5 modi alternativi di fare formazione nel web marketing

5 modi alternativi di fare formazione nel web marketing

Inizio sottolineando un punto decisivo: la formazione nel web marketing è importante. O meglio, non puoi pensare di migliorare le tue capacità senza uno studio continuo delle materie che ti riguardano. Non si tratta di semplice aggiornamento, qui si lavora sull’ottimizzazione del tuo bagaglio di esperienze.

Il motivo di quest’attenzione è semplice: il digital cambia da un giorno all’altro. Oggi sei allineato con il tuo universo professionale, domani non più. Sembra uno scenario drammatico, un inferno per chi deve sempre dare il massimo. In realtà il bello del nostro settore è proprio questo: non ti annoi mai.

Devi essere fluido, flessibile, pronto a cogliere l’occasione. E consapevole della necessità di fare formazione nel web marketing. Anche per questo ho dato visibilità a diversi appuntamenti legati a questo tema: il Visual Storytelling a Milano, il Web Marketing Festival a Rimini e il Web-ecom a Bari.

Queste date sono dedicate a chi vuole avere sempre il controllo della situazione, a chi ama essere aggiornato e dare il massimo ai propri clienti. Ma ci sono modi differenti per trovare nuove fonti online. Non devi per forza comprare il biglietto di un evento per acquisire esperienza: ecco 5 modi alternativi per fare formazione nel web marketing. E per diventare un professionista migliore.

Punta sulla consulenza one to one

Voglio iniziare con quello che, a mio avviso, è il miglior modo di fare consulenza ad alti livelli: contatta un professionista e pagalo per farti spiegare qualcosa. Hai un problema? Non trovi la risposta? I dubbi sul metodo di lavoro ti attanagliano? Non rimanere vittima di questo circolo vizioso: individua una persona che stimi, assicurati delle sue competenze e contattala. Per fare formazione one to one.

Ovvero per avere il privilegio di fare una chiacchierata su Skype che può essere di un’ora, due ore, mezza giornata. Aspetti da considerare in questi casi? Non sempre le persone sono disposte a comunicare il sapere e a passare i dettagli del proprio metodo di lavoro: spesso i professionisti del web sono gelosi delle conoscenze, quindi potresti ricevere qualche rifiuto.

Poco male, in questo settore ci sono tanti nomi per ogni specializzazione. Basta dare uno sguardo alle eccellenze digitali di MediaBuzz per avere una mappa degli specialisti che operano nel mondo del digital marketing. Un consiglio: prima di iniziare la consulenza metti a fuoco i tuoi bisogni e punta su domande specifiche. Magari le puoi comunicare in anticipo così il professionista può prepararsi nel miglior modo possibile: in questi casi il tempo è denaro, non sprecarlo con inutili preamboli.

Da leggere: piccola guida per fare inbound marketing

Lavora (quando possibile) con i più bravi

Spesso accetto lavori che in realtà dovrei rifiutare. Perché l’impegno necessario è notevole e mi mette di fronte a delle sfide dure, difficili, spaventose. Alcuni lavori mi costringono a uscire dalla zona di comfort, a volte il cliente ha esigenze complesse. Cosa mi spinge ad andare avanti comunque? L’ambiente di lavoro: collaborare con alcune persone vuol dire imparare. Ed è questo uno dei territori più delicati: fare formazione e lavorare contemporaneamente può essere pericoloso.

formazione online

Perché in fase operativa devi essere efficiente e preparato, non puoi presentarti come specialista e ritrovarti con le competenze di un junior. Quindi il primo punto è semplice: non millantare competenze che non ti appartengono. Poi valuta i margini: è un lavoro interessante che ti permette di assistere all’operato di una vera celebrità del tuo campo? Io accetto. Così miglioro tanto.

Ricorda di rimanere sempre in ascolto

Strettamente collegato al punto precedente, ma aperto a tutto ciò che ti circonda. Spesso non apprendi solo perché non hai tempo. O pensi di non averlo. Nel peggiore dei casi, invece, ti fermi perché sei convinto di non aver nulla da cogliere dagli altri. Poi scopri che, a volte, basta leggere il report di un collega per cogliere quel dettaglio che ti sfuggiva. Il trucco c’è e si trova nella tua predisposizione all’ascolto. Non sentirti mai arrivato, guarda sempre il mondo con curiosità.

Lo ammetto con candore: ci vuole un grande sforzo per ottenere questo vantaggio. Il mondo ci gira intorno con una velocità impressionante, e l’ascolto viene messo da parte da meccanismi mentali che ci suggeriscono di guardare altrove. Verso le fonti che riteniamo più attendibili. Non è sempre così, il sapere è diffuso e si trova intorno a te. Intorno a noi, e tu devi solo ascoltare.

Crea qualcosa di tuo, qualcosa di speciale

Il miglior modo per assorbire conoscenza: fare. Ora mi dirai che non è etico, che non puoi mettere a repentaglio il progetto del cliente e che devi rispettare il tuo settore. Perfetto, sono d’accordo. Allora perché non inizi qualcosa di tuo? Ci sono tante cose che non puoi fare da solo, altre sì: vuoi acquisire competenze nel mondo del web design? Crea un sito web da solo.

Vuoi diventare indipendente nel settore Facebook Advertising? Imposta la tua prima campagna. Sbaglia, e analizza i tuoi errori: cerca di capire dove hai commesso il tuo errore e ricomincia da zero. Lo so, è un’attività che ha bisogno di tempo, risorse e dedizione. Capisci perché i professionisti si fanno pagare tanto? L’esperienza è data da questo processo di continui tentativi e fallimenti, prima inizi a sporcarti le mani e meglio è. Soprattutto se lo fai con risorse tue.

Ricomincia (o inizia) a fare gavetta

La gavetta  un passo decisivo per la propria formazione nel web marketing. Il motivo è semplice: puoi apprendere facendo pratica. Come ho detto prima, ci sono cose che puoi imparare da solo e altre no.

Ad esempio, puoi capire da autodidatta la base per creare un sito web ma è difficile impostare una campagna di influencer marketing o di digital PR senza una guida. Spesso la formazione è superflua in questi casi: l’unica cosa che ti consente di acquisire le competenze necessarie è la pratica.

Ricomincia (o inizia) a fare gavetta

Cosa significa questo? Lavorare con una retribuzione bassa. Se sei all’inizio questa è la norma, ma io sono disposto a fare gavetta quando sono un profilo avanzato nel mio settore ma voglio migliorare un campo limitrofo. Ad esempio, sono un web writer e un blogger ma non so scrivere un’email per fare blogger outreach. Posso leggere guide, articoli, libri dedicati all’argomento. Ma per avere un’idea ampia di tutto ciò che ruota intorno a questo tema devo rimettermi in discussione.

E magari devo ricominciare la gavetta. Prima ho detto che accetto lavori per dividere i compiti con persone in gamba, ora faccio un passo avanti e ti dico questo: prova ad accettare di nuovo il tirocinio, magari un lavoro pagato poco ma utile per capire qualcosa che non hai ancora messo a fuoco. Non deve essere una perdita di tempo ma un’occasione nuova.

Per approfondire: le nostre campagne di Content Marketing.

Formazione nel web marketing: la tua opinione

Anche tu hai fatto formazione nel web marketing? Mi sembra giusto, c’è da stupirsi del contrario. D’altro canto le strade per ottenere buoni risultati sono tante, non devi per forza lavorare in aula per capire qualcosa di nuovo nel tuo settore. L’importante è considerare tutte le possibilità per crescere, senza chiudere le porte in faccia a nuove occasioni o soluzioni differenti. Sei d’accordo? Hai esperienza nella formazione? Lascia il tuo contributo nei commenti.

Riccardo Esposito

Riccardo Esposito, blogger per MediaBuzz. Si occupa di scrittura online dal 2008: ha iniziato in agenzia e ora passa 14 ore al giorno davanti al monitor del suo iMac. Il suo blog personale: My Social Web

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInGoogle Plus

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *