Come funziona (veramente) LinkedIn?

Come funziona (veramente) LinkedIn?

Una delle domande comuni: come funziona LinkedIn? Uno dei social network più famosi del web, ma soprattutto una delle risorse migliori per trovare lavoro online. Proprio così, attraverso questa piattaforma puoi mettere a confronto le tue esigenze con quelle di chi si trova dall’altro lato dello schermo.

Crei un profilo LinkedIn, compili tutti i campi e ti siedi in poltrona ad aspettare la soluzione. Un posto di lavoro, un contatto utile, un cliente. Magari due. Perché non tre. D’altro canto è questo l’obiettivo, mettere in contatto persone con esigenze diverse. Come si usa LinkedIn: questa è la soluzione?

In parte. LinkedIn è un social e come tale si muove intorno a logiche particolari che mettono in primo piano la condivisione. Ma cosa devi condividere? Come? Con chi devi parlare? Quali sono gli strumenti che permettono a un libero professionista, a un dipendente e a un’azienda di muoversi nel modo giusto?

Cos’è LinkedIn per persone e aziende

Prima di spiegare come funziona LinkedIn è giusto dare una definizione di questo strumento. Cos’è LinkedIn? Di cosa sto parlando esattamente? Si tratta di un social network che permette di ottenere dei profili personali e aziendali. Nel primo caso hai di fronte una sorta di curriculum digitale.

Nella tua pagina puoi aggiungere esperienze di studio, lavori eseguiti, competenze, possibilità. Poi il meccanismo e simile a quello di tutti i social network: puoi contattare e chiedere un confronto. Ci sono dei passaggi essenziali per migliorare il modo di presentare il tuo profilo. Ad esempio puoi eliminare le informazioni che non servono, puoi scegliere una buona immagine profilo e inserire tutte le informazioni utili.

Anche le aziende possono impostare un profilo pubblico e aggiungere i dipendenti per presentarsi nel miglior modo possibile. Senza dimenticare che anche qui si possono pubblicare aggiornamenti. Quindi ecco una breve presentazione: profilo per persone e aziende, luogo per condividere informazioni e per generare pagine di sintesi con istruzione, lavoro, competenze. Però come funziona LinkedIn?

Da leggere: come migliorare il tuo profilo LinkedIn

Come creare il tuo profilo su LinkedIn

Per ottenere un profilo personale su LinkedIn non devi fare altro che andare sull’indirizzo www.linkedin.com e seguire le indicazioni. Pochi passaggi e sei online, poi devi completare il tutto con le informazioni necessarie per presentarti al pubblico. E per rendere il tuo profilo interessante.

A questo punto puoi impostare anche una pagina aziendale, basta andare su linkedin.com/company-beta. Due o tre step e sei online con la tua soluzione business, con tutti i vantaggi. Ricorda che anche in questo caso devi completare il profilo con un buon contenuto visual, un avatar di qualità e una copertina.

Usare LinkedIn per trovare lavoro

Questo è il modo migliore per usare LinkedIn: per trovare lavoro. Come si fa? Quali sono le regole fondamentali per ottenere il massimo da questo strumento? Ora potrei impiegare valanghe di testo per spiegare l’importanza che ha un profilo curato e ottimizzato in questo processo.

Chiaro, devi scegliere una foto di qualità e devi evitare di inserire nel tuo curriculum digitale informazioni inutili. Devi essere preciso, e devi evitare tutto ciò che è superfluo. Basta questo per trovare lavoro su LinkedIn? No, il vero equilibrio si trova tra la creazione/diffusione dei contenuti e i rapporti che riesci a sviluppare con le altre persone che si trovano sulla piattaforma. In che modo si articola tutto questo?

Da un lato puoi puntare sull’attività di content curator. Ovvero puoi individuare link, testo, video e immagini da condividere con chi ti segue. O magari con quelle che si trovano nelle community dedicate ai singoli argomenti. In questo modo puoi farti conoscere, puoi diventare un riferimento utile per chi fa parte del tuo universo. Oppure puoi puntare verso LinkedIn Pulse, uno dei modi migliori per creare contenuti online (provare per credere).

Come migliorare il tuo profilo LinkedIn

LinkedIn Pulse, infatti, è una sorta di blog interno al tuo profilo. Puoi scrivere articoli e condividerli con la tua audience. In questo modo il concetto è semplice: puoi sfruttare l’idea di inbound marketing, ovvero farsi trovare dalle professionalità giuste nel momento in cui hanno bisogno di te.

Come funziona LinkedIn per aziende

LinkedIn è per chi cerca lavoro ma anche per chi ha bisogno di nuove figure professionali. Per chi deve assumere. Le aziende possono trovare benefici creando un account su questo social. In primo luogo perché possono comunicare con il pubblico, lanciare degli aggiornamenti per presentare novità e servizi. Poi perché possono usare la pagina aziendale per indicare offerte di lavoro.

Puoi fare reclutering con LinkedIn. È anche vero che non basta fondare una pagina aziendale per farti trovare. Devi usare il nome della tua azienda, e su questo non ci sono dubbi. Ma la descrizione può essere usata per inserire le parole chiave che si usano su LinkedIn per trovare profili e professioni. In questo caso una buona analisi delle parole chiave su Google può essere una base per iniziare.

 

Ricordati inoltre di inserire le specializzazioni per rendere ancora più semplice il processo di ricerca della tua pagina. Il passaggio successivo: decidere se sponsorizzare o meno i contenuti. Quest’ultima soluzione potrebbe essere adeguata per i post che in qualche modo portano vantaggi concreti.

Non ti dimenticare, però, che le pagine hanno anche una sezione analytics che consente di individuare un passaggio chiave: la posizione di chi segue la tua risorsa. Hai anche diversi strumenti per aumentare il numero dei seguaci, trovi tutte le informazioni utili in questa pagina ufficiale di LinkedIn.

Creare nuovi contatti su LinkedIn

Quindi devi forgiare buoni contenuti per farti notare dai clienti. E devi curare al massimo il calendario editoriale per intercettare il pubblico giusto. Per alimentarle con contenuti capaci di portarli verso il tuo obiettivo. Ovvero inviare un’email per chiedere un colloquio di lavoro o un preventivo.

Basta lavorare sui contenuti per migliorare l’agenda dei contatti? No, anche perché quest’agenda non deve crescere a caso: deve essere curata, selettiva. Devi raggiungere i profili interessati a te. Allora vai dove si ritrovano questi individui e crea interazioni. Lascia commenti, risposte, domande: lavora sui gruppi e nei post dei Pulse dei contatti che vuoi raggiungere. Poi punta sul comment marketing, sul valore.

Puoi usare anche i messaggi privati per stringere rapporti su LinkedIn? Certo, però devi fare attenzione: spesso questo strumento viene usato per fare spam. Ovvero per inviare messaggi indesiderati verso chi, in realtà, non si conoscono. Quindi usa questo tool con attenzione.

Da leggere: come fare content marketing con LinkedIn

Come funziona LinkedIn secondo te?

A cosa serve veramente LinkedIn? A sviluppare connessioni, rapporti, legami. Non devi usare LinkedIn per fare spam, per mandare messaggi fastidiosi e inutili solo perché qualcuno ha accettato il contatto. Non funziona così, non è questo il metodo giusto per lavorare su questo social network.

Con LinkedIn puoi creare contenuti con Pulse, puoi condividere quello che ami, puoi entrare in contatto con individui interessanti. Ma, soprattutto, puoi sfruttare la grande forza di questo strumento:

Ovvero un archivio dettagliato di persone organizzato in base al lavoro. Come funziona LinkedIn? Come un archivio da sfruttare in modo strategico? Sei d’accordo? Lascia la tua opinione nei commenti.

Riccardo Esposito

Riccardo Esposito, blogger per MediaBuzz. Si occupa di scrittura online dal 2008: ha iniziato in agenzia e ora passa 14 ore al giorno davanti al monitor del suo iMac. Il suo blog personale: My Social Web

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedInGoogle Plus

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *