7 consigli per migliorare (immediatamente) il tuo blog

7 consigli per migliorare (immediatamente) il tuo blog
[Total: 0 Average: 0]

Certo. Ora. Immediatamente. E con uno sforzo minimo.

Perché fai quella faccia? Credi che i blog migliori diventino tali solo grazie a operazioni titaniche di Content Marketing? Credi che tutto ruoti intorno a grandi investimenti?

blog

Ben inteso, non puoi prescindere dai contenuti di qualità e non puoi pretendere di risolvere i problemi strutturali con trucchi a buon mercato. Ci vuole tempo, lavoro, perseveranza.

Ma ci sono dettagli che possono fare la differenza e migliorare l’efficacia dei tuoi articoli. Più in generale del tuo blog. Ecco, te li presento una a uno!

Formattazione

Un articolo senza formattazione appare nudo, senza personalità. Ma soprattutto diventa difficile da leggere, soprattutto quando viene impaginato come un muro di parole: un unico blocco di consonanti e vocali da leggere senza sosta con lo slancio di un centometrista.

Non è una cosa buona, ma c’è anche di peggio: un uso smodato della formattazione. Così come l’assenza del grassetto può svilire le frasi importanti, l’abuso comporta una esaltazione di dettagli inutili. Mettere intere frasi o magari paragrafi in grassetto può confondere: se tutto è evidenziato quale sarà il concetto veramente utile?

Usa la formattazione per cercare armonia all’interno del testo, e inserisci il grassetto per creare un percorso fatto di parole: accompagna lo sguardo verso ciò che tu ritieni importante per il lettore.

Citazioni

Verrai giudicato anche per ciò che condividi, non solo per quelli che scrivi. Le tue conoscenze sono ottime e hai approfondito il punto nel migliore dei modi possibili. Ma perché ho questo strano presentimento? Perché leggo le tue parole e sembra di aver già incontrato i concetti da qualche parte?

Forse perché sono idee che qualcuno ha già condiviso in altre risorse. Ti dico questo: il miglior contenuto svanisce quando si ostina a non citare le fonti utilizzate nel processo creativo. Non devi citare anche l’inventore della scrittura, ma devi aiutare il lettore a ricostruire l’essenza del contenuto.

Spazi

Lo spazio bianco è parte attiva della tua attività di blogging: aiuta la lettura e non poco, lo inserisci tra un paragrafo e l’altro per dare respiro al testo, lo crei con una lista puntata, lo gestisci andando a capo e suggerendo al lettore una pausa più lunga.

Il pubblico vuole essere guidato. E tu lo puoi fare con gli spazi bianchi, indispensabili anche per migliorare l’armonia del testo. Quanto spazio lasciare come interlinea? E tra una parola e l’altra? Intorno alle immagini? Questi dettagli possono migliorare la fruizione del testo e, quindi, la condivisione e la sua efficacia.

Form

Ecco un punto chiave del blog e del sito web (perché no, anche del tuo ecommerce). I form che permettono al lettore di lasciare commenti, inviare messaggi, ordinare prodotti e rispondere domande devono essere curati.

Il principio è sempre la stesso: c’è poco tempo a disposizione e tu devi fare un modo che ogni processo risulti semplice, immediato. Non far pensare l’utente, suggerisce Steve Krug, l’azione deve essere e apparire naturale. Deve essere naturale.

Soprattutto, elimina i campi inutili dal form! Per approfondire: How To Optimize Contact Forms For Conversions [Infographic]

Tempi di caricamento

La tua pagina è lenta, troppo lenta. Ti sembra un dettaglio da poco? Fai ricorso alla tua esperienza e rispondi con onestà: perché hai abbandonato la pagina di quel sito web? Perché non ti interessava o perché non caricava?

Risposta: ha impiegato più di 4 secondi per caricarsi. Non c’è altra spiegazione. Ormai è abitudine avere a disposizione pagine web veloci, e la tua non deve essere da meno. I consigli da seguire? Li trovi tutti nell’analisi che puoi ottenere facilmente con i Page Speed Tool di Google.

Pagine fisse

Su un blog ti concentri soprattutto sulla qualità degli articoli, ovvero quelle risorse che si susseguono giorno dopo giorno e che ti aiutano a ottenere visibilità. Ma i tuoi lettori non hanno dimenticato quelle pagine ormai datate che trovano spazio nella tua barra di navigazione riportando informazioni errate.

Per non parlare del copy: hai provato a leggere qualcosa che hai scritto un anno fa? Oggi puoi fare di meglio, ed è giusto che anche le pagine fisse approfittino delle tue capacita. Un consiglio: organizza dei controlli periodici per le tue pagine statiche e cerca di aggiornare le risorse del blog.

Dono

Non è un dettaglio, ma un punto che ti permetterà di cambiare radicalmente la tua attività online. Il concetto è semplice: per ottenere buoni risultati devi donare. Devi donare tanto. Devi dare un motivo ai tuoi utenti per tornare e ritornare, e poi per consigliare i tuoi aggiornamenti al prossimo. Magari con un tweet o con un link.

Come avviene questo? Regalando un ebook, oppure un articolo extra a chi si iscrive alla newsletter. Ma puoi anche regalare degli appuntamenti video come il Whiteboard Friday di Moz o immagini gratis come fa Hubspot.

Perché donare vuol dire ricevere. Ed è questo il dettaglio più importante della lista non credi?

Fonte Immagine

Riccardo Esposito

Riccardo Esposito, blogger per MediaBuzz. Si occupa di scrittura online dal 2008: ha iniziato in agenzia e ora passa 14 ore al giorno davanti al monitor del suo iMac. Il suo blog personale: My Social Web

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedIn

Trackbacks/Pingbacks

  1. 7 consigli per migliorare (immediatamente) il t... - […] Possibile che siano indispensabili grandi investimenti per migliorare il tuo blog? No, puoi fare tanto anche ora, con dei…

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.