Email marketing tutto fare: i vantaggi per e-commerce, SEO e influencer marketing

Email marketing tutto fare: i vantaggi per e-commerce, SEO e influencer marketing

Gestire un’attività commerciale al giorno d’oggi richiede molte più competenze rispetto a qualche decennio fa. L’avvento della tecnologia e i suoi repentini cambiamenti mettono infatti aziende e liberi professionisti di fronte a una serie di sfide e opportunità offerte dal mondo digitale. Il passaparola di una volta, i volantini cartacei (ancora in uso, ma meno efficaci per campagne di grandi dimensioni) sono stati sostituiti da moderne e più complesse strategie di marketing digitale che richiedono il possesso di diverse competenze: analitiche, decisionali, ma anche creative e digitali. A meno che non si abbiano il tempo e le risorse necessarie per investire migliaia di euro per dedicare anni di vita nel prendere una laurea nelle diverse discipline, il modo migliore per restare al passo con i tempi è quello di colmare al meglio le piccole lacune e cercare di tenersi sempre aggiornati sui rapidi cambiamenti del mercato. In questo senso, solo l’esperienza e la perseveranza possono aiutare a raggiungere i risultati sperati, in un mondo dinamico che richiede conoscenze sempre più settoriali. La sfida più grande per chi opera nel mondo digitale è quella di diventare e restare competitivi sul lungo termine, senza dover necessariamente spendere una fortuna. Diversi sono gli strumenti a disposizione e tra questi l’email marketing riveste un ruolo di spicco. Cos’è l’Email Marketing? No, l’email marketing non è già fuori moda, se è questo che state pensando. L’uso sempre crescente dei social media, seppur rilevante in una qualunque strategia di digital marketing, non ha ancora rimpiazzato le newsletter. E non stiamo parlando di spam. Newsletter e email marketing sono infatti spesso associate all’invio di email di...
Come sfruttare Mailchimp Automation per la tua newsletter

Come sfruttare Mailchimp Automation per la tua newsletter

Questa è una notizia decisiva: Mailchimp Automation è disponibile per i profili gratuiti. Come ben sai, questa piattaforma di email marketing – una delle più raffinate presenti online – può inviare contenuti via newsletter e creare dei segmenti ben precisi per differenziare la tua lista contatti. Le funzioni messe a disposizione sono infinite, e tutte sono dirette […]

Questa è una notizia decisiva: Mailchimp Automation è disponibile per i profili gratuiti. Come ben sai, questa piattaforma di email marketing – una delle più raffinate presenti online – può inviare contenuti via newsletter e creare dei segmenti ben precisi per differenziare la tua lista contatti. Le funzioni messe a disposizione sono infinite, e tutte sono dirette verso un’unica direzione: trasformare la tua attività di invio newsletter e messaggi di posta elettronica in un lavoro scientifico. Puoi misurare tutto, puoi raffinare i passaggi per raggiungere il pubblico e migliorare il tuo lavoro. L’invio di una newsletter è il passaggio decisivo per entrare in contatto con individui che hanno lasciato un’email nel form. Ci sono mille modi per fidelizzare: puoi usare una pagina Facebook, un account Twitter, il feed rss. Ma niente è meglio di una lista di contatti email costruita nel pieno rispetto delle regole e delle necessità del pubblico. Con uno strumento come Mailchimp puoi raggiungere migliaia di persone diverse con un solo invio, e con obiettivi sempre differenti. Con un’email puoi informare, vendere un prodotto, condividere i post migliori. O magari puoi regalare dei contenuti extra. Ad esempio un e-book o un white paper. Questi passaggi sono fondamentali in un una strategia di content marketing. E con Mailchimp Automation tutto diventa più facile. Cos’è e come usare Mailchimp Automation Il concetto di automazione quando si parla di email marketing è decisivo. Questa funzione di Mailchimp ti aiuta a comunicare con i tuoi contatti come vuoi, con i messaggi che desideri. Ma senza la necessità di creare e inviare a mano tutti i messaggi. Questi meccanismi sono, di norma, complessi ma con Mailchimp Automation hai a disposizione...
Vuoi migliorare la tua newsletter?

Vuoi migliorare la tua newsletter?

Lavorare con un blog aziendale è importante, sfruttare la forza dei social anche. Ma a volte è la newsletter che fa la differenza: a volte è proprio questo strumento – uno dei più utilizzati e sfruttati nella storia del web – a tracciare una linea netta, a portare buoni risultati. La newsletter è ancora oggi […]

Lavorare con un blog aziendale è importante, sfruttare la forza dei social anche. Ma a volte è la newsletter che fa la differenza: a volte è proprio questo strumento – uno dei più utilizzati e sfruttati nella storia del web – a tracciare una linea netta, a portare buoni risultati. La newsletter è ancora oggi uno degli strumenti più efficaci del web marketing. Il motivo? Perché raggiunge il pubblico nella casella email, perché si basa su un accordo stabilito a priori che vede l’utente interessato ai contenuti che ruotano intorno alla newsletter e accettano l’iscrizione alla lista. Quindi la newsletter resta uno strumento efficace in linea di principio. Ma è così sempre? Ovviamente no. Dietro all’email marketing si nasconde un mondo di tentativi, prove, successi e insuccessi. Soprattutto insuccessi. Perché raggiungere i propri contatti via email non vuol dire avere la certezza dell’interesse e di determinate azioni. Ottenere i contatti – in modo chiaro e cristallino  – è il primo passo. Ecco 7 consigli per migliorare subito la tua newsletter. 1. Oggetto Ovvero la stringa di testo che permette al lettore di capire qual è l’argomento della tua email. L’oggetto della newsletter è il lasciapassare per la tua attività di email marketing: la maggior parte delle email cadono davanti a questo ostacolo. Perché? Oggetto troppo lungo, viene tagliato dai device. Ma anche poco esplicativo farraginoso, inutilmente lungo. Il consiglio è questo: vai al punto, non perdere tempo in chiacchiere inutili, usa meno parole possibili. Ma al tempo stesso non lesinare sull’informazione: inserisci gli aspetti più importanti dell’oggetto all’inizio del campo oggetto. Così anche se qualche monitor taglia il testo puoi contare sulle prime...
Email Marketing: gli errori da evitare, i consigli da seguire.

Email Marketing: gli errori da evitare, i consigli da seguire.

  L’ Email Marketing è uno dei sistemi più semplici ed utilizzati per promuovere i propri prodotti, brand e idee attraverso la rete, che sfrutta una modalità di contatto che attualmente risulta essere estremamente diffusa, ossia l’e-mail. Se si considera che in Italia oltre il 90% degli utenti utilizza l’email per comunicazioni lavorative e personali, […]

  L’ Email Marketing è uno dei sistemi più semplici ed utilizzati per promuovere i propri prodotti, brand e idee attraverso la rete, che sfrutta una modalità di contatto che attualmente risulta essere estremamente diffusa, ossia l’e-mail. Se si considera che in Italia oltre il 90% degli utenti utilizza l’email per comunicazioni lavorative e personali, le potenzialità del marketing tramite mail risultano immediatamente del tutto evidenti. I vantaggi sono altrettanto semplici da cogliere: assenza di ingombro del materiale cartaceo, rapidità nel raggiungere i contatti, opzioni di personalizzazione degli stessi (come animazioni, allegati), facile individuazione del target ma anche la possibilità di sfruttare una rete comunicativa immensa e stabilmente inserita tra gli strumenti ad uso commerciale. Accanto ai tanti vantaggi esistono anche alcuni svantaggi (molti preferiscono utilizzare i più classici banner, meno invadenti ma graficamente sempre efficaci) ma indubbiamente i primi superano i secondi. Per chi ha un’attività commerciale o vuole promuovere il proprio marchio o il proprio lavoro, il marketing tramite mail è un’ottima scelta e ci sono alcuni consigli che possono migliorarne nettamente l’utilizzo ed i risultati conseguenti. Il primo consiglio, e forse anche il meno seguito, è quello di perdere un po’ di tempo nello scrivere ed impostare la mail in modo che il contenuto e l’oggetto del messaggio siano assolutamente e chiaramente identificabili come compatibili; troppo spesso infatti il sistema di newsletter non rispetta questo assunto e molte comunicazioni finiscono per essere cestinate sia in automatico che direttamente dagli utenti. Per evitarlo basta essere semplici, chiari, diretti ed affidabili. Un altro buon consiglio è quello che di utilizzare i social network, come Facebook o Twitter all’interno...