I migliori add-on Google Chrome per fare Digital PR

I migliori add-on Google Chrome per fare Digital PR
[Total: 0 Average: 0]

Quando decidi di lavorare con le Digital PR hai già messo a fuoco l’importanza delle relazioni con il mondo che ti circonda. Questo è il punto fondamentale della tua strategia: creare rapporti. Il content marketing è la base, l’attività fondamentale che ti permette di avere a disposizione il materiale utile.

Materiale che deve essere distribuito, deve raggiungere il pubblico giusto. Ovvero i potenziali clienti, o le persone che in qualche modo possono essere interessate alla tua attività. E quindi a diffondere all’interno della propria community il tuo lavoro. Esatto, sto parlando degli influencer. Che non devono essere per forza dei personaggi irraggiungibili: anche noi siamo influencer nella nostra cerchia di amici.

Il ruolo di chi fa Digital PR è questo: individuare le persone adatte a un determinato progetto e creare delle relazioni per fare in modo che si generino conversazioni, si crei interesse, si migliori la reputazione di un brand. Questi sono gli obiettivi di una buona attività di Digital PR, ma di cosa stiamo parlando esattamente? Per trovare una definizione possiamo usare un vecchio articolo di MediaBuzz:

Le Digital PR sono un insieme di tecniche per alimentare le relazioni online, per fare in modo che si parli di un bene o di un servizio. O ancora, di un brand. Detto in altre parole, potrebbe essere la naturale evoluzione del passaparola.

Appare chiaro, quindi, il legame tra Digital PR e blogger outreach, il lavoro che ti permette di individuare i publisher in linea con le tue esigenze. Come detto prima, non è solo una questione di numeri: devi capire se quel profilo è capace di influenzare la nicchia che ti interessa. Ecco perché hai bisogno di strumenti raffinati per fare una buona valutazione.

Quanti tool per Digital PR conosci? Tanti, forse troppi. In realtà hai bisogno di piattaforme capaci di restituire numeri concreti, soprattutto quando fai il confronto tra due siti web. In questo caso, ad esempio, un tool come Semrush può fare la differenza. Così come Ahrefs è decisivo per valutare i link in ingresso e Buzzsumo organizza le condivisioni social.

Ma chi lavora nel settore Digital PR ha bisogno di applicazioni per gestire dettagli organizzativi, monitoring delle fonti e degli influencer. Insomma, gli add-on di un browser possono fare la differenza. Non mi credi? Ecco le estensioni Google Crome che devi ricordare.

Google Calendar

Una delle soluzioni fondamentali, lato organizzativo, per chi lavora nelle Digital PR. Motivo? Spesso devi gestire continui reminder, appuntamenti telefonici, email da inviare e da rispondere. Non è facile ricordare tutte le attività da svolgere per una campagna, quindi può essere utile pianificarle su Google Calendar.

Digital PR

Ecco l’add-on Google Calendar.

Io uso quest’applicazione di Mountain View per gestire diversi progetti, e può essere utile raggiungere dal browser gli eventi che hai creato sul planning generale. Con l’add-on Google Calendar puoi aggiungere task, eliminare impegni, gestire con un click i tuoi impegni con i publisher. Da utilizzare anche per pianificare il calendario editoriale.

Evernote/Feedly

L’utilità di Evernote per Google Chrome è inestimabile. Dividi il tuo account in progetti grazie ai taccuini. Qui puoi iniziare a raccogliere fonti, idee, informazioni. Magari trovi uno spunto interessante per creare una conversazione con quel blogger che vuoi contattare. Te lo ricordi? No, lo segni in Evernote: con l’applicazione browser basta un secondo per archiviare.

Ancora un’estensione utile per gestire le fonti? Io ti consiglio quella di Feedly, il miglior lettore di feed rss in circolazione. Con questo add-on puoi avere sempre a portata di click i blog che segui e che vuoi contattare, o le fonti per essere aggiornato.

Per approfondire: come usare Evernote nella tua content strategy

Fogli Google

Lo sai che i fogli di calcolo sono fondamentali per chi fa questo lavoro? Un documento basato su assi cartesiani ben organizzati può fare miracoli, e questo vale nella SEO e nel blogging. Ma anche nel mondo delle Digital PR: puoi mettere ordine in quella selva di contatti che hai individuato, puoi dare una forma alla lista di blogger partorita dall’attività di outreach.

Nella pagina ufficiale del plugin Fogli Google trovi questa frase: “Non è solo colonne e righe, ma molto di più”. Molti credono che questo modo di lavorare sia stato superato da altri tool organizzativi, ma per me è comodo avere a disposizione un documento capace di sintetizzare il lavoro svolto.

Mozbar

Ok, per avere una valutazione SEO di un sito web hai bisogno di piattaforme potenti – tipo Open Site Project, Semrush, Seozoom, Majesticseo e chi più ne ha più ne metta – ma per avere una prima idea del settore e dei competitor puoi iniziare con una ricerca su Google. La domanda: perché non arricchire i risultati della serp con le indicazioni di Mozbar?

Basta installare il plugin ufficiale per avere una serie di metriche SEO che possono fare la differenza, e informazioni sulla struttura della pagina web. Ad esempio puoi avere la domain authority e l’analisi dei link, senza dimenticare i dati social. Insomma, un buon inizio per valutare un blog.

Boomerang/CMR

Il lavoro di gestione email nelle Digital PR è decisivo, per questo ho citato Google Calendar: ti serve una pianificazione. Ma nella casella deve esserci ordine, altrimenti è impossibile ottenere il massimo da blogger, publisher e influencer. Soluzione? Hai bisogno di un account con i muscoli. Ecco perché ti propongo due soluzioni:

  1. Boomerang – Ti permette di pianificare l’invio e di verificare l’apertura dei messaggi.
  2. CRM for Gmail – Una piattaforma che ti consente di gestire il flusso delle email.

In realtà CRM for Gmail è qualcosa di più, uno strumento utile per definire il percorso di vendita. Boomerang è un’applicazione semplice e immediata, indicata per chi non cerca funzioni impegnative. In ogni caso la gestione dei contatti è un obiettivo centrale per ottenere dei buoni risultati, e la semplice Gmail spesso non è all’altezza dei carichi di lavoro.

Da leggere: blogger outreach, come scrivere una buona email

Digital PR: pronto a dare il massimo?

Chiaro, non basta questa lista di add-on Chrome per ottenere buoni risultati nel mondo delle Digital PR. Ma a volte è nei dettagli che si nasconde la chiave di volta per ottenere buoni risultati.

Hai bisogno di un aiuto concreto per ottimizzare le tue attività. Queste sono le estensioni utili in base alla mia esperienza personale: ora aspetto i tuoi consigli nei commenti, aiutami a migliorare questa lista.

Riccardo Esposito

Riccardo Esposito, blogger per MediaBuzz. Si occupa di scrittura online dal 2008: ha iniziato in agenzia e ora passa 14 ore al giorno davanti al monitor del suo iMac. Il suo blog personale: My Social Web

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedIn

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.