5 trucchi da vero persuasive copy

5 trucchi da vero persuasive copy
[Total: 0 Average: 0]

Un buon hosting ha un compito ben preciso: ospitare le tue risorse e permettere al tuo sito web di essere reperibile.

L’utente si connette, il browser entra in funzione e il sito appare nella finestra. Il server risponde alla perfezione e tutto va nel migliore dei modi.

copy

Un copy di classe – Fonte Picjumbo

Ora è il turno del design, dell’interfaccia e dell’usabilità: ora devi accogliere il pubblico in un ambiente friendly, facile da navigare, piacevole. I colori devono veicolare un significato. E il testo?

Il testo ha un compito ben preciso: convincere. Anzi, persuadere. Servono descrizioni del prodotto e del servizio, certo, ma anche in questo caso c’è un obiettivo: convincere il lettore, modificare idee e infrangere pregiudizi.

Impossibile? Beh, basta dare informazioni utile e usare un po’ di persuasive copy. Vuoi qualche esempio?

1. Riprova sociale

Iniziamo dalla base. La riprova sociale è quel principio che porta gli individui a considerare con una luce migliore ciò che viene apprezzato da altre persone. È lo stesso principio che si cela alla base dei counter al fianco dei bottoni social.

Come si declina questa leva nel mondo copy? Con i testimonial, ovvero persone che hanno già provato il prodotto o il servizio e decidono di lasciare opinioni positive. Ovviamente maggiore è il potere sociale delle persone che lasciano la propria opinione e meglio è.

Qualche consiglio per far funzionare al meglio i testimonial: accompagna le parole con i volti umani, usa nome e cognome, inserisci un indirizzo o un riferimento che permetta al testimonial di essere rintracciato. Lascia sempre che sia la verità a parlare.

2. Scarsità

Le persone hanno una gran paura del tempo che scorre. Di conseguenza temono di rimanere senza biglietto, di non trovare posto sul treno, di non poter partecipare a quel congresso così importante.

Il principio della scarsità viene in aiuto del copy e permette di creare una sorta di effetto ansia: prenota ora, sono rimasti solo 17 posti. Che fai, non prenoti? Se non sei interessato/a va bene, ma se hai delle incertezze questa può essere la chiave per risolvere il contratto.

Ovviamente il principio scarsità può essere utilizzata in modi e soluzioni differenti, accoppiandolo anche con altri strumenti. Tipo l’uso dei numeri.

3. Numeri e statistiche

I numeri sono un fattore decisivo nel mondo del persuasive copy. Perché? Ti permettono di delimitare un insieme, racchiudono tante informazioni in uno spazio minimo.

Si usano molto nelle headline con ottimi risultati, ma non solo: nel bodycopy può essere utile descrivere un prodotto o un servizio attraverso l’uso delle statistiche. Ovvero numeri con un significato scientifico.

Quando usi le statistiche stai comunicando un messaggio ben preciso ai lettori: “abbiamo fatto delle ricerche, gli studi ci hanno detto che il con questo prodotto puoi risparmiare il 17% sulla bolletta”. Vuoi dare maggior forza a questo numero? Lascia in una nota le tecniche utilizzate per ottenere questi risultati.

4. Benefici

Sai qual è il punto che attira veramente la persona che sta leggendo il tuo testo? I benefici che potranno ottenere da un’azione, da un acquisto o da un download.

Puoi elencare centinaia di feature, ma nulla avrà il potere di un beneficio illustrato ad arte. Prendi come esempio questo video della Apple (ok, non è copy ma il concetto è simile): non ti elencano le caratteristiche della videocamera, dell’ottica o del programma di montaggio. Ti fanno capire che con l’iPhone puoi creare video di qualità nei ritagli di tempo, senza attrezzatura.

5. Paura

Non devi alimentare le paure del tuo pubblico, ma le puoi sfruttare per indirizzarlo verso la tua soluzione. Uno dei timori più diffusi: la paura di perdere. In alcuni casi è addirittura più forte del desiderio di guadagnare.

Un buon modo per lavorare sul copy: far emergere la possibilità di limitare o evitare perdite traumatiche. Ad esempio, tra i benefici di un’app come Dropbox ci potrebbe essere: “mantieni al sicuro tutti i tuoi dati”. La paura di perdere i file con un HD non ha eguali…

Ora aspetto il tuo contributo: quali consigli puoi aggiungere a questo piccolo manuale di persuasive copy? Lascia la tua esperienza e le tue idee nei commenti!

Riccardo Esposito

Riccardo Esposito, blogger per MediaBuzz. Si occupa di scrittura online dal 2008: ha iniziato in agenzia e ora passa 14 ore al giorno davanti al monitor del suo iMac. Il suo blog personale: My Social Web

More Posts

Follow Me:
TwitterFacebookLinkedIn

2 Comments

  1. mentre leggevo questo articolo pensavo: che bravo questo MediaBuzz, non lo conosco ma mi pare scriva bene come riccardo esposito…. e poi alla fine ho visto che eri tu.
    la classe non è acqua.

    Reply

Submit a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.