Pubbliche relazioni: come ottenere backlink di valore attraverso il brand monitoring

Pubbliche relazioni: come ottenere backlink di valore attraverso il brand monitoring
[Total: 1 Average: 5]

Si sa che le aziende, nell’era web 3.0, sono alla continua ricerca delle migliori strategie per guadagnare traffico e posizionare il proprio sito web entro i primi dieci risultati dei motori di ricerca. Per questa ragione non dovremmo stupirci se i professionisti delle relazioni pubbliche utilizzano perfettamente le tecniche SEO.

L’azione dei PR nell’era digitale consta nel produrre contenuti utili ad aumentare la brand awareness, ovvero la capacità del pubblico di riconoscere il brand, e di conseguenza anche i link provenienti da siti autorevoli.

Responsabile delle relazioni pubbliche e Backlink: quando la strategia funziona

Uno dei parametri mediante i quali è possibile valutare se le strategie messe in atto da un PR aziendale sono realmente efficaci è il numero dei backlink presenti sul sito. Ma come può un PR stimolare i link al proprio sito? La risposta è semplice: basta creare contenuti linkabili quali ricerche e infografiche. In realtà l’argomento su cui abbiamo intenzione di puntare l’attenzione in questo articolo è un altro, ovvero come reperire backlink potenziali da influencer.

Menzioni: monitorare il brand ed ottenere backlink

La maniera più semplice e veloce per generare nuovi backlink è quella di verificare quali portali ti stanno citando sul web e creare un collegamento al tuo sito. E’ opportuno, inoltre, offrire a questi portali notizie aggiuntive sulla tua azienda e sui tuoi servizi, affinché possano utilizzarli nei loro futuri post.

brand monitoring

Una strategia giusta sarebbe anche quella di contattare autori e portali che lanciano informazioni riguardanti i tuoi concorrenti diretti, per informarli sulla tipologia di prodotti e servizi posseduti dal tuo brand.

In alternativa, sarebbe cosa buona analizzare i tipi di contenuti che sono soliti linkare, e dar vita a contenuti su argomenti correlati a quelli di loro interesse per aumentare le chance di ottenere backlink.

Un’altra maniera di generare backlink è quella di trovare le fonti che pur citando il tuo brand non contengono collegamenti alla tua pagina, e cercare di stabilire con loro dei rapporti di collaborazione.

Il PR dovrebbe anche rivolgersi direttamente all’autore delle menzioni che ha scovato sui social e sul web e chiedergli, senza essere mai invadente, se vuole inserire un backlink.

Una strategia completamente opposta è invece quella di proporre e suggerire argomenti inediti, capaci di stuzzicare l’interesse di un autore, convincendolo ad aggiungere un collegamento alla tua pagina.

In rete sono presenti diversi strumenti che un PR può utilizzare per scoprire chi ha menzionato il proprio brand e il numero di backlink presenti. Per conoscere chi ha menzionato il tuo brand basterà inserire il dominio del tuo sito e osservare i risultati rintracciati dal tool (ad esempio con Brand Monitoring di SEMrush).

Potresti restare sorpreso dal numero di utenti che hanno menzionato il tuo brand o hanno prodotto dei collegamenti. Ma come comprendere immediatamente quali autori meritano la tua attenzione e con quali autori è utile stringere una collaborazione?

Volume Trend Mention

Anche in questo caso la risposta è quanto mai semplice: sarà indispensabile costruire relazioni con quegli autori che hanno menzionato il tuo brand e, contestualmente, posseggono un dominio autorevole ed hanno generato molto traffico su quel post.

Maggiori sono i numeri di traffico e autorità del dominio, maggiore sarà anche la qualità dei backlink che riuscirai ad ottenere e, di conseguenza, maggiore sarà la fiducia che sia i motori di ricerca, che gli utenti, accorderanno al tuo sito web.

E cosa è meglio fare con tutti quei media che ancora non hanno mai citato il tuo brand? Come puoi identificare il contenuto più calzante non solo per conquistare la loro attenzione ma anche per guadagnare un backlink? La strategia qui, è solo una: non concentrarti mai sul tipo di media, ma solo sull’interesse degli autori.

Scopri i media a cui distribuire i tuoi contenuti

Quando ottieni un link ad accordartelo è sempre l’autore del contenuto, giornalista o meno che sia. Quindi una volta individuati i blog, le pagine o i portali del tuo settore, ciò che devi scoprire è chi ci scrive.

Rintracciati gli autori, crea un elenco contenente i nomi dei giornalisti, degli influencer e dei blogger e accosta a ciascuno tutte le informazioni che trovi su di loro.

Trova i loro contatti e i loro profili sui social e controlla i loro interessi, oltre a leggere gli articoli che hanno scritto ed i collegamenti che vi hanno inserito.

Se fra i compiti del PR aziendale quello di far guadagnare la propria azienda è primario, esso non può essere raggiunto, nell’era digitale, senza un’attenta strategia che spinge gli influencer a produrre nuove citazioni e backlink: è un lavoro lungo che richiede pazienza e molta attenzione, oltre ad un’infinita passione.

Le regole essenziali quindi per raggiungere l’obiettivo sono due: monitorare i canali che citano i brand concorrenti e sviluppare relazioni di collaborazione con giornalisti, blogger ed influencer che producono contenuti. Rispettando queste due regole, il risultato non tarderà ad arrivare.

 

Curioso di vedere esempi del nostro lavoro? Campagne di Content Marketing.

Daryana Solntseva

Daryana Solntseva è PR manager presso SEMrush Italia, appassionata di digital marketing, viaggi e vino. Esperta in relazioni pubbliche e internazionali. Ama prendere ispirazione da tutti i casi possibili.

More PostsWebsite

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedIn

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.