Come usare la ricerca di Facebook come un vero web marketer

Come usare la ricerca di Facebook come un vero web marketer
[Total: 3 Average: 3.7]

Come funziona la ricerca di Facebook

La ricerca di Facebook ha sempre avuto un po’ di problemi. Non è mai stata il massimo, ecco, soprattutto quando devi combattere contro un mostro sacro come Google. Perché il paragone è simile: stiamo parlando di due ecosistemi nelle quali si ritrovano le persone che hanno bisogno di informazioni.

Google può guardare all’interno di una serie di risultati utili per rispondere a un’esigenza. E chi ti dice che queste esigenze non siano presenti tra gli utenti Facebook? Purtroppo fino a poco tempo fa la ricerca di Facebook era veramente pessima. Oggi però puoi ottenere dei risultati ben organizzati.

E abbastanza precisi. Tanto che puoi usare questi risultati per ottenere dei risultati interessanti. Non come semplice utente, ma come esperto di social media marketing. D’altro canto su Facebook le persone si scambiano idee, consigli, contenuti. Perché non intercettare ciò?

Da leggere: come mandare un’email per fare blogger outreach

Cerca nell’universo pubblico

Con la nuova ricerca di Facebook hai un panorama totale. Puoi cercare all’interno del social network usando una serie di strumenti per restringere e migliorare le ricerche. Prima di iniziare a capire come ottimizzare il tutto, però, bisogna chiarire un punto: si tratta solo di contenuti pubblici.

Proprio così. Non puoi guardare nei profili di chi non ha impostato la propria privacy come pubblica. Ecco un limite che da sempre caratterizza la ricerca su Facebook e l’approccio esplorativo di chi cerca di analizzare i contenuti del social network, in ogni caso questa sembra il punto di partenza ideale. O almeno la miglior versione della ricerca Facebook arrivata in Italia fino a oggi.

Dico questo perché, come puoi vedere dal video, le possibilità offerte dal motore di ricerca in altri paesi (quelli anglosassoni) sono diverse. Ad esempio indicano i volumi di ricerca medi per determinate parole e altre funzioni che – in qualche caso – puoi ritrovare settando la lingua del tuo profilo in inglese.

Inserisci i filtri necessari

Appena arrivi sulla pagina di ricerca Facebook puoi notare un passaggio che attira l’attenzione: hai una serie di filtri che ti permettono di migliorare i risultati in un attimo. Nella barra superiore puoi inserire il termine che ti interessa, poi sotto hai dei link rapidi che ti consentono di definire il tipo di contenuto che ti serve.

Ad esempio puoi scegliere di isolare i video, o le immagini. O magari i luoghi. La ricerca intercetta la fonte che devi usare per estrapolare ciò che ti serve: persone, pagine o gruppi. Senza dimenticare App ed Eventi. Nella sidebar, invece, puoi aggiungere filtri. Per la precisione quelli geografici e temporali.

filtri ricerca

Ecco i filtri di ricerca Facebook

Puoi migliorare i risultati indicando il luogo in cui è stato taggato, o di una fonte specifica. Puoi selezionare tutti i risultati o solo quelli dei tuoi amici o ancora quelli di gruppi specifici. In un lasso di tempo limitato oppure no. Insomma, questi strumenti possono fare tanto per le tue attività su questo social.

Cerca nei gruppi tematici

Mi piace usare la ricerca di Facebook per ispezionare e scoprire nuove discussioni nei gruppi di Facebook. Quando lavori a un piano editoriale devi partire sempre da una buona keyword research, devi scoprire cosa cercano le persone. E in particolar modo devi portare la tua attività di content marketing verso i gusti delle persone. Devi rispondere a domande ed esigenze specifiche. Esigenze da raffinare.

Anche ascoltando le conversazioni del tuo potenziale pubblico. Un pubblico che non usa solo Google per cercare risposte a interrogativi e dubbi: nei forum, nei gruppi e nelle community si lasciano quesiti per trovare soluzioni. Ecco, io credo che non esista fonte d’informazione migliore per la pubblicazione dei contenuti: il luogo nel quale le persone fanno domande e chiedono risposte.

Se sai cosa vogliono i tuoi potenziali lettori puoi raffinare la creazione dei contenuti. E una buona analisi dei gruppi può fare al caso tuo. Avendo a disposizione un motore di ricerca che ti dà la possibilità di cercare nei gruppi un determinato termine tutto questo dovrebbe essere semplificato, non trovi?

Fai blogger outreach su Facebook


Un buon modo per sfruttare Facebook: individuare persone adatte ai tuoi impegni sul fronte blogger outreach. Devi trovare autori per un determinato progetto, hai bisogno di nomi da inserire nella lista per una buona attività di influencer marketing. Quindi cerchi persone in grado di affrontare un tema e che abbiano determinate caratteristiche. Tra i vari strumenti ora c’è la ricerca Facebook.

I filtri per i risultati, come hai ben visto, sono tanti. Uno dei più interessanti è quello che offre la possibilità di cercare solo nei tuoi gruppi o in tutto lo scenario di pubblico dominio. Non è utile secondo te? Un punto da notare: puoi cercare in questi elementi anche attraverso emoji, un dettaglio che può fare la differenza per determinati argomenti. E quando ti riferisci a target precisi.

Sfrutta le ricerche correlate

Come accade con Google, su Facebook è possibile accedere a una serie di ricerche suggerite nel momento in cui inizi a digitare ciò che serve. Questo avviene per una serie di motivi, come suggerisce il centro assistenza: le previsioni di ricerca sono basate sulle connessioni e sui termini popolari.

ricerche correlate

Completa le ricerche con Facebook.

Quindi puoi iniziare da questo passaggio per anticipare le tue esigenze, prima ancora di premere il tasto enter puoi avere un consiglio su cosa cercare. O su quelli che sono i topic più rilevanti in un momento. La situazione non soddisfa ancora le tue esigenze? Può essere, ci sono ancora una serie di buchi da sistemare nel tool. Però è un inizio, adesso hai delle funzioni in più che forse verranno implementate.

Da leggere: 7 modi intelligenti per aumentare i fan della tua pagina Facebook

Ricerca di Facebook: la usi?

La domanda che mi preme fare: stai già applicando la ricerca di Facebook per le tue attività quotidiane? Stai lavorando a pieno ritmo con questo strumento? Lo stai usando per le tue attività di facebook storytelling, blogger outreach e Digital PR o solo per trovare qualcosa di utile a titolo personale? Lascia la tua impressione sul motore.

Acquista su Amazon.it

Riccardo Esposito

Riccardo Esposito, blogger per MediaBuzz. Si occupa di scrittura online dal 2008: ha iniziato in agenzia e ora passa 14 ore al giorno davanti al monitor del suo iMac. Il suo blog personale: My Social Web

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedIn

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.