Nessuno ti segue? Come aumentare i follower di Twitter

Nessuno ti segue? Come aumentare i follower di Twitter
[Total: 0 Average: 0]

Hai deciso di investire nel settore Social Media, e soprattutto di fare il grande salto: vuoi dare forza al tuo account Twitter. Fino a questo momento hai gestito l’account senza tante pretese. Hai pubblicato i tuoi articoli, hai fatto pubblicità al tuo blog, hai proposto i tuoi contenuti. Ma il risultato è stato minimo.

Motivo? Twitter non funziona in questo modo. Twitter è un canale di discussione, un luogo in cui si creano e sviluppano nuove interazioni. Non basta pubblicare i propri contenuti: per quanto ben fatti, la comunicazione su Twitter segue logiche differenti. Anzi, è la quintessenza delle dinamiche social, dinamiche che Riccardo Scandellari sintetizza alla perfezione nel suo ultimo post:

L’apertura al dialogo rende le persone ben disposte nei vostri confronti e vi farà percepire più accessibili, e l’accessibilità è uno degli ingredienti base per lo sviluppo di opportunità che vi coinvolgono. 
Per apparire opinion leader di un determinato argomento non è più attuale l’idea che ponendovi su un piedistallo otterrete maggiori consensi.

Come aumentare i follower su Twitter

Non devi presentarti come un utente inarrivabile, come una fonte unidirezionale che spinge i propri contenuti senza guardarsi intorno. Per aumentare la tua popolarità – e di conseguenza i tuoi follower su Twitter – devi essere accessibile. Proprio come suggerisce Riccardo. Le persone devono capire che possono contare su di te, che possono ottenere una risposta.

Per approfondire: la tua azienda sta usando bene Twitter?

Scendi dal piedistallo

Quindi la prima regola per aumentare i follower su Twitter è semplice: scendi dal piedistallo, non credere di essere indipendente dalle logiche social. Tu hai bisogno dei tuoi follower. Anzi, devi essere ben disposto a rispondere alle domande, a dare chiarimenti, a creare interazioni. Con Twitter non ha senso spingere solo i tuoi contenuti: credi di essere una fonte autorevole, in realtà stai diventando solo noioso.

Perché le persone seguiranno il tuo account se riuscirai a risolvere un problema ben preciso: selezionare i contenuti migliori per una determinata nicchia. Mostrando, al tempo stesso, il tuo volto umano, la tua presenza reale, non mediata da atteggiamenti altolocati. L’interazione è fondamentale, ma anche la selezione delle fonti. Ecco perché seguo sempre la proporzione di Buffer:

Come aumentare i follower di Twitter

Il 60% è rappresentato dai contenuti che hai selezionato, il 30% dai tuoi contenuti e il 10% da elementi promozionali. Non devi parlare solo di te, anche di te. Il tuo account Twitter deve essere utilizzato per promuovere il tuo lavoro, questo è un punto certo, ma se vuoi aumentare i tuoi follower devi diventare utile. E questo significa che non devi parlare solo di te.

Perché le persone vogliono conoscere punti di vista differenti, amano i contenuti che possono aiutare realmente a risolvere problemi e a raccogliere informazioni utili. Senza dimenticare post che stimolano la fantasia, l’ironia, le emozioni. Per aumentare i follower di Twitter devi trovare il giusto mix anche tra informazione ed emozione.

Nessuno ti segue? Come aumentare i follower di Twitter

Gestire i tweet vuol dire trovare equilibrio, ecco, anche nel modo in cui pubblichi i post. Le persone odiano le raffiche di tweet: puoi pubblicare anche lo stesso contenuto più volte al giorno, ma deve essere spalmato nel corso delle ore. Ecco un esempio di calendario giornaliero firmato CoSchedule.

Per approfondire: Hashtag Significato.

La tua opinione

Questa è una buona ricetta per aumentare i follower di Twitter. Certo, ci sarebbero altri punti da citare. Ma sono consigli base, appunti chiari per chi lavora sul web da qualche tempo. Posso aggiungere che devi inserire un widget ufficiale, un pulsante retweet nei post con menzione al tuo account, un riferimento chiaro al tuo profilo in ogni luogo possibile.

Suggerisci il tuo profilo Twitter sul blog, nel comunicato stampa, nel curriculum. Usalo anche per fare Social media Marketing offline, per creare oggetti personalizzati. Segnala il tuo nome Twitter nelle slide che usi per le presentazioni. Tutto questo funziona, ma non basta.

Sei d’accordo?

Riccardo Esposito

Riccardo Esposito, blogger per MediaBuzz. Si occupa di scrittura online dal 2008: ha iniziato in agenzia e ora passa 14 ore al giorno davanti al monitor del suo iMac. Il suo blog personale: My Social Web

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedIn

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.