6 dettagli della scrittura da non trascurare

6 dettagli della scrittura da non trascurare
[Total: 0 Average: 0]

Molti credono che la scrittura sia qualcosa di trascendentale, qualcosa di alto e slegato dal mondo concreto. Molti credono che la scrittura sia qualcosa di inafferrabile, un concetto astratto.

Sbagliato. O meglio, risposta poco precisa. Parziale. La scrittura è tutto questo, ma è anche esperienza. Scrivere vuol dire sporcarsi le mani, toccare materialmente l’oggetto delle proprie attenzioni.

scrivere blog

Iniziamo a scrivere – Fonte

Scrivere vuol dire provare, sbagliare, riprovare, riuscire. In ordine sparso. E poi ci sono i dettagli che pochi curano, molti fanno finta di non vedere e tutti notano. Vuoi sapere quali sono i dettagli da curare quando scrivi per il web? Te ne suggerisco 6.

Ripetizioni

Per cadere in questo tranello basta un attimo. Sembra un dettaglio impercettibile, una parola messa nel punto sbagliato. Eppure le ripetizioni in un testo rischiano di avvelenare il tuo lavoro.

Questo è vero soprattutto quando ti pieghi alla regola della leggibilità e pubblichi periodi brevi: all’interno di una frase poco articolata, compatta, la ripetizione diventa fumo negli occhi.

Come risolvere questo problema? Con una buona rilettura. Prova a rileggere un testo prestando attenzione solo a questo aspetto, crea un piccolo vocabolario di termini che tendi a ripetere e usa uno strumento di ricerca per individuali.

In alternativa c’è questo utile strumento dedicato proprio alle ripetizioni.

Presta particolare attenzione ad avverbi e aggettivi: sono gli elementi che usiamo quando le parole vengono meno. Per questo devi sempre lavorare con un dizionario dei sinonimi e contrari al tuo fianco.

Equilibri

La scrittura è fatta anche di equilibri da preservare e da coccolare per garantire una buona leggibilità all’utente. Di cosa sto parlando? Ti faccio qualche esempio utile:

  • Font – Hai scelto un font leggibile? Hai usato lo stesso font per l’articolo?
  • Tempi . Parli al presente? Continua a usare il presente.
  • Persona – Dai del tu o del voi? Continua per la tua strada.
  • Spazi – Quanto spazio inserisci di interlinea?

 

Questi elementi devono essere definiti a priori e devono rimanere stabili nel documento, nel blog, nel portale e nel sito web. La scrittura è fatta anche di equilibri visuali: rispettali per soddisfare il tuo lettore.

Formattazione

La formattazione è un dettaglio. Ma puoi fare molto con il buon uso del grassetto e del corsivo. Partiamo da un punto semplice: il lettore presta poco attenzione al testo, e il grassetto è perfetto per attirare l’attenzione su un concetto chiave.

Le parole più importanti devono essere evidenziate? Certo, è un buon inizio. Ma non deve essere una forzatura, non deve essere una gara per far emergere il testo: individua un percorso all’interno del testo e guida lo sguardo del lettore.

Eccedere con il grassetto vuol dire urlare, esigere l’attenzione di chi ti sta leggendo. Tu non fai questo: tu suggerisci, evidenzi, accompagni il lettore verso il concetto che tu ritieni importante.

Heading

Molti ignorano l’importanza di un corretto uso dell’heading, ovvero dei titoli e sottotitoli all’interno di un articolo o di un testo online. L’heading è un buon modo per rendere il  testo facile da leggere e da scannerizzare. Ecco qualche consiglio per usare i vari H1, H2, e H3 nel modo migliore:

  • Mantieni sempre una coerenza gerarchica (prima H1, poi H2…).
  • Usa un font decrescente man mano che ti allontani dall’H1.
  • Usa solo quando servono, senza esagerare.
  • Cerca di essere chiaro, di introdurre l’argomento.

 

Quest’ultimo punto è importante. L’heading deve essere pensato per agevolare il lettore. Devi usare queste stringhe di testo per aiutare chi legge a individuare i contenuti utili: il testo deve indicare l’argomento che stai affrontando nei paragrafi.

Esercizio

Fai gli esercizi di scrittura? Ti assicuro che non c’è modo migliore per migliorare: l’attitudine alla scrittura può essere un fattore innato, ma per diventare un buon webwriter e un blogger devi fare esperienza.

Scrivi ogni giorno, apri un blog e inizia a coltivare i tuoi interessi le tue idee, le tue opinioni. Non lasciare che passi neanche un giorno senza scrittura sosteneva Plinio il Vecchio, e questo deve essere il tuo obiettivo: leggere e scrivere. Leggere e scrivere.

Dove si trovano gli esercizi per migliorare la scrittura online? Io ti suggerisco questo articolo di Daniele Imperi: qui troverai un bel po’ di lavoro!

Chiarezza

Ultimo punto, il più importante. Il dettaglio che voglio spingere fino in fondo è questo: la chiarezza. Come puoi aver successo come webwriter se nessuno capisce il tuo punto di vista? Come vuoi ottenere l’attenzione se usi parole sconosciute? Devi farti capire e devi farti capire subito.

Non puoi aspettare che le persone si pieghino al tuo linguaggio. Non lo faranno. Lo scrittore deve trovare il giusto equilibrio tra un contenuto non banale e una scrittura chiara. Ecco la mia ricetta:

  • Usa parole comuni.
  • Usa una sintassi non impegnativa.
  • Sfrutta le liste puntate.
  • Togli il superfluo.
  • Evita doppie negazioni.
  • Non appesantire con avverbi e aggettivi inutili.
  • Fai esempi chiari.
  • Quando puoi usa le immagini e i video.

 

Il concetto è chiaro: la semplicità si trasforma in chiarezza ma non deve essere sinonimo di svilimento. Il messaggio non deve cadere nel vuoto, non deve essere banale. Deve essere fresco, diretto, non appesantito da periodi inutili.

Sei d’accordo?

Riccardo Esposito

Riccardo Esposito, blogger per MediaBuzz. Si occupa di scrittura online dal 2008: ha iniziato in agenzia e ora passa 14 ore al giorno davanti al monitor del suo iMac. Il suo blog personale: My Social Web

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedIn

Trackbacks/Pingbacks

  1. 6 dettagli della scrittura da non trascurare | ... - […] Credi che la scrittura sul web sia un gioco da ragazzi? Ci sono tanti dettagli da curare: te ne…
  2. 6 elementi che non puoi sottovalutare in un post | MediaBuzz - […] fiuto, devi capire al volo qual è l’argomento da pubblicare. Ma devi anche mantenere la barra e scrivere senza perdere…

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.