Email marketing tutto fare: i vantaggi per e-commerce, SEO e influencer marketing

Email marketing tutto fare: i vantaggi per e-commerce, SEO e influencer marketing
[Total: 1 Average: 5]

Gestire un’attività commerciale al giorno d’oggi richiede molte più competenze rispetto a qualche decennio fa. L’avvento della tecnologia e i suoi repentini cambiamenti mettono infatti aziende e liberi professionisti di fronte a una serie di sfide e opportunità offerte dal mondo digitale. Il passaparola di una volta, i volantini cartacei (ancora in uso, ma meno efficaci per campagne di grandi dimensioni) sono stati sostituiti da moderne e più complesse strategie di marketing digitale che richiedono il possesso di diverse competenze: analitiche, decisionali, ma anche creative e digitali.

A meno che non si abbiano il tempo e le risorse necessarie per investire migliaia di euro per dedicare anni di vita nel prendere una laurea nelle diverse discipline, il modo migliore per restare al passo con i tempi è quello di colmare al meglio le piccole lacune e cercare di tenersi sempre aggiornati sui rapidi cambiamenti del mercato. In questo senso, solo l’esperienza e la perseveranza possono aiutare a raggiungere i risultati sperati, in un mondo dinamico che richiede conoscenze sempre più settoriali.

La sfida più grande per chi opera nel mondo digitale è quella di diventare e restare competitivi sul lungo termine, senza dover necessariamente spendere una fortuna. Diversi sono gli strumenti a disposizione e tra questi l’email marketing riveste un ruolo di spicco.

Cos’è l’Email Marketing?

No, l’email marketing non è già fuori moda, se è questo che state pensando. L’uso sempre crescente dei social media, seppur rilevante in una qualunque strategia di digital marketing, non ha ancora rimpiazzato le newsletter. E non stiamo parlando di spam. Newsletter e email marketing sono infatti spesso associate all’invio di email di massa; qui ci stiamo riferendo alle email come strumento professionale per la gestione delle campagne marketing e trigger di conversioni.

Email marketing ed e-commerce: aumenta le vendite del negozio online

Relativamente alle strategie web per e-commerce, le newsletter sono il principale canale di marketing per attirare clienti al proprio sito, inviare loro comunicazioni personalizzate e invogliarli all’acquisto dei prodotti e/o servizi offerti. In particolare, la migliore strategia di email marketing per gestori e-commerce è quella dell’email marketing automation: dopo la programmazione delle newsletter e dei criteri di invio, gli utenti ricevono automaticamente email personalizzate, con i contenuti giusti, al momento giusto.

Email marketing e-commerce

Non si tratta di fantascienza, ma semplicemente dell’applicazione di semplici regole di invio. Tali regole solitamente si basando sui comportamenti degli utenti o dei clienti e ne definiscono il cosiddetto lifecycle, il loro ciclo di vita. L’email marketing automation si basa infatti sull’invio di newsletter legato al ciclo di vita degli utenti: compleanni, anniversari, abbandono di carrelli di acquisto, inattività sul negozio online sono tutte occasioni imperdibili per avviare la comunicazione con i propri clienti e appianare gli eventuali punti di attrito nell’imbuto di conversione.

Ovviamente una newsletter non deve solo invitare all’acquisto di un prodotto ma deve anche avere un valore aggiunto per gli iscritti (vedi offerte e sconti personalizzati). Si può inoltre dare ai visitatori del sito la possibilità di iscriversi a diversi tipi di newsletter e determinare autonomamente con quale frequenza vogliono ricevere le newsletter o quali argomenti e/o prodotti preferiscono. In questo modo, anche la segmentazione delle mailing list diventa più facile con il conseguente aumento della rilevanza dei contenuti delle newsletter inviate.

Email marketing e SEO: maggiore visibilità con la newletter

Una tra le principali competenze richieste ai marketer di oggi sono le competenze SEO, nonché di ottimizzazione per i motori di ricerca. Creare un sito internet aziendale che nessuno è in grado di trovare su Google, può presto trasformarsi in un inutile investimento. L’email marketing viene incontro anche in questo senso. Il legame tra email e SEO non è tuttavia tanto ovvio come quello tra email marketing e e-commerce. Google non si mette certo ad analizzare i contenuti delle email inviate, né tantomeno avere migliaia di iscritti alla newsletter è un criterio per raggiungere le prime posizioni nei risultati dei motori di ricerca.

Email marketing e SEO

 

Detto ciò, le newsletter restano comunque uno strumento valido per aumentare l’interazione degli utenti e creare traffico sul proprio sito in modo diverso rispetto agli altri canali di marketing. Se ben utilizzate, le email possono essere uno strumento molto efficiente per aiutare e incrementare l’ottimizzazione per i motori di ricerca. Come?

Le email non aiutando di per sé a salire di posizione sui motori di ricerca ma incentivano l’interazione e le condivisioni degli utenti, influenzando così i criteri importanti per la SEO. Facciamo un esempio: si è di recente pubblicato un nuovo articolo sul proprio sito sull’utilità di un buon obiettivo per un fare foto da professionisti; per quanto il sito possa attirare autonomamente un po’ di traffico, inviare una newsletter ai propri iscritti e clienti su come l’uso di un buon obiettivo può migliorare notevolmente la qualità delle foto può far aumentare il numero delle visite sul sito (e quindi delle condivisioni, dei retweet e dei commenti).

Nelle stesse newsletter, inoltre, si possono invitare gli iscritti alla condivisione dei contenuti inserendo una Call-To-Action, con la quale si invitano a lasciare un commento, a partecipare ad una campagna di raccolta fondi associata al numero delle condivisioni dell’articolo, o semplicemente a condividere l’articolo sui social media.

Ovviamente una newsletter non deve solo invitare all’acquisto di un prodotto o alla condivisione di un contenuto ma deve anche avere un valore aggiunto per gli iscritti. Si può ad esempio dare ai visitatori del sito la possibilità di iscriversi a diversi tipi di newsletter e determinare autonomamente con quale frequenza vogliono ricevere le newsletter o quali argomenti e/o prodotti preferiscono. In questo modo, anche la segmentazione delle mailing list diventa più facile con il conseguente aumento della rilevanza dei contenuti delle newsletter inviate.

Per evitare che le strategie di email marketing finiscano per sostituirsi alle strategie SEO (con ovvi scarsi risultati) è importante usare le stesse newsletter per inviare gli iscritti a restare connessi anche sugli altri canali di marketing utilizzati (usare gli RSS, abbonarsi al canale YouTube, ecc.). Se anche solo la metà dei sottoscrittori della newsletter inizia a seguire il profilo aziendale Twitter o Facebook, con molta probabilità aumenterà anche il numero delle visite e dei commenti sul sito, con un conseguente miglioramento della posizione sui motori di ricerca. Fattore questo fondamentale per chi, come blogger di professione o influencer, basano i propri introiti proprio sul numero di follower e di lettori.

Email marketing e influencer: come aumentare i follower

Email marketing e influencer marketing

 

L’influencer marketing è una strategia di marketing che sfrutta la notorietà degli influencer per diffondere prodotti o servizi di un’azienda tra un determinato gruppo target e renderli particolarmente interessanti per i follower degli influencer. Sono questi, infatti, a occuparsi poi della stesura dei contenuti o della modalità di presentazione del prodotto, spesso in forma di pubblicità occulta (sebbene oggi si stia iniziando a regolamentare anche questo tipo di pubblicità).

È importante, dunque, che blogger e influencer scelti investano il proprio tempo nel mantenere costantemente aggiornati i propri profili social. Tuttavia, pur essendo questi una parte fondamentale delle strategie di marketing, le email restano sempre il canale migliore per rivolgersi in modo mirato e personale ai propri fan. Inoltre, gli algoritmi utilizzati dalle reti sociali stanno diventando sempre più complessi e, in futuro, sarà sempre più costoso e difficile raggiungere i propri gruppi target attraverso questi canali. L’email marketing va invece proprio nella direzione opposta e garantisce anche sul lungo termine un dialogo con i propri follower.

Per sapere come creare una campagna di email marketing, Newsletter2Go ha pubblicato recentemente un White Paper sull’email marketing per influencer e blogger di professionisti che può essere scaricato gratuitamente

Angela Antonicelli

Country Manager Italy presso Newsletter2Go

More PostsWebsite

Follow Me:
TwitterFacebook

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *