Come vendere di più con immagini per ecommerce

[Total: 1 Average: 5]

Impossibile lavorare bene con uno shop per vendere online se non curi al meglio le immagini per ecommerce. Sai cosa significa questo? Semplice, devi abbracciare una delle tendenze più limpide, efficaci e chiare del web: l’attenzione per il visual.

Se vuoi convincere le persone ad acquistare, e desideri colmare la distanza tra un negozio online e un rivenditore fisico, devi curare al massimo quest’aspetto. Perché le persone hanno bisogno di essere rassicurante, vogliono guardare il prodotto per verificare l’acquisto. Anche quando lo fanno su internet.

Il modo migliore per riempire questo vuoto, ovviamente è la foto del prodotto sulla scheda. Anzi parliamo di album capaci di illustrare angoli diversi di ciò che stai vendendo. Tutto questo può essere ottimizzato? Certo, ecco come migliorare le immagini per ecommerce. E aumentare i profitti del tuo negozio online. Questo è il tuo obiettivo, giusto? Allora continua a leggere.

VUOI PROMUOVERE UN ECOMMERCE?
LEGGI L’EBOOK GRATUITO!

Ebook gratis promuovere ecommerce

Immagini ecommerce professionali

Devi avere foto speciali per il tuo shop online. Scattate da un esperto del settore, con una macchina fotografica di qualità e tutta la strumentazione necessaria: cubo, luci, sfondi e cavalletti. Quindi niente immagini stock, di archivio e scattate con lo smartphone (sì, è capitato anche questo su internet).

Le persone guarderanno la foto e decideranno. Senza dimenticare che le immagini per ecommerce devono seguire degli equilibri estremi tra bellezza e leggerezza. Quindi iniziare a operare con una foto di qualità è importante, centrale. Vuoi sapere cosa ne pensa Google del tuo lavoro? Ti lascio un tool.

immagini per ecommerce
Cosa dicono le immagini per Google?

Trascina la foto e lascia che Mountain View analizzi. Riesce a interpretare cosa si trova nell’immagine, quali sono i testi e gli oggetti. Identifica anche le espressioni del viso e il genere. Guarda il mio esempio: riesce a scoprire quale sentimento traspare dallo scatto. Pensaci bene prima di caricare una foto.

Carica immagini leggere online

Vero, le foto su un ecommerce devono essere grandi e ben visibili. Le persone vogliono ammirare il prodotto in ogni dettaglio, ma questo non significa ignorare le regole per diminuire il peso di questi contenuti. Che possono essere decisivi per aumentare a dismisura i tempi di caricamento delle pagine.

Carica immagini leggere online
Cosa succede con un sito lento – Fonte Shopify

Sai cosa significa questo per un ecommerce che cerca buoni risultati? Le persone non aspettano il caricamento delle pagine lente e questo si trasforma in perdita economica. Ecco perché prima di caricare un’immagine conviene ridurla in modo da eliminare le informazioni inutili senza perdere la qualità. Io di solito uso Optimizilla per questo lavoro: ti dà massima possibilità di decidere come migliorare il file.

Estetica, funzionalità, velocità

Anche gli slideshow possono influenzare molto i tempi di caricamento delle pagine. Foto di grandi dimensioni e codice non ottimizzato dei plugin possono dare un contributo negativo. La domanda è chiara: tutto questo serve? Devi eliminare, togliere strumenti e informazioni che non servono all’utente.

Ovviamente non devi perdere di vista la caratura: ottimizzare non vuol dire rinunciare ai benefit. Le immagini danno un buon margine per eliminare Kb inutili. Soprattutto se salvi i file nel formato giusto: JPG per gli scatti fotografici, PNG per grafiche con pochi colori. Così la qualità è assicurata.

Sfondo bianco e punti di vista

Pensi di poter dare sfoggio alle tue inclinazioni artistiche? No, le immagini per ecommerce devono essere pensate per agevolare l’analisi del prodotto. Quindi uno sfondo bianco andrà più che bene: professionale, semplice e immediato. Questo è un buon lavoro per il tuo shop online che merita qualcosa in più.

Come, ad esempio, la possibilità di guardare un oggetto da più punti di vista, magari ingrandendo la foto per osservare i dettagli. Per acquistare un abito o una scarpa devo essere in grado di ammirare anche gli angoli, le cuciture, le sfumature del colore. Proprio come faresti in un negozio fisico, ecco.

Le foto restano above the fold 

Questa è una delle grandi rivelazioni del web. Secondo Jakob Nielsen la maggior parte del tempo speso su una pagina web viene trascorso above the fold. Quindi nella sezione alta della pubblicazione.

above the fold

Questo grafico è chiaro, immediato. D’altro canto basta dare uno sguardo ai principali ecommerce per capire qual è la posizione giusta per le foto: in alto a sinistra. Vale a dire il punto più visibile della pagina.

Una buona composizione: lascia l’immagine principale in primo piano e consenti al pubblico di scegliere le altre miniature con semplicità. Posizionandole in basso o al lato. Assicurati che siano facili da sfogliare da computer ma anche da tablet e smartphone: metti l’usabilità sempre in primo piano.

Migliora l’ottimizzazione SEO

Impossibile ignorare questo punto, per un sito web qualsiasi ma soprattutto quando lavori su un ecommerce. In primo luogo perché l’ottimizzazione SEO delle immagini riguarda il buon equilibrio di una pagina web. Inoltre molte persone che vogliono acquistare un bene lo cercano come foto.

Per questo diventa indispensabile dedicarsi ai punti essenziali della search engine optimization relativo al visual. Che significa operare su snodi decisivi, passaggi che non puoi ignorare mai:

  1. Tag alternative.
  2. Nome file.
  3. Didascalie.

Anche il testo circostante può influenzare il posizionamento, per questo avere le foto in primo piano, vicino a titolo e caratteristiche del prodotto, può essere ancora una volta la soluzione giusta. Ricorda però di seguire alcune regole fondamentali per operare sulle immagini SEO friendly:

Ad esempio non usare questi campi solo per inserire keyword ed evita di ripetere le stesse parole in tutti i punti. Esercitare con un ecommerce vuol dire operare su un gran numero di elementi visual, per questo compilare tag alt e nome file può diventare un lavoro impegnativo. Ma deve essere fatto con cura certosina. Meglio evitare soluzioni che risolvono in blocco senza diversificare le informazioni che lasci.

Da leggere: strategie per vendere con uno shop

Le tue immagini per ecommerce

Ci sono punti che non possono essere messi in secondo piano quando si agisce sull’ottimizzazione SEO per ecommerce. Lo stesso discorso riguarda il lavoro sull’user experience. In questo equilibrio le immagini giocano sempre un ruolo decisivo. Tu hai già iniziato a concentrarti sul visual? In che modo?

Riccardo Esposito

Riccardo Esposito, blogger per MediaBuzz. Si occupa di scrittura online dal 2008: ha iniziato in agenzia e ora passa 14 ore al giorno davanti al monitor del suo iMac. Il suo blog personale: My Social Web

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedIn

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *