, di dare alle parole responsabilità e potere. E questo è bello, non solo per noi copy o per chi scrive in generale.

È bello perché anche le nuove generazioni imparano ad apprezzare la lingua italiana, capiscono che grazie alla lingua si veicolano messaggi, si semplificano i rapporti e si avvicinano tutti i settori, tecnici e umanistici insieme per un unico obiettivo: la comunicazione efficace.

Su questo argomento ci sarebbe molto da dire, ma senza divagare troppo vorrei rispondere alla tua domanda citando una frase di Cristiano Carriero durante la sua lezione di storytelling aziendale per Copy42, il corso che sto frequentando di copywriting e content marketing di Pennamontata con Valentina Falcinelli.

Cristiano ha spiegato che “Le aziende non associano il concetto di trama nei prodotti, ma non capiscono che i clienti cercano proprio la trama.” 

Ecco, il content marketing offre questa possibilità. Crea opportunità grazie alla narrazione, offre all’azienda una gestione reale e solida, che resta impressa nei lettori e per questo converte.

Un consiglio che cambierà la vita del lettore

Caro lettore che stai leggendo quest’intervista. Vorresti fare il copy per professione? Impara a dare voce al tuo lavoro scegliendo uno stile che ti caratterizzi. Metti te stesso in quello che scrivi, sempre. Non copiare ciò che fanno gli altri, non pensare che solo perché tutti proseguono un cammino è proprio quella la strada giusta.

Se segui cuore e passione, se insaporisci i tuoi testi di personalità, il tuo percorso professionale ti darà più soddisfazione. 
Ricorda: punta a essere diverso non perché sei speciale, ma perché porti nel lavoro una parte di te, la tua identità. Grazie mille per questa chiacchierata, è stato un vero piacere!

Danilo Polidori

Danilo Polidori, Online Media Manager e fondatore di MediaBuzz, inizia la sua giornata alle 6:00 am con una corsa di 50 minuti a Battersea Park durante la quale raccoglie idee ed energie per affrontare con positività la giornata. Crede con fermezza che lo sviluppo tecnologico e dell’economia digitale rappresenti l’occasione per internazionalizzare le eccellenze produttive del nostro paese e tornare grandi.

More PostsWebsite

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInPinterestGoogle Plus

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *