Come creare un lead magnet: gli esempi che funzionano

Come creare un lead magnet: gli esempi che funzionano
[Total: 2 Average: 3]

I lead magnet sono un elemento decisivo della tua campagna di inbound marketing. Possono essere usati in mille occasioni diverse e fanno la felicità di chi deve promuovere un ecommerce, o trovare nuovi clienti online.

È importante per te che fai digital marketing avere una competenza specifica nell’universo dei lead magnet.

Aspetta, ma di cosa stiamo parlando? Cos’è un lead magnet e perché è così importante per il lavoro? Si tratta di un elemento capace di attirare l’attenzione del potenziale cliente fino a spingerlo a lasciare il proprio contatto email.

In questo momento tu puoi raggiungere la persona in questione con un messaggio specifico, un’email targettizzata e dedicata a quel gruppo di potenziali clienti. Ovviamente se alla base c’è stato un lavoro attento di ottimizzazione delle liste.

Questo funziona. Fa parte dell’opera di content marketing, sia per la stesura di ciò che mandi alle persone che si sono iscritte alla tua lista che per la creazione dei lead magnet che funzionano. Già, ma quali sono i lavori da mettere in campo? Cosa caricare sulla landing page per attirare il contatto giusto?

Da leggere: content marketing per ecommerce

Crea ebook da condividere nella landing

Gli ebook sono i lead magnet per eccellenza. In ogni situazione può capitare di avere questa offerta: scaricare un documento PDF dedicato a un tema che ti sta a cuore. Questo è un documento pensato per seguire il concetto: fai il download solo se lasci un contatto email valido. Quali sono i punti?

  1. Crea un contenuto utile, non una raccolta di post già letti.
  2. Metti il documento in noindex, non deve essere rintracciabile online.
  3. Crea una landing page specifica per il download dell’ebook.
  4. Crea una copertina specifica per il contenuto.

Per far funzionare tutto questo devi fare in modo che ci sia un meccanismo per ottenere questo risultato: metti l’email e scarica il PDF. Per questo può esserti utile un plugin come il sempre ottimo Popups by OptinMonster per creare delle ottime creatività che appaiono prima che l’utente lasci la pagina.

Moduli e modelli che ottimizzano il lavoro

Hai presente un bel modulo per creare un calendario editoriale o un PDF con una serie di operazioni da svolgere per ottenere determinati risultati? Facilita il lavoro a chi si trova dall’altra parte dello schermo, regala qualcosa di utile a chi deve ottenere un risultato specifico. Le tue competenze possono attirare l’attenzione dei contatti: trasferiscile in un documento utile da scaricare dopo aver inserito l’email.

Usa una raccolta di dati da lasciare gratis

Dopo il documento dedicato alle competenze specifiche, come ad esempio un ebook, puoi attirare il pubblico con qualcosa di più impegnativo. Sto parlando delle ricerche e delle raccolte dati, qualcosa di più impegnativo da creare ma succulento da scaricare. Ricorda, il risultato è sempre correlato all’impegno.

Prendi come punto di partenza una necessità, un bisogno legato alle persone che vuoi raggiungere. Non puoi diventare risorsa utile se non intercetti un bisogno specifico. Però ricorda questo: se vuoi la lead generation fa’ in modo che le persone scarichino il documento dopo aver messo l’email.

Versioni gratuite di un servizio a pagamento

Questo è un buon modo per creare un lead magnet. Devi fare in modo che le persone siano incentivate a lasciare la propria email ma non tutte sono legate al bisogno di leggere, guardare e imparare. A volte c’è bisogno di agire e di portare il lead verso una soluzione avanzata, quella di prospect. Vale a dire proteso verso l’acquisto.

Magari non è ancora il momento di acquistare e prima le persone vogliono provare ciò che hai in serbo per loro. Quindi una versione trial di un bene o un servizio può essere utile per far capire a chi si trova dall’altra parte del monitor quello che puoi fare, e se hai chiesto l’email per mantenere i contatti puoi ripresentare la tua offerta.

Organizza un webinar gratuito online

Ottima idea per attirare contatti email e creare un lead magnet degno d’attenzione. Magari non basta avere un unico appuntamento a disposizione, devi realizzare un programma ben definito per raccogliere dei risultati concreti. Ma ci sono dei software professionali per trasformare il tuo content marketing con i video in vere e proprie attività per creare liste di contatti email: questa è la strada da seguire.

 

Quali sono i migliori programmi per creare webinar utili allo scopo? Ce ne sono diversi, oggi le varie dirette Facebook hanno cambiato le carte in tavola ma è impossibile ottenere con questi strumenti gratuiti dei risultati simili. Ecco perché consiglio di operare con Webinars OnAir o GoToWebinar. Quest’ultimo lo conosco bene ed è perfetto, da non dimenticare.

Materiale gratis che non si trova altrove

Ad esempio immagini gratis, template, foto e video che hai solo tu e che qualcuno potrebbe scaricare per ottenere determinati benefici. Pensa a Unsplash, il più grande archivio di foto gratis.

Quel materiale potrebbe essere inviato anche via email dopo aver ottenuto il contatto, d’altro canto c’è da dire questo: regalare contenuti extra può essere un buon modo per fare link earning e ottenere collegamenti di qualità. Ma a questo punto devi decidere qual è il tuo obiettivo principale e perseguirlo.

Da leggere: lead generation e B2B, le soluzioni per la tua azienda

Come creare un lead magnet secondo te

Quali sono i dettagli per generare lead magnet e ottenere buoni risultati? Con questi esempi puoi dare al pubblico qualcosa di utile da scaricare, usare, sfruttare. Attenzione, qui il concetto di content marketing va oltre la scrittura di testi: si passa dal classico ebook al modulo, fino alle ricerche e ai coupon sconto. Per non dimenticare le versioni trial di un software o di un servizio.

Insomma, ci sono mille modi diversi per attirare l’attenzione delle persone che vuoi conquistare e raggiungere con un lavoro di email marketing studiato a tavolino. La lead generation è importante, e ha bisogno della tua competenza. Hai già iniziato a lavorare in questa direzione? Parliamone insieme.

Riccardo Esposito

Riccardo Esposito, blogger per MediaBuzz. Si occupa di scrittura online dal 2008: ha iniziato in agenzia e ora passa 14 ore al giorno davanti al monitor del suo iMac. Il suo blog personale: My Social Web

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedIn

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.