Il tuo sito web è pronto per fare content marketing?

Il tuo sito web è pronto per fare content marketing?
[Total: 1 Average: 5]

Preparare il tuo team per fare content marketing sul sito è un obbligo. Il motivo che si trova alla base di questa affermazione è piuttosto semplice: attraverso i contenuti puoi innescare quel processo di inbound marketing necessario per raggiungere determinati obiettivi. Obiettivi difficili da raggiungere in altro modo.

Questo non vale per tutti i modelli di business. Il content marketing è una materia modellabile e fluida, non tutti devono avere il blog o lavorare con il video marketing.

Ma è una regola generale che puoi applicare in determinate occasioni per raggiungere target specifici. Detto questo la domanda successiva è piuttosto semplice: come si prepara un progetto web per ospitare una buona strategia di content marketing? Di conseguenza, come deve essere pensato e strutturato un progetto per ospitare le pubblicazioni?

Come puoi ben immaginare la base di partenza è indispensabile per raggiungere tutto ciò che ti sei prefissato. Ma è altrettanto chiaro che questo punto d’inizio non è uguale per tutti.

Se però al centro della tua attività editoriale c’è un blog o un sito web non puoi procedere alla cieca. Ecco perché oggi ho deciso di elencare una serie di passaggi indispensabili (almeno dal mio punto di vista) per accogliere i tuoi contenuti su una piattaforma accessibile, performante ed efficace.

Per approfondire: i migliori esempi di visual storytelling

Definisci la content marketing strategy

Prima di creare delle pagine, o di stabilire una timeline per effettuare delle modifiche strutturali, devi avere ben chiara la strategia di contenuti da seguire. Il sito web è uno strumento per ospitare, promuovere, diffondere e condividere il tuo contenuto? Deve essere plasmato intorno a ciò che metti online.

Hai deciso di lavorare con i video? Preferisci puntare sui PDF? Vuoi mostrare delle immagini o delle gallerie? Tutto questo deve essere definito intorno a ciò che vogliono le persone.

Poi devi lavorare sulle caratteristiche strutturali del sito web e fare in modo che sia in grado di evidenziare ciò che ha valore per il pubblico. Grazie a una sapiente scelta e personalizzazione del template.

content marketing strategy

Un template specifico per il magazine su WordPress

Questo che vedi in alto, ad esempio, è un template dedicato alla creazione di un magazine online. Se il tuo content marketing si sviluppa verso la creazione di post in grado di intercettare quest’esigenza sarà questo il “vestito” da dare al progetto. Questo è un aspetto che non puoi ignorare, in alcun caso.

Di conseguenza devi seguire un iter ben preciso se vuoi fare content marketing sul sito: in primis c’è il target, poi ti occupi dei contenuti e della struttura. Che deve essere in grado di valorizzare tutto questo.

Crea una struttura veloce e affidabile


Ci sono delle regole importanti da rispettare per chi decide di lavorare sulla creazione di pagine web. Questo vale a prescindere dal tipo di contenuto che vuoi veicolare, se vuoi mettere online un sito vetrina devi affrontare questo tema. Ma è chiaro che in determinate circostanze, quando cerchi performance elevate, queste soluzioni diventano ancora più importanti.

Ad esempio quando decidi che sul tuo sito web o sul tuo blog verranno pubblicati contenuti visual come video, infografiche e immagini di grandi dimensioni. Di cosa sto parlando? Quali sono queste regole da rispettare a tutti i costi? Ecco una serie di elementi da considerare a tutti i costi:

  1. Piano hosting per supportare traffico e necessità del content marketing team.
  2. Ottimizzazione della velocità in termini di caricamento delle pagine web.

Non puoi lavorare sui contenuti visual di qualità se la tua pagina web è lenta nel caricamento. Per questo ci sono tutta una serie di strumenti messi a disposizione da Google stesso, tipo il Page Speed Test, per ottimizzare codice e contenuti in modo da diminuire i tempi di upload delle singole risorse.

Buoni contenuti, UX e SEO

C’è da aggiungere il tema della user experience in senso ampio. Ovvero come le persone entrano in contatto con quello che pubblichi e come usano i contenuti che tu stai amplificando. Ad esempio foto, gallerie immagini o video in una pagina web. Perché non sempre è sufficiente rispondere.

Non sempre puoi limitarti al contenuto per soddisfare le domande del cliente, lanciando contenuti di qualità, senza però valutare la relazione successiva alla messa online con l’utente. Devi fare in modo che la tua opera sia fruibile e facile da sfogliare. UX e SEO sono un’unica cosa.

 

Il problema si evidenzia in modo decisivo quando devi fare content marketing sul sito. E deve essere affrontato in modo tale da minimizzare tutte le imperfezioni che si frappongono tra l’utente e il contenuto. In questo caso può essere utile lavorare con strumenti tipo Hotjar che registrano il comportamento su una pagina web e ti consentono di ottimizzare la frizione stessa del lavoro svolto.

Non dimenticare le tassonomie dei contenuti

Quando ti concentri sulla creazione dei contenuti per fare content marketing sul sito – che siano articoli del blog o video da caricare nelle pagine web – ricordati organizzare la navigazione attraverso le tassonomie. Devi fare in modo che le persone possano riunire determinati contenuti in macro-categorie che siano funzionali alla navigazione e alla scoperta. Per questo è indispensabile lavorare su 2 fronti:

  1. Devi fare una ricerca keyword in modo da creare delle tassonomie che incontrino un interesse.
  2. In secondo luogo devi ottimizzare queste tassonomie da un punto di vista della seo on-page.

Categorie e tag possono regalare buoni risultati sui motori di ricerca a patto che ci sia un’attenzione chiara rispetto ai principali temi dell’ottimizzazione per i motori di ricerca. Ad esempio, nel momento in cui hai capito che c’è un buon interesse intorno a un topic puoi riunire i contenuti in una categoria e migliorare tag title, meta description, URL, H1 e testo unico in modo da intercettare determinate query.

Lavora con i migliori plugin WordPress

Un altro aspetto che devi considerare oltre al tema: l’installazione dei migliori plugin WordPress in grado di elevare il lavoro. Vuoi fare content marketing sul sito puntando sul video? Devi avere delle estensioni per valorizzare questo passaggio. Lo stesso discorso vale se operi con i PDF o con le gallerie foto.

 

Ti lascio qualche nome da segnare in agenda: YouTube Embed Plus per gestire ogni singolo aspetto dei video, dalle thumbnail alle raccolte di contenuti, Photo Gallery by Supsystic per definire il rapporto tra sito web e immagini senza alcun limite e PDF Embedder per avere sotto controllo di documenti.

Da leggere: evoluzione del content marketing

Come fare content marketing sul sito

Per fare content marketing sul sito hai bisogno di una base stabile. Chi pensa di portare avanti un progetto fruttuoso risparmiando sulle fondamenta, addirittura pensando di poter fare video marketing con lo smartphone e creare un blog gratis, sta sbagliando. E non poco. Senza cadere nelle generalizzazioni.

È giusto investire in relazione alle proprie necessità e possibilità. Ma un minimo deve essere messo sul piatto. Altrimenti i risultati tarderanno ad arrivare. O non si presenteranno, molto semplice. Sei d’accordo? Tu hai creato un sito web adatto alle tue esigenze? Affrontiamo l’argomento insieme nei commenti.

 

Riccardo Esposito

Riccardo Esposito, blogger per MediaBuzz. Si occupa di scrittura online dal 2008: ha iniziato in agenzia e ora passa 14 ore al giorno davanti al monitor del suo iMac. Il suo blog personale: My Social Web

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedIn

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *