L’arte di vendere qualsiasi cosa (anche online)

L’arte di vendere qualsiasi cosa (anche online)

[Total: 0 Average: 0]
La tua presenza online ha uno scopo. La tua presenza sui social network ha uno scopo. La tua presenza sulle piattaforme di blogging… beh, sì anche questa ha uno scopo.

Quando hai un’azienda devi sfruttare le possibilità, le occasioni che ti vengono offerte dal web. Per questo hai deciso di esserci, anche se la presenza non è sinonimo di successo. I risultati non si raggiungono con la semplice presenza.

vendere

Per raggiungere i tuoi obiettivi devi lavorare a 360 gradi, devi rinforzare tutti gli aspetti del tuo business (brand, social, seo, advertising) ma soprattutto devi saper vendere. Devi essere in grado di vendere qualsiasi cosa. O quantomeno devi conoscere bene i principi del buon venditore.

Strano, vero? Ci sono delle regole in questo mondo che valgono per tutti, anche per chi non sta vendendo niente e ha solo bisogno di creare connessioni, di promuovere un contenuto gratuito, di fare lead generation.

Le regole della buona vendita aiutano sempre. per questo ho apprezzato subito questa infografica. Commentiamo insieme i vari passaggi?

Punta sulla fiducia

Per vendere qualcosa hai bisogno di un ingrediente magico: la fiducia. Ma questa regola vale per qualsiasi azione che contempli la presenza di due o più persone.

Anche per lavorare con la pubblicità, con il blogging o i social network hai bisogno di fiducia: credi che basti inserire un banner o fare native advertising per raggiungere l’obiettivo? Lavora sul trust, fa’ in modo che il tuo brand sia collegato a valori positivi.

Lascia parlare

La regola base per avere buoni risultati nel mondo dei social e del blogging: ascoltare. Non solo lasciar parlare senza un filo logico, ma ascoltare con attenzione quello che le persone ti dicono. Perché qui si nasconde la vera ricchezza!

Ti assicuro che buona parte delle informazioni di cui hai bisogno per modificare e ottimizzare il tuo messaggio (ma anche per fare customer care) si trova nelle parole delle persone che chiacchierano sui social o che lasciano commenti nei blog.

Trasparente

La fiducia si conquista in tanti modi ma c’è un punto che crea una grande attrazione verso di te, verso le tue parole e le tue azioni: la trasparenza. Quando sei trasparente con le persone che ti circondano non hai nulla da temere: ammetti i tuoi errori, metti in campo le tue capacità e i tuoi limiti. In questo modo riuscirai a farti apprezza e a diventare una persona credibile (sui social ma non solo).

Ottimismo

Nell’infografica c’è un consiglio diretto: devi essere ottimista, non realista. Lo appoggio, e sottolineo un punto importante: l’ottimismo non deve essere una scusa per nascondere i limiti.

Come ho evidenziato nel punto precedente, nella tua azione online (che sia social o advertising) il messaggio deve essere trasparente. Ma devi anche dare delle vibrazioni positive a chi sta ascoltando o leggendo il tuo messaggio.

Per essere vincenti bisogna apparire vincenti. Sembra un motto prestampato, artificiale. In realtà è un punto di vista che tiene conto della necessità dell’individuo di ascoltare le emozioni che riesci a trasmettere: siamo delle spugne, abbiamo bisogno di comunicazione.

Cosa vendi?

Non vendere ghiaccio al polo nord, non vendere cappotti all’equatore. Ovvero studia il tuo target e ritaglia il messaggio che stai inviando intorno alle esigenze, alle aspettative e alle necessità del pubblico.

In questo modo riuscirai a preservare le risorse per raggiungere gli obiettivi. Oppure puoi creare degli spazi dedicati alla tua persona, al tuo riposo. Lavorare meno, lavorare meglio: inutile investire tempo e contenuti per parlare a un pubblico non interessato.

Tempo

Ho già parlato del tempo e di quanto sia importante per il tuo brand. Ora aggiungo un tassello al mosaico: lascia al tuo pubblico lo spazio temporale necessario per metabolizzare il messaggio. Detto in altre parole: non martellare.

Le persone hanno bisogno di respirare, di leggere il tuo messaggio in modo naturale: bombardare il pubblico con messaggi continui e persecutori può avere il risultato opposto a quello sperato. Per questo è importante avere una squadra al tuo fianco che ti aiuti a pianificare una buona strategia di comunicazione!

La tua opinione

Hai notato? Ho usato solo una parte dei consigli lasciati dall’infografica perché, mi sembra ovvio, non tutto può essere declinato secondo le regole della comunicazione e dell’advertising online. Ma scommetto che la tua esperienza può essere decisiva: lasciala nei commenti, aiutami ad ampliare il discorso introdotto dall’articolo.

Riccardo Esposito

Riccardo Esposito, blogger per MediaBuzz. Si occupa di scrittura online dal 2008: ha iniziato in agenzia e ora passa 14 ore al giorno davanti al monitor del suo iMac. Il suo blog personale: My Social Web

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInGoogle Plus

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *