Come utilizzare LinkedIn per le aziende

Come utilizzare LinkedIn per le aziende
[Total: 1 Average: 5]

Come funziona LinkedIn per aziende? Semplice, hai la possibilità di creare delle pagine specifiche che puoi gestire in modo da raccogliere dei risultati. Ad esempio in termini di visibilità, condividendo dei contenuti, creando un processo di brand awareness virtuoso.

Ma può essere veramente così generica la descrizione del lavoro che ti aspetta nel momento in cui decidi di utilizzare LinkedIn per promuovere la tua azienda? Io credo che questo social network sia un punto di partenza decisivo per un’impresa, per spingere il proprio nome e creare relazioni virtuose. Anche per creare opportunità concrete.

Ma se non accetti l’idea di dover affrontare ogni azione con la giusta dose di professionalità, mi dispiace, credo che tutto sia destinato a rimanere immobile. Quindi, cosa vuol dire? Per ottimizzare al tua presenza aziendale su LinkedIn devi seguire una serie di passaggi. Ecco quelli che preferisco.

Da leggere: come usano LinkedIn gli italiani?

Ottimizza il profilo LinkedIn aziendale

Primo passo verso la gestione virtuosa di una pagina aziendale su LinkedIn: una volta creata (puoi seguire questo link ufficiale per farlo) devi creare una presenza online che sia in linea con le tue esigenze professionali. E che rispecchi al meglio il tuo brand. Quali sono i punti essenziali da rispettare sempre?

  1. Carica un’immagine copertina comunicativa.
  2. Usa il logo aziendale come avatar.
  3. Scrivi una tagline che approfondisca il tuo lavoro.
  4. Aggiungi tutti gli elementi per contattare e conoscere.
  5. Inserisci i tag nell’overview per definire i tuoi ambiti.
  6. Non dimenticare la descrizione approfondita dell’azienda.

Uno degli errori principali: dimenticare l’importanza della sintesi. Quando descrivi la tua azienda non devi dare informazioni superflue ma tarare il testo intorno a un concetto base. Vale a dire il target: a chi vuoi comunicare? In base al modo in cui descrivi la tua impresa attirerai alcune persone e non altre.

Crea connessioni con i tuoi dipendenti

Invita i tuoi dipendenti a iscriversi su LinkedIn, ad aggiungere tra le esperienze lavorative quella che sta svolgendo per la tua azienda e a taggare la pagina che hai creato. Vuoi completare l’opera?

Suggerisci di condividere i contenuti. Ovviamente senza forzature, mi rendo conto che tutto questo è più facile in una piccola azienda. Ma infondere al giusta cultura social è un obiettivo importante.

LinkedIn per aziende: aumenta i seguaci

Le pagine aziendali, così come avviene per altri social network, possono essere seguite. Ciò significa che puoi creare un’audience che potrebbe visualizzare nella bacheca i tuoi aggiornamenti. Funziona un po’ come Facebook e Instagram, per questo devi aumentare il numero di follower su LinkedIn. In che modo?

Puoi aggiungere il link verso la pagina aziendale sul sito web, nelle firme digitali dell’email o in altri luoghi in cui ci sia la possibilità di promuovere un collegamento. Inoltre hai la possibilità di menzionare la pagina in qualsiasi aggiornamento LinkedIn aggiungendo la @ prima del nome brand.

Un buon coinvolgimento dei dipendenti è essenziale, ma questo punto è già stato affrontato. Altro aspetto fondamentale: ottimizzare la pagina in modo che sia facile da trovare su Google e nelle ricerche interne. Come fare? Puoi dare uno sguardo alla guida ufficiale proposta da LinkedIn (ne vale la pena, vedrai).

Attiva e collega un gruppo di LinkedIn

Vuoi dare maggior rilevanza a LinkedIn per aziende? Perfetto, hai un’arma speciale a disposizione: le community che possono essere collegate alle pagine. Qui le persone si confrontano, lasciano idee.

Spesso fanno domande che tu, proprietario o responsabile, puoi affrontare. In questo modo puoi gestire il customer care service, fare brand awareness, aumentare le visite del blog. Insomma, i vantaggi ci sono.

Crea dei contenuti rilevanti per il pubblico

Finalmente arriviamo al punto tanto atteso: sulla pagina aziendale LinkedIn hai bisogno di contenuti. Cioè devi dare un motivo alle persone di seguire e commentare (quindi creare engagement) ciò che fai. Altrimenti la risorsa che hai appena creato resta immobile, vuota, solitaria. Insomma, non ha uno scopo.

Un’eventualità che, invece, devi evitare subito. In che modo? Dopo aver creato la pagina aziendale su LinkedIn devi avere un calendario editoriale che ti aiuti a definire le pubblicazioni. Cosa, come e quando comunicare con i tuoi follower? Meglio inserire link o infografiche? I video vanno bene?

Tutto questo può e deve essere deciso anche grazie al supporto delle informazioni di analytics. LinkedIn per aziende, infatti, mette a disposizione una sezione di dati che può aiutare il social media manager a prendere decisioni sensate. E spingere ciò che ha maggior successo tra i follower della pagina.

Promuovi al meglio i contenuti necessari

Le pagine LinkedIn hanno una particolarità: consentono di creare delle sponsorizzazioni. Questo è un passo in avanti importante per portare all’attenzione delle persone giuste i contenuti più importanti per la tua strategia. Cosa fare prima di creare una campagna pubblicitaria su questo social network?

LinkedIn per aziende
ADV su LinkedIn.

Devi creare un account pubblicitario inserendo pochi elementi. poi sei pronto per creare la tua prima sponsorizzazione. E permettere ai contenuti promozionali di raggiungere un target ben preciso.

Senza dimenticare che non c’è un unico formato: LinkedIn consente di promuovere post della timeline, aggiungere inserzioni nella barra laterale e inviare messaggi privati nella casella del profilo.

Da leggere: come creare una strategia di contenuti

LinkedIn per aziende: tu come usi il profilo?

Quali sono, secondo te, le azioni necessarie per ottenere buoni risultati dalla tua pagina aziendale su LinkedIn? Credi che sia sufficiente aprire un profilo e fare qualche aggiornamento per avere buone possibilità? In questa lista ho volutamente saltato un punto: la corporate page su LinkedIn ha bisogno di un obiettivo strategico, un punto da osservare per migliorare il tuo business.

Perché l’hai aperta? Solo per condividere i post del tuo blog aziendale? Oppure hai creato un calendario editoriale specifico per la pagina aziendale LinkedIn? Questa è la strada da seguire, sei d’accordo?

Riccardo Esposito

Riccardo Esposito, blogger per MediaBuzz. Si occupa di scrittura online dal 2008: ha iniziato in agenzia e ora passa 14 ore al giorno davanti al monitor del suo iMac. Il suo blog personale: My Social Web

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedIn

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *