Cos’è il Marketing Automation e perché ti conviene investire in questo settore

Cos’è il Marketing Automation e perché ti conviene investire in questo settore
[Total: 2 Average: 4]

Parlare di marketing automation oggi vuol dire essere in grado di guardare oltre la semplice attività materiale, e puntare verso qualità dei servizi offerti su larga scala. Un tempo c’è stata la rivoluzione industriale, oggi puoi toccare con mano le soluzioni decisive per portare il marketing a un livello superiore.

Perché è vero che alla base di ogni strategia c’è una riflessione su obiettivi, tecniche e target di riferimento. E tutto questo può essere svolto solo dall’abilità del singolo insieme al proprio team. Su cosa puntare? Sul content marketing? In che modo? Con quali canali? Basta fare riferimento all’inbound marketing?

Questa è solo teoria, ma nella pratica hai bisogno di strumenti concreti, di tool capaci di farti lavorare sui grandi numeri automatizzando delle procedure che non hanno bisogno dell’azione umana. E che possono essere svolte da software istruiti. Ecco che il concetto di marketing automation prende forma.

Da leggere: evoluzione del content marketing

Cos’è il marketing automation: definizione


Il marketing automation racchiude quelle attività svolte dai software per semplificare diverse azioni di marketing attraverso meccanismi rapidi e definiti a monte. Ma soprattutto messi in pratica da software basati su standard definiti a monte. In realtà il marketing automation non è solo questo.

Si tratta di una metodologia che attraversa diverse strategie, e può essere implementata nell’email marketing, nel social media marketing ma anche nel lavoro di acquisizione e gestione dei lead. Vale a dire i contatti che potrebbero essere interessati al tuo prodotto o servizio. L’idea base che si nasconde dietro il Marketing Automation? Massimizzare i risultati automatizzando dei processi ripetitivi che non contemplano l’azione specifica dello specialista, ma che deve saper organizzare al monte le procedure.

Vantaggi del marketing automation?

Appare chiaro che questo lavoro sul marketing automation punta sul risparmio di tempo, ma non solo. In realtà questo aspetto è decisivo e prima di archiviarlo è giusto guardare i dati proposti da Scoop.it, storica piattaforma di content curation, rispetto a questa metodologia di lavoro. Quali sono i vantaggi?

marketing automation

Come puoi ben vedere, nonostante il risparmio in termini di tempo sia un fattore interessante, nel settore B2B i vantaggi percepiti sono altri. E molto più pratici, diretti al raggiungimento degli obiettivi reali.

Il marketing automation diventa la soluzione per migliorare le tecniche di lead generation, non solo a livello quantitativo ma soprattutto qualitativo. Tutto questo si allinea con il lavoro svolto dal CRM e dal lead scoring, un passaggio che il lavoro di inbound marketing ad alti livelli può portare benefici specifici per intercettare l’utente con la migliore comunicazione possibile.

Quando è meglio evitare questa tecnica?

Gli svantaggi del marketing automation si manifestano nel momento in cui si cerca da questa metodologia qualcosa di diverso da ciò che può offrire. In particolar modo questa non è una soluzione per sintetizzare un semplice lavoro di email marketing (è limitativo lavorare solo su questo punto) e neanche per riassumere un metodo capace solo di far lavorare di meno le persone. Qui parliamo di grandi numeri, ma soprattutto di contenuti inviati alle persone giuste incrociando dati e puntando alla precisione.

A chi è rivolto il marketing automation?

Nella maggior parte dei casi la risposta è generica e pacifica: tutte le aziende possono beneficiare del marketing automation se gestito bene. C’è da dire questo però. Se ragioniamo intorno alla possibilità di rendere efficaci e immediati messaggi da inviare a determinati contatti ci sono piattaforme come Mailchimp con ricette già pronte per automatizzare la lead nurturing.

sales funnel

Però è nel B2B che si vedono gli effetti migliori, è dove il funnel è più lungo e articolato che il marketing automation dà i suoi vantaggi specifici. In un funnel lungo e articolato come quello proposto nell’immagine puoi notare che ci sono diversi segmenti del processo. Qui deve essere pianificato, attraverso il content marketing, l’invio di contenuti specifici e di messaggi dedicati a determinati passaggi.

Tutto ciò può fare la differenza. Questo punto, d’altro canto, è decisivo e importante in una realtà B2C. A patto che il lavoro si articoli attraverso delle dinamiche specifiche, non improvvisate. Insomma, c’è bisogno di professionisti per attivare una buona campagna di marketing automation.

Attività e strumenti del marketing automation

Una delle realtà del marketing automation che porta maggiori risultati riguarda proprio la gestione dei contenuti attraverso programmi di email marketing e CRM. Nella maggior parte dei casi le azioni riguardano la semplice acquisizione dei lead, per poi programmare il nurturing.

Un lead nurturing che dovrebbe essere seguito con costanza, ma che prima deve fare capo al management. Ovvero all’organizzazione dei contatti in base alle necessità e le esigenze.

Non tutti gli stati del funnel sono uguali e chi si trova all’inizio ha bisogno di determinati contenuti. Chi invece è utente avanzato, pronto alla vendita, magari necessita di un contributo differente. Ecco perché diventa fondamentale avere una gestione attenta dei lead.

Esigenze diverse comporta l’invio di contenuti differenti. Ma chi deve seguire tutto questo? Il marketing automation gestisce l’invio di messaggi nel momento in cui tu lo ritieni opportuno: stabilite le regole puoi gestire il flusso di lead nurturing (tutto ciò che nutre il contatto e lo porta ad acquisire informazioni) e fare in modo che l’utente arrivi alla fine del funnel in modo da puntare verso la vendita.

Dalla semplice email inviata nel momento in cui il contatto compie gli anni a quella che dà il benvenuto ai nuovi iscritti suggerendo una guida da scaricare (magari con i dati che suggeriscono la bontà del tuo operato), fino ad arrivare alle tecniche avanzate che estrapolano i dati di chi legge determinati contenuti e ripropongono approfondimenti automatizzati e profilati: con il marketing automation si apre un mondo di fronte alle aziende che vogliono usare i contatti dei potenziali clienti con sapienza e rispetto.

L’evento: Marketing Automation Academy

Sembra uno scenario interessante quello del marketing automation, vero? Ma è giusto sottolineare che spesso questa metodologia del digital marketing non viene affrontata con le giuste competenze rispetto alla formazione e all’approfondimento. Ecco perché ci fa piacere segnalare un evento italiano.

 

Si tratta di un appuntamento ideato Paolo Confortini di 7Hype, coordinato da Giuseppe Nochese e prende il nome di  Marketing Automation Academy​. L’evento si terrà a Bologna dall’8 al 10 giugno, presso Zanhotel & Meeting Centergross vicino Bologna. Quali sono i passaggi chiave di questo evento che sta attirando l’attenzione degli addetti ai lavori?

  1. Approfondire tecniche per la crescita misurabile.
  2. Affrontare i nuovi strumenti del marketing online.
  3. Ottimizzare le risorse per puntare verso i risultati.
  4. Eliminare le distrazioni e guadagnare l’attenzione.

Chi può partecipare

Aziende: B2B o B2C, Marketing Automation Academy è per tutte le realtà che desiderano incrementare il proprio fatturato attraverso una migliore efficienza del marketing, ottimizzando tempi e risorse;

Web Agency: il corso permette di acquisire competenze specifiche, un asset che vi aiuterà a guidare i clienti verso un percorso di crescita programmato e misurabile;

Professionisti: l’Academy è aperta a tutti i consulenti di marketing che vogliono conoscere e approfondire un argomento complesso e proporre servizi innovativi alle imprese;

Studenti: sei ancora iscrittio all’università e desideri affrontare uno dei temi più attesi per l’ottimizzazione dei processi di marketing? Con il corso di Marketing Automation Academy imparerai strumenti e tecniche di lavoro che potrai sfruttare per diventare una delle figure più richieste nell’attuale mondo del lavoro.

Alla fine del percorso riceverai un Attestato di partecipazione e Certificazione che confermerà le competenze acquisite durante l’Acedemy e che non vedrai l’ora di sperimentare sulla tua realtà.

Marketing Automation: la tua opinione

Secondo te questa soluzione può fare la differenza nel tuo fare web marketing? Hai già integrato le tue azioni con le automazioni strategiche che possono fare la differenza nella gestione dei contenuti e dei lead? Qui hai la possibilità di approfondire e di lasciare la tua opinione rispetto a tutto questo.

Riccardo Esposito

Riccardo Esposito, blogger per MediaBuzz. Si occupa di scrittura online dal 2008: ha iniziato in agenzia e ora passa 14 ore al giorno davanti al monitor del suo iMac. Il suo blog personale: My Social Web

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedIn

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.