Cosa significa essere un blog autorevole?

Cosa significa essere un blog autorevole?
[Total: 0 Average: 0]

E soprattutto cosa significa avere un blog autorevole in un’ottica di native advertising?

Facciamo un passo indietro. Nell’ultimo articolo ho dato la mia opinione riguardo al futuro della native advertising, ovvero della pubblicità che si integra nel sito o nel blog e che si propone come contenuto interno.

Un contenuto utile, ma al tempo stesso riconoscibile. La native advertising non è sinonimo di pubblicità occulta (o peggio ancora di marchetta) perché questo vuol dire mancare il principio chiave per far funzionare l’intero meccanismo: l’autorevolezza.

Un blog autorevole è un blog che può lavorare bene con la native advertising perché è visto come una fonte affidabile dai lettori. Ma essere percepito come un blog autorevole non è semplice.

Io ho elencato alcuni passi indispensabili per raggiungere questo obiettivo:

Contenuti

Indispensabili ora più che mai. Per diventare un blog autorevole devi pubblicare contenuti che si possano definire tali. E la strada per raggiungere lo step dei contenuti autorevoli è semplice: devi investire tempo e conoscenze.

Per pubblicare contenuti autorevoli non basta buttare giù la solita lista dei migliori plugin WordPress. Questo andava bene 3 anni fa. Ora devi spiegare a fondo l’argomento, devi andare nello specifico, devi citare fonti importanti e dimostrare al lettore i motivi per scegliere quel plugin piuttosto che un altro.

Creare un contenuto autorevole vuol dire scendere in profondità, non liquidare l’argomento ignorando punti che potrebbero fare la differenza. Al tempi stesso vuol dire parlare ai lettori con un linguaggio specifico, ma non complicato. La forma viaggia pari passo con la sostanza.

Identità chiara

L’autore dei testi e il proprietario del blog sono due figure alla luce del sole. Chi gestisce la piattaforma? C’è una pagina con nome, cognome, foto e contatti che risponde a tutte le domande.

E chi pubblica i contenuti? C’è un box alla fine del post che presenta l’autore, che suggerisce i social per avere maggiori informazioni, che arricchisce il tutto con un volto. E poi c’è il link che porta a tutti i post pubblicati da quell’autore, magari collegato al profilo Google Plus per implementare l’authorship.

Metterci la faccia è importante. Sempre. Anche nelle serp.

Risposte pronte

Un blogger autorevole risponde sempre alle domande dei lettori. Che siano poste via email, social, commenti o chat non fa differenza. La comunicazione con il lettore è parte del lavoro, del lungo processo per diventare fonte autorevole.

Cosa fai nel momento in cui ti rivolgono una domanda alla quale non sai rispondere? Improvvisi? Ti lanci? No, ti informi e citi le fonti che hai utilizzato per approfondire.

Oppure, se veramente la risposta è difficile da individuare, ammetti la tua ignoranza con la promessa di ritornare sull’argomento per rimediare. L’autorevolezza passa anche dalla tua capacità di ammettere errori o mancanze.

Fare rete

Una fonte autorevole è una fonte che conosce il valore delle amicizie online. Attenzione, ho usato il termine “amicizie” non a caso. Devi creare rapporti virtuosi, rapporti basati su un continuo scambio di opinioni e riflessioni.

Magari anche di piaceri, perché no. L’importante è coltivare il valore dell’amicizia online.

Fare rete non significa scambiarsi i biglietti da visita e dimenticarsi delle persone: fare rete vuol dire trasferire l’importanza dell’amicizia e dei rapporti offline sulla rete. La trasparenza e l’onestà devono fare da sfondo alla tua capacità di fare network.

Ecco, per iniziare a diventare una fonte autorevole questa è la strada giusta. Dal mio punto di vista, ovvio. Se hai altro aggiungere puoi usare i commenti: aspetto la tua opinione.

Riccardo Esposito

Riccardo Esposito, blogger per MediaBuzz. Si occupa di scrittura online dal 2008: ha iniziato in agenzia e ora passa 14 ore al giorno davanti al monitor del suo iMac. Il suo blog personale: My Social Web

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedIn

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *