Come sfruttare Mailchimp Automation per la tua newsletter

Come sfruttare Mailchimp Automation per la tua newsletter

Questa è una notizia decisiva: Mailchimp Automation è disponibile per i profili gratuiti. Come ben sai, questa piattaforma di email marketing – una delle più raffinate presenti online – può inviare contenuti via newsletter e creare dei segmenti ben precisi per differenziare la tua lista contatti.

Le funzioni messe a disposizione sono infinite, e tutte sono dirette verso un’unica direzione: trasformare la tua attività di invio newsletter e messaggi di posta elettronica in un lavoro scientifico. Puoi misurare tutto, puoi raffinare i passaggi per raggiungere il pubblico e migliorare il tuo lavoro.

L’invio di una newsletter è il passaggio decisivo per entrare in contatto con individui che hanno lasciato un’email nel form. Ci sono mille modi per fidelizzare: puoi usare una pagina Facebook, un account Twitter, il feed rss. Ma niente è meglio di una lista di contatti email costruita nel pieno rispetto delle regole e delle necessità del pubblico. Con uno strumento come Mailchimp puoi raggiungere migliaia di persone diverse con un solo invio, e con obiettivi sempre differenti.

Con un’email puoi informare, vendere un prodotto, condividere i post migliori. O magari puoi regalare dei contenuti extra. Ad esempio un e-book o un white paper. Questi passaggi sono fondamentali in un una strategia di content marketing. E con Mailchimp Automation tutto diventa più facile.

Cos’è e come usare Mailchimp Automation

Il concetto di automazione quando si parla di email marketing è decisivo. Questa funzione di Mailchimp ti aiuta a comunicare con i tuoi contatti come vuoi, con i messaggi che desideri. Ma senza la necessità di creare e inviare a mano tutti i messaggi. Questi meccanismi sono, di norma, complessi ma con Mailchimp Automation hai a disposizione un pannello di controllo dove puoi scegliere la soluzione adatta a te.

Puoi decidere di inviare un messaggio dopo l’iscrizione alla newsletter o dare il benvenuto a un cliente in seguito a un acquisto. Una volta individuata la combinazione devi solo creare il messaggio e decidere cosa vuoi ottenere: ci sono decine di automatizzazioni nella lista di Mailchimp e tu devi scegliere quella che si adatta alle tue esigenze. Qualche esempio concreto? Ecco cosa puoi fare con questa funzione.

Gli automatismi via email non sono un appannaggio di Mailchimp. Tutti i principali strumenti avanzati di email marketing permettono di lavorare in questa direzione. Per esempio Mailup ha pubblicato un ebook gratuito dedicato al Marketing Automation. Lo puoi scaricare su mailup.com.

Inviare un’email di benvenuto

Voglio iniziare con il passaggio più semplice: inviare un’email di benvenuto ai contatti che si iscrivono alla newsletter. Mi sembra un passaggio interessante, vero? Se mi aggiungo alla lista magari posso avere delle informazioni sul lavoro che svolge l’azienda o il professionista, posso scaricare una guida o seguire una pagina Facebook. Magari posso guardare un video di presentazione o leggere un caloroso benvenuto. Inizia a costruire valore intorno al brand, a volte basta la buona educazione.

Senza dimenticare che ci sono una serie di funzioni simili basate sulle date. Ad esempio quella del compleanno: quante volte hai ricevuto messaggi simili? Se studiati con cura possono diventare una buona occasione per una gradita sorpresa. In questo caso i contenuti potrebbero aiutare.

Lavorare su un workflow di email

Questa è una delle funzioni più interessanti, una di quelle necessarie per ottenere risultati risparmiando tempo. Sto parlando dei workflow che consentono di educare i nuovi iscritti nel tempo. Dopo aver lasciato la propria email, infatti, i contatti possono ricevere una serie di contenuti.

Contenuti studiati per ottenere determinati risultati. La funzione di questa soluzione si chiama, appunto, Educate Subscribers: “After someone signs up to your list, send them a series of informational emails”. Puoi decidere di mandare la prima email come benvenuto appena ci si iscrive.

Poi decidi l’intervallo per mandare la seconda e la terza (ma anche la quarta). Il contenuto lo decidi tu: puoi puntare su guide, prodotti o servizi. Tutto dipende da cosa vuoi proporre ai tuoi iscritti.

Integrare e-commerce e newsletter

Uno dei punti più importanti di Mailchimp Automation: la possibilità di integrare la piattaforma di shop online con gli automatismi è un aspetto decisivo per aumentare le vendite. Le funzioni che hai a disposizione sono tante, e con la possibilità di utilizzare gratis le funzioni di base puoi ottenere tanto in un attimo. Ad esempio, quali sono le principali funzioni di Mailchimp Automation per e-commerce?

  1. Carrello abbandonato – In questo caso Mailchimp incoraggia i clienti a completare il loro acquisto se lasciano oggetti nel carrello. Un aspetto decisivo se vuoi aumentare le vendite dal tuo negozio online.
  2. Prodotti abbandonati – Elemento simile al punto precedente: con questo elemento puoi incoraggiare i clienti dello shop a completare l’acquisto con una serie di promemoria se lasciano oggetti nel carrello.
  3. Primo acquisto – Invia una serie di messaggi di benvenuto ai clienti al primo acquisto.
  4. Follow-up di un prodotto specifico – Mailchimp chiede una recensione dopo l’acquisto dal negozio.
  5. Follow-up generico – Invia un messaggio dopo che un cliente acquista qualsiasi prodotto.
  6. Categoria di prodotti – Promuovi gli articoli correlati dopo l’acquisto da una determinata categoria.
  7. Migliori clienti – Premia i tuoi migliori clienti con sconti o coupon speciali.
  8. Notifiche dell’ordine – Puoi inviare ricevute, aggiornare i clienti su spedizioni, rimborsi e cancellazioni.
  9. E-mail di retargeting del prodotto – Puoi spingere i clienti ad acquistare un prodotto visualizzato.

Tutto questo, ovviamente, ha un senso quando ci sono molti iscritti alla newsletter. Come ben sai il limite di Mailchimp è di 2.000 iscritti, e non sono molti: possono bastare se gestisci un blog appena nato, se l’email marketing non è il tuo canale preferito per intercettare clienti.

mailchimp

Ma se gestisci un grande ecommerce, un portale di prenotazioni o un sito web con molti contatti – quindi hai la possibilità di inviare tante email a un buon numero di utenti – puoi sfruttare gli automatismi di una piattaforma potente e capace di tracciare tutto: questo è un buon modo per fare marketing.

Già usi le Mailchimp Automation?

Con l’email marketing puoi raggiungere tante persone con un unico click, e lo puoi fare nel luogo migliore: la casella di posta elettronica. Con gli invii automatici di Mailchimp puoi andare oltre e impostare una serie di messaggi che possono avere obiettivi differenti: brand, community, vendite.

Mailchimp Automation lavora su un piano differente: non devi essere tu a creare l’email, è il sistema a programmare l’invio in base alle tue esigenze. Con la nuova possibilità di usare queste funzioni sui profili gratuiti puoi fare pratica e usare subito queste soluzioni che ti fanno fare un passo avanti, ti consentono di ottimizzare azioni che non potresti curare. Allora, sei pronto? Stai pensando di inserire gli automatismi di Mailchimp? Lascia la tua esperienza nei commenti.

Riccardo Esposito

Riccardo Esposito, blogger per MediaBuzz. Si occupa di scrittura online dal 2008: ha iniziato in agenzia e ora passa 14 ore al giorno davanti al monitor del suo iMac. Il suo blog personale: My Social Web

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInGoogle Plus

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *