I social sono una cosa seria: intervista a Laura De Vincenzo

I social sono una cosa seria: intervista a Laura De Vincenzo

Co-fouder & CEO di weHUB business development, 25 anni, vive a Napoli. Laura de Vincenzo si occupa di Strategie di Marketing, soprattutto in ambito digitale. Tutti i suoi progetti iniziano con un foglio di carta, una penna e molti colori: "Ogni giorno mi impegno in tutto ciò che faccio con amore ed entusiasmo, cercando di trasferire un valore aggiunto alle persone che incontro."

[Total: 0 Average: 0]

Oggi è facile parlare di Social Media Marketing. Agli occhi di un profano, di una persona che conosce la propria azienda e crede di conoscere anche le dinamiche del web, portare la propria realtà su Facebook e Twitter deve essere un gioco da ragazzi.

D’altro canto sono solo passatempi per adolescenti, bastano quattro colpi sulla tastiera per sistemare tutto. Sicuro? Credo proprio di no, ed è quello che crede anche una specialista del settore social come Laura De Vincenzo, social media specialist che vive e lavora a Napoli. Conosciamola meglio.

Chi sei e di cosa ti occupi?
Sono Laura De Vincenzo e sono una Marketing Manager. Sono co-founder di weHUB business development ma collaboro anche con diverse realtà in Italia e all’Estero.

Racconta ai lettori come hai iniziato.
Il mio inizio in questo settore non è stato da subito orientato alle strategie di marketing sul digitale. Avendo avuto da sempre una grande passione per l’arte e il design, ho iniziato frequentando un corso di web & graphic design. Subito dopo ho fatto un’esperienza di agenzia che mi ha aiutato ad acquisire competenze in diversi ambiti e soprattutto a scegliere la mia specializzazione.

Circa 3 anni fa ho scelto di lavorare come freelance, scelta dettata principalmente dal mio modo di vivere: mi piace essere indipendente, viaggiare e il bello del nostro lavoro è che possiamo farlo ovunque, da qualsiasi parte del mondo.

Da un anno sono co-founder insieme a Gianluca Radice di weHUB, un network di professionisti che vogliono mettere le loro competenze a disposizione delle piccole-medio imprese che hanno bisogno di migliorare la propria attività integrandola con strategie di marketing digitale oppure per aziende che sono in fase di startup e vogliono partire nel modo giusto.

Meglio lavorare come freelance o in team?
Perché non un team di freelance? Fare squadra credo che sia fondamentale. C’è un confronto giornaliero su tutto e sono fortemente convinta che sia un vantaggio competitivo enorme. L’importante sicuramente è trovare le persone giuste con cui collaborare. Noi cerchiamo sempre e solo persone che amano quello che fanno e soprattutto che hanno voglia di divertirsi.

Come inizia la tua giornata?
Sicuramente con un caffè alle 08:00. Poi dedico 30 minuti a tutte le attività: 30 controllo email, 30 controllo di tutte le pagine sui vari social network delle aziende che seguiamo e 30 pianificazione attività della giornata.

Da un po’ di tempo ho accettato di far parte di un altro grande progetto: Community Manager freelance di Domenico Armatore, quindi la mia giornata in questo caso inizia con un viaggio verso Terzigno e poi con il caffè.

I social sono la tua professione: perché sono così importanti per un’azienda?
Le nuove piattaforme sociali hanno completamente rivoluzionato il concetto di fare azienda. Al giorno d’oggi non solo sono fondamentali ma aiutano fortemente a concentrare la maggior parte delle attività online e quindi si riescono ad abbattere parecchi costi. Per non parlare degli investimenti pubblicitari, grazie ai social conosci i tuoi clienti e riesci a raggiungerli con un budget anche basso.

È fondamentale esserci ed è importante farlo con intelligenza, non mi stancherò mai di ripetere che pagine mal gestite o abbandonate sono solo un danno d’immagine, ecco perché è utile avere una figura professionale che si occupi della gestione dei diversi profili aziendali.

Ti occupi spesso di blogging: parliamone. Come si integra nella tua professione?
Scrivo per Webhouse da un paio d’anni e credo che sia una delle community più belle del web! Grazie a Beatrice e Davide, i fondatori, abbiamo una grande redazione, piena di professionisti del nostro settore.

Iniziare l’attività di blogging è stato fondamentale per la mia crescita professionale, mi permette di ricercare e di studiare ogni giorno cose nuove o che sono in continuo cambiamento e quindi di apportarle poi alle strategie di marketing che creo per i clienti. Da un po’ ho iniziato a scrivere anche per Argoserv e spero di iniziare presto anche per Community Manager Freelance Blog.

SEO, PR, Copywriter, Social Media: come si integra la tua professione in una strategia?
Avendo lavorato in agenzia per un po’, ho potuto apprendere molto sulle diverse attività riuscendo ad ottenere una visione molto più ampia per ogni progetto. Questa cosa si è rivelata fondamentale per svolgere al meglio la mia professione: chi si occupa di marketing strategico deve sapere bene per ogni azienda quali canali attivare, quando, che linguaggio utilizzare e su che leve spingere.

Native advertising e branded content. E l’autenticità del web?
Autentico è qualcosa di genuino, qualcosa che non sia falso. Credo che il web con tutte queste grandi novità nel mondo della comunicazione d’impresa non possa essere più autentico e vero.

Qual è stato il progetto di maggior successo fino ad oggi?
Sicuramente la creazione del brand Dietro Antignano art factory. Il successo di questo progetto sta nell’aver accompagnato una persona da un punto di partenza A, in cui l’azienda ancora non aveva un nome, ad un primo punto di arrivo B, in cui ha compiuto il primo anno di attività.

Un progetto di successo, dal mio punto di vista, è un progetto che dura nel tempo, che si evolve, che non solo ha il potenziale di crescere ma anche quello di essere replicato e che soprattutto è portato avanti da persone appassionate che davvero vogliono raggiungere degli obiettivi importanti.

Danilo Polidori

Danilo Polidori, Online Media Manager e fondatore di MediaBuzz, inizia la sua giornata alle 6:00 am con una corsa di 50 minuti a Battersea Park durante la quale raccoglie idee ed energie per affrontare con positività la giornata. Crede con fermezza che lo sviluppo tecnologico e dell’economia digitale rappresenti l’occasione per internazionalizzare le eccellenze produttive del nostro paese e tornare grandi.

More PostsWebsite

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInPinterestGoogle Plus

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *